l'architetto grattacapo

messaggio inserito giovedì 19 novembre 2009 da KITTY

[post n° 215182]

l'architetto grattacapo

volevo rendervi partecipe dell'ultima letta sull' architetto.
L'altra sera sfogliavo Donna Moderna...in un test su come evitare figuracce o robe del genere...alla domanda: sei a casa di conoscenti, la discussione non decolla, che fai?
La risposta a era "racconti dell'ultimo grattacapo con il tuo architetto".
Io siceramente ci son rimansta un po' male dell'immagine da svagato artistoide che si ha della nostra professione...
:
l'unico modo per recuperare la nostra dignità è togliere di mezzo tanti "sedicenti" progettisti ING e GEOM, che di problemi no ne fanno, ma neanche ne affrontano! . . . . ovviamente toglierli di mezzo attraverso l'acquisizione delle loro competenze, molto più pratiche!
:
Rimandandoti al mio post sulla discussione "il falso mito della semplificazione", non mi stupisco di cio'..............Ora ti saluto perche scorgo dalla finestra che da sul vialetto di ingresso il mio consierge sta arrivando con la mia Bentley (comprata la settimana scorsa), l'ho "inviato" a fare la spesa al discount e devo verificare che non mi abbia fregati i soliti 2centesimi di resto. Questi domestici di oggi ti fregano appena possono. ;))))
:
l'hai detto tu stessa...sfogliavi donna moderna.....il livello degli altri articoli quale era ?
:
si Marco Arco ma la media delle persone, dei tuoi committanti, legge Donna Moderna non Casabella!!:-)
:
figurati, la leggo anche io.....solo che alla domanda la discussione non decolla...probabilmente rispondo diversamente... tanto per dire i carabinieri non si sono mai lamentati delle barzellette, basta un minimo di critica....e di valutazione o sbaglio ?
:
sono d'accordo con Vichy...la sciura Maria legge quel tipo di rivista dove "l'esperto risponde" e bastano 2 tende colorate e cambiare il divano per sentirsi architetti.
Tempo fa in ufficio (lavoro in un'impresa di costruzioni) è arrivata la tipica donna manager (che fa tutt'altro visto che lavora in banca...nel suo ramo sarà competentissima ma...) alla domanda se per la nuova filiale da aprire avesse un architetto di fiducia scandalizzata risponde "No, io gli architetti non li voglio neanche vedere, tanto mi DILETTO io in queste cose"...
:
Marco ma anche io risponderei diversamente, è la scelta dell'architetto come "argomento divertente" che mi lascia un po' perplessa...vuol dire che nell'immaginario comune siamo proprio uno spasso...mica hanno scritto "l'ultimo grattacapo con il tuo ingegnere"...
:
hai ragione ....valuta tu stessa..nel tuo immaginario la figura dell'ingegnere come luogo comune come la immagini...? ecco questa e' la valutazione che dicevo....
:
guarda, kitty, a parte il fatto che non vale la pena prendersela, per il livello della rivista su cui è scritta la cosa...
Ma io credo che, in realtà, ci sia molta invidia nei confronti della nostra professione.

P.S.: che la sciura Maria si affidi a donna moderna per scegliere le tende da abbinare al divano mi sta pure bene, sono ben altri gli incarichi di cui desidero occuparmi!
:
condivido desnip
:
Io invece penso che per un cliente un ingegnere o un geometra sia molto più "rassicurante", almeno per chi vuole una casa normale senza tante stravaganze e non vuol spendere una follia: 27 anni fa, durante la ristrutturazione, mia madre dovette lottare come una leonessa per avere una casa (quasi) normale, senza le idee assolutamente folli e scomodissime proposte dall'architetto.
Oggi il repertorio può prevedere: faretti a incasso (scomodissimi da cambiare e molto più costosi delle normali lampadine), bagni hig-tech, come il famoso lavandino con rubinetto tutto a destra visto in un hotel (quando ci si lava si allaga il bagno), docce a pavimento (si allaga il bagno) o sanitari con rubinetti firmati da centinaia di euri, piastrelle 60x60 costosissime, parquet anche in cucina (va bene il trattamento protettivo, ma provaci tu a rovesciare l'olio), cucine in acciaio satinato tipo nave spaziale, mobili laccati iper minimalisti (architetto, le ho detto che faccio la collezione dei gialli mondadori: e mo dove li metto), cucine a penisola con tavoli scomodi per mangiare che fanno tuttuno col "living", così mentre la moglie stira colla radio accesa il marito non può guardare la tv mentre scola la pasta...
E' ovvio che la mia è una provocazione, ma ne leggo tante, di cose così...
:
ma allora hanno ragione quelli che se la prendono con gli architetti!
queste mi sembrano piuttosto proprio le soluzioni che si trovano sulle riviste femminili e non quello che si propone nella pratica.
E' sempre la famosa sciura maria che pretende la cucina a penisola anche in una cucina 3,50x3,50 perchè l'ha vista sulla rivista...
:
ragazzi, alla fine possiamo giusto riderci sopra... alla fine qua in Italia come sono tutti allenatori della nazionale, sono anche tutti architetti...
Solo che forse non è ben chiaro il limite tra il "dilettarsi" (quindi noi non lavoriamo, ci dilettiamo...) della nostra cliente, e il fare un mestiere vero...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.