I lavori in quota e il PIMUS nel Dlgs 81/2008

Roma, 26 maggio 2012 dalle ore 10,30

I dati statistici forniti dall'INAIL parlano chiaro: nel campo delle costruzioni i LAVORI IN QUOTA sono sempre tra quelli che generano gli infortuni più gravi. Le responsabilità che ne derivano però non sono riconducibili solo all'impresa, perchè anche il coordinatore per la sicurezza può esservi coinvolto se non ha verificato "con opportune azioni di coordinamento e controllo" l'applicazione delle relative procedure di lavoro.

Durante l'incontro:

  • la prevenzione degli infortuni nei "lavori in quota"
  • i controlli e le verifiche che l'impresa deve documentare al CSE per garantire la sicurezza strutturale del ponteggio
  • le competenze e gli "attestati di idoneità" che l'impresa deve possedere per eseguire i "lavori in quota"
  • un esempio pratico del PiMUS presentato dall'impresa
  • un esempio del Verbale di Verifica che deve redigere il CSE prima di autorizzare il montaggio del ponteggio
  • una check-list, utile al CSE, per il controllo in corso d'opera dei ponteggi metallici a telai prefabbricati

a cura di Massimo Caroli - Dottore in Ingegneria della Sicurezza

La partecipazione agli incontri è libera, si consiglia di effettuare l'iscrizione on line
Prenotazioni su: www.build.it

Appuntamento: sabato 26 maggio 2012 dalle ore 10,30 alle 12,30
presso il Punto vendita DEI, via Nomentana, 20 - Roma.

Per informazioni contattare il punto vendita DEI al n. 0644163751 - 0644163763

I lavori in quota e il PIMUS nel Dlgs 81/2008

pubblicato in data: