Il montascale. Una soluzione per il superamento delle barriere architettoniche

Il montascale. Una soluzione per il superamento delle barriere architettoniche

IL TEMA DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Per anni si è ritenuto che le barriere architettoniche fossero un problema di interesse delle sole persone con disabilità, che in Italia rappresentano il 20% circa della popolazione.

In realtà, ogni  persona durante la sua vita si può trovare nella condizione di dover fronteggiare problemi di spazi inaccessibile o inadeguati in relazione alle proprie esigenze motorie, sensoriali o di altra natura, le quali inevitabilmente  variano  in base alla salute, all’età, alle condizioni di vita, a contesti contingenti.

Per quanto negli ultimi venti anni siano stati fatti passi da gigante sul fronte del superamento delle barriere architettoniche (a livello normativo, di sensibilizzazione, di informazione, e di progresso tecnologico) la situazione attuale – sia sul fronte dell’accessibilità urbana che di quella domestica –  vede il nostro Paese ancora piuttosto indietro rispetto ad altre realtà, in particolare quelle degli Usa e del Nord Europa.

Tra gli operatori del settore, Contact Srl si è affermata come azienda specializzata nel campo delle tecnologie e dei servizi per l’accessibilità e la mobilità, attiva su tutto il territorio nazionale da oltre quindici anni.

Uno dei tratti salienti del metodo di lavoro di Contact è quello di realizzare soluzioni per il superamento delle barriere architettoniche personalizzate in base alle specifiche esigenze della propria clientela.

La progettazione di dispositivi montascale, servoscala o di piattaforme elevatrici per Contact parte dall’analisi degli elementi oggettivi (sito di installazione, caratteristiche della scala da superare, numero di rampe da affrontare…) e oggettivi (condizioni di salute dell’utilizzatore, età, presenza di altri familiari nell’abitazione…) che, debitamente valutati sotto il profilo tecnico, portano alla individuazione della soluzione più idonea.

Più nel dettaglio, l’approccio metodologico di Contact al problema del superamento delle barriere architettoniche può così riassumersi:

  • Valutazione attenta della situazione attuale e futura
  • Caratteristiche della scala da superare e del sito di installazione
  • Tempi e urgenze
  • Le possibilità economiche della clientela

Tale scelta di metodo risulta in ultimo particolarmente qualificante in quanto si traduce nella concreta realizzabilità di soluzioni il più delle volte non ipotizzabili per altri operatori del settore, e ciò in particolare laddove si tratti del superamento di percorsi particolarmente articolati o con pendenza significativa ovvero di scale che si presentano strette e tortuose.

 

PAROLA D’ORDINE: PERSONALIZZAZIONE

Quella del superamento  delle barriere architettoniche è una tematica che comporta una serie di nodi da sciogliere.

Un problema è rappresentato dalla diffidenza verso il montascale per ragioni puramente estetiche.
Si è a lungo ritenuto eccessivo l’impatto del dispositivo rispetto all’estetica della casa (o al decoro di un condominio), il classico “pugno nell’occhio” che rovina l’armonia degli ambienti domestici e richiede onerose modifiche e cambiamenti degli stessi.
Oggi questo discorso risulta completamente superato.

Contact02-servoscala-a-piattaforma-scale-curve-interno

Il progresso in campo tecnologico ha fatto passi da gigante, e le case costruttrici hanno sfornato dispositivi che si caratterizzano per le dimensioni ridotte, la compattezza e la sobrietà delle forme, la ricercatezza del design e la silenziosità.

Ma non solo.
Aziende come Contact hanno fatto della personalizzazione del montascale il loro biglietto da visita.

Contact03-servoscala-a-piattaforma-scale-dritte-esterno

Ciò significa che di volta in volta viene studiata e realizzata per ogni singolo caso la soluzione ideale per soddisfare le esigenze dell’utilizzatore senza che costui sia costretto a modificare nulla delle proprie abitudini e degli spazi e delle forme della propria casa.
Oltretutto, il montascale e il servoscala, di regola, per  essere installati non richiedono nemmeno l’esecuzione di opere murarie.

Naturalmente, non esiste un montascale pensato appositamente per ciascuna delle infinite tipologie di ambiente domestico.
Tuttavia, partendo da un dispositivo dalle forme neutre e dalle dimensioni ridotte, è possibile intervenire nella scelta delle rifiniture e dei colori secondo il gusto dell’utilizzatore e nel rispetto dei canoni estetici dell’ambiente destinato ad ospitarlo, sia in caso di installazione in interni che in esterni.

Inoltre, va ricordato che in fase di non utilizzo il sedile, i braccioli e il poggiapiedi possono essere ripiegati, riducendo al massimo gli ingombri.

Il risultato è quello di poter contare su un dispositivo che risolve il problema del superamento delle scale in sicurezza e autonomia e al contempo su un complemento d’arredo discreto, poco ingombrante e per nulla fastidioso alla vista.

 

L’IMPORTANZA DELLA PROGETTAZIONE PRELIMINARE NELLA SCELTA DEL MONTASCALE

È buona regola (e Contact la mette in pratica senza eccezioni) che la scelta del montascale o del servoscala da installare nella propria abitazione sia preceduta dal preliminare esame del progetto esecutivo prodotto a seguito del sopralluogo.

Contact04-montascale-a-poltroncina-scale-curve

In assenza – e non mancano operatori del settore che agiscono in questa maniera – non è possibile garantire che il dispositivo risulti perfettamente integrato con la scala nonché idoneo dal punto di vista del rispetto delle normative nazionali ed europei vigenti (in particolare per ciò che attiene agli aspetti della sicurezza dell’utilizzatore).

Anche dal punto di vista dell’organizzazione degli spazi domestici e dell’impatto visivo del montascale, la predisposizione di un progetto preliminare risulta di grande utilità in vista della perfetta integrazione del dispositivo con gli ambienti destinati ad ospitarlo.

È sempre consigliabile dunque procedere alla scelta del montascale solo dopo l’analisi del progetto esecutivo, per non avere poi brutte sorprese sul fronte dell’affidabilità del dispositivo, della sua durata nel tempo e, soprattutto, della sua idoneità a soddisfare le reali e concrete esigenze dell’utilizzatore.
Esse, inevitabilmente, variano da caso a caso, e ciò riporta ancora una volta al fondamentale punto della personalizzazione dei dispositivi.

 

LE TIPOLOGIE DI MONTASCALE

I montascale sono dispositivi progettati per consentire il superamento delle scale in autonomia e sicurezza in particolare agli anziani, alle persone con disabilità e a chi convive con problemi di mobilità ridotta.
Per alcune persone, le scale rappresentano una barriera architettonica difficile – se non impossibile – da affrontare senza l’aiuto di terze persone.

Il montascale assicura autonomia di movimento anche in caso di temporaneo impedimento (ad esempio, una malattia o un infortunio) e assolve a una funzione di prevenzione degli incidenti domestici, più frequenti con l’avanzare dell’età in particolare in abitazioni in cui sono presenti scale.

I montascale, per essere regolarmente installati, devono rispondere ai requisiti imposti dalla direttiva macchine comunitaria 2006/42/CE e dalle vigenti norme in materia di sicurezza.

I montascale di Contacts srl i distinguono nelle le seguenti tipologie:

  • Il montascale a poltroncina rettilineo è un dispositivo progettato e realizzato per il superamento di scale rettilinee che non superino i 6 metri di lunghezza. Esso scorre su un binario modulare in alluminio per mezzo di un sistema a pignone e cremagliera.

Contact05-montascale-a-poltroncina-rettilineo

L’alimentazione è a batterie, con allaccio a una normale presa di corrente.
L’installazione, semplice e rapida, non richiede di norma opere murarie aggiuntive.

L’alimentazione  del dispositivo è assicurata dalle batterie ricaricabili da 12 V situate a bordo, soluzione che garantisce silenziosità in fase di utilizzo e risparmio energetico.
Inoltre, è così assicurato  il normale funzionamento della macchina anche in caso di black-out.

Nella versione per esterni il dispositivo si segnala, oltre che per le stesse caratteristiche proprie del montascale per scale interne, anche per il ricorso a materiali costruttivi tali da garantire durata nel tempo e resistenza all’azione degli agenti atmosferici.

  • Il montascale a poltroncina curvilineo è un dispositivo che consente in particolare agli anziani e ai disabili il superamento di scale curvilinee e con cambi di pendenza.

Contact06-montascale-a-poltroncina-curvilineo

Nella prospettiva della personalizzazione dei dispositivi, Contact è in grado di studiare e realizzare soluzioni per il superamento di ogni tipologia di scala, anche le più articolate e tortuose.  
Caratterizzato dal sistema con guide modulari e dal sistema di azionamento  con pignone e cremagliera,  il dispositivo si installa agevolmente e in tempi rapidi.  

Si caratterizza inoltre per un sistema elettronico che gestisce le variazioni di velocità del montascale e il livellamento della poltroncina lungo il percorso, il tutto nella massima silenziosità e comodità.
In fase di non utilizzo, una volta richiuso il montascale occupa 32 cm, lasciando libero lo spazio antistante la scala.

 

IL SERVOSCALA A PEDANA

In caso di necessità di sollevamento di persona costretta in carrozzina, una soluzione valida (quando mancano gli spazi per l’installazione del tradizionale elevatore) è rappresentata dal servoscala a pedana, installabile su scale rettilinee e curvilinee, esterne o interne.

Adatto al superamento di scale anche tortuose o molto articolate, è un dispositivo personalizzabile in base alle esigenze dell’utilizzatore. In questo senso entra in gioco l’importanza della fase di progettazione, laddove tener conto di tutte le variabili e le peculiarità della scala al fine di realizzare un prodotto realmente rispondente alle esigenze dell’interessato.

Contact07-servoscala-a-piattaforma-curvilineo-interno

L’installazione, di regola, non comporta modifiche alle strutture già esistenti. Nei modelli più recenti esso risulta compatto nelle dimensioni e semplice nel disegno, risultando ciò favorevole a una perfetta integrazione del servoscala con gli ambienti domestici.

Ulteriori punti a favore sono quelli della silenziosità e del minimo consumo di corrente elettrica.

Si tratta dunque di un dispositivo di grande versatilità, ideale per il superamento delle scale laddove la soluzione del montascale a poltroncina risulti non adatta alle esigenze del caso e, nel contempo, meno onerosa rispetto alla installazione di un elevatore.

 

LE PIATTAFORME ELEVATRICI

In presenza di particolari esigenze (non necessariamente legate al solo sollevamento e trasporto di disabili in carrozzina e anziani) e di sufficiente spazio per procedere all’installazione, le piattaforme elevatrici rappresentano sicuramente la miglior soluzione per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Contact08-piattaforma-elevatrice-vano-aperto

Si installano senza particolari difficoltà e senza opere murarie impegnative, necessitando di una fossa molto ridotta (solamente 12/14 cm).

Si caratterizzano per la versatilità, essendo tanto nelle dimensioni quanto nel design e nelle rifiniture adattabili alle caratteristiche del sito di installazione (una casa privata, un esercizio commerciale, uno studio professionale…).

In particolare, è possibile personalizzare i colori interni della cabina, la finitura del pavimento, scegliere soluzioni in acciaio e personalizzare i colori del castello portante.
La pannellatura esterna può essere con vetri trasparenti o fumè.

Le piattaforme elevatrici di Contact coniugano alto profilo qualitativo di materiali e componenti con linee eleganti e rifinite.
Sono disponibili in più modelli (a vano chiuso, a vano aperto, a pantografo) per risolvere le diverse problematiche di abbattimento delle barriere architettoniche in modo definitivo, con un prodotto che aggiunge valore all’immobile destinato ad ospitarlo.

Contact09-piattaforma-elevatrice-vano-chiuso

I consumi elettrici sono equivalenti a quelli di un comune elettrodomestico.

 

CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER INTERVENTI DI ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE

Il nostro ordinamento favorisce l’installazione dei dispositivi per l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso interventi di natura economica e fiscale.

  1. La legge 13/1989 ha introdotto la possibilità di richiedere contributi per l’eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati.
    Il discorso riguarda dunque anche l’installazione di dispositivi montascale o servoscala.

Alternativi e più agevoli rispetto alla realizzazione di rampe o altre opere edilizie, ovvero alla installazione di elevatori tradizionali, questi interventi presentano la convenienza di non risultare assoggettati al rilascio di concessione edilizia o alla necessità della dichiarazione di inizio attività.

  1. Il legislatore ha stabilito una proroga fino al 31/12/2016 agli incentivi fiscali per le ristrutturazioni edilizie, le riqualificazioni energetiche, l’abbattimento delle barriere architettoniche.

In particolare, per gli interventi di ristrutturazione edilizia sugli immobili è possibile fruire di una detrazione Irpef pari al 50%, da calcolare su un importo massimo di  € 96.000 per ciascuna unità immobiliare con rimborso in 10 quote annuali.

 La detrazione fiscale per l’abbattimento di barriere architettoniche in ogni caso è prevista solo per interventi sugli immobili effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna della persona con disabilità.

 

CONTACT srl

T. 800 055 722  | Web: www.contactsrl.it

 

Contact srl

 

CONTACT SRL

INTERLOCUTORE PRIVILEGIATO NEL CAMPO DELL’ACCESSIBILITÀ

Azienda di punta nel campo dei dispositivi medici dedicati all’autonomia e alla mobilità delle persone con disabilità e anziani. Offre da anni assistenza tecnica ai principali operatori del settore sanitario ed ortopedico.

Le competenze dell’azienda permettono di elaborare soluzioni integrate per ogni tipo di problema di mobilità e per il superamento delle barriere architettoniche.

 

pubblicato in data: 05/04/2016

,