Da Edilportale

messaggio inserito mercoledì 24 febbraio 2010 da dina

dina : [post n° 224711]

Da Edilportale

17/02/2010 - I geometri, i geometri laureati, i periti industriali specializzati in edilizia e i periti industriali laureati potranno occuparsi di progettazione architettonica e strutturale, collaudo statico, ristrutturazioni. Le loro competenze saranno limitate agli edifici fino a 5000 metri cubi, fino a tre piani fuori terra in zona non sismica e fino a due piani fuori terra in zona sismica.
È quanto propone il disegno di legge n. 1865 “Disposizioni in materia di competenze professionali dei geometri, dei geometri laureati, dei periti industriali con specializzazione in edilizia e dei periti industriali laureati nelle classi di laurea L-7, L-17, L-21 e L-23”. La prima firmataria dell’iniziativa legislativa è la senatrice arch. Simona Vicari (PdL).

Oltre a progetto architettonico e strutturale, collaudo statico e ristrutturazioni, saranno di competenza di geometri e periti:
- i calcoli statici, esclusi quelli di complessi di strutture organicamente e solidamente collegate e svolgenti una funzione statica unitaria, in conglomerato cementizio armato;
- la direzione lavori, la contabilità, la liquidazione e il collaudo amministrativo delle nuove costruzioni, l’ampliamento, la sopraelevazione, il recupero edilizio, il posizionamento interno ed esterno, con esclusione del dimensionamento, degli impianti tecnologici.

Geometri e periti potranno eseguire la progettazione architettonica ed il collaudo amministrativo anche di edifici superiori a 5000 mc e a prescindere dalla sismicità, se i calcoli statici delle opere strutturali sono eseguiti, su incarico del committente, da un altro tecnico abilitato. Allo stesso modo potranno eseguire, su qualsiasi edificio, interventi igienico-sanitari e funzionali, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, purché non comportino interventi statico-strutturali su complessi di strutture in cemento armato...."
ecc ecc ecc
Mi chiedo cosa mi sono laureata a fare!Ho perso solo tempo.
Ily :
COLLAUDO STATICO?!?
COLLAUDO STATICO?!?
COLLAUDO STATICO?!?

Mi sfugge qualcosa: un architetto o un ingegnere, che sono i professionisti esperti di strutture, prima di poter fare i collaudi statici, anche di un semplice solaio o portale, devono essere iscritti all'albo da almeno DIECI ANNI, e poi arrivano questi e possono firmare le strutture praticamente di qualsiasi cosa?!?
Ma, il fatto che i tecnici dei vigili del fuoco che vanno a valutare i danni agli edifici sono tutti ARCHITETTI O INGEGNERI. Un motivo ci sarà no?!?

Poi leggo ancora:
"interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, purché non comportino interventi statico-strutturali su complessi di strutture in cemento armato...."
Quindi possono tranquillamente modificare le strutture di un edificio alto magari cinque piani purchè in muratura portante e con solai e copertura di legno. Di edifici così ce ne sono tanti nei centri storici, e intervenire su quelle strutture manomesse e modificate nel corso dei secoli, se non si conoscono alla perfezione i SISTEMI COSTRUTTIVI TRADIZIONALI può causare danni irreparabili e mettere in pericolo anche la stessa statica dell'edifico!
Shoked!!!
ikko :
Con questa nuova legge, se passerà come credo, noi architetti e ingegneri saremo allo stesso livello di un diciottenne appena diplomato geometra! ma ci rendiamo conto, nessuno si iscriverà più alle facoltà di architettura o ingegneria. Basta un diploma di 5 anni (geometra o perito)un corso di 120 ore e il gioco è fatto!
Venghino siori venghino, nell'italia dei balocchi c'è posto per tutti!!!!!
Paolo :
Io so geometri che hanno presentato al Comune certificati di idoneità statica edifici in CLS di 7 piani, prima che si parlasse del decreto in questione.
Quindi la verità è che i geometri e le amministrazioni se ne sono sempre infischiate delle competenze, e hanno fatto e fanno tutto quello che vogliono.
aaa :
ma lo sapete che tra i promotori del disegno di legge c'è un architetto...!!!!!!!! come darsi la zappa sui piedi....
Ily :
Si, ma l'architetta in questione (si tratta infatti di una femmina di architetto) non si preoccupa di quelli della sua razza, essendoanche senatrice o deputata, e quindi dotata di ricco vitalizio, stipendio faraonico e sicuro futuro da assessora all'urbanistica di qualche provincia o regione, o in alternativa da sindaca, consigliera regionale, sottosegretaria, amministratrice delegata di qualche società mista ecc. ecc.
Poi, stranamente, tutti si stracciano le vesti quando le palazzine della periferia dell'Aquila crollano con intere famiglie sotto, e fanno passare una legge antisismica assurdamente complicata e draconiana (e grazie alla quale io per ora non mi azzardo a calcolare strutture) e poi permettono ai geometri di progettare ogni cosa.
A questo punto mi converrebbe seriamente iscrivermi all'albo dei giometri come giometra laureata e far giocare la mia gattina con l'inutile e carissimo timbro con su scritto "Ily architetto". E pensare che alla mia collega (geometra) mancano pochi esami di ingegneria e vorrebbe abilitarsi ingegnera. Che le dico, che ha sbagliato tutto e sta solo perdendo tempo?
Firmato: Ily architetta orgogliosa e sconsolata.
fulser :
per Ily:
"femmina di architetto" rende benissimo l'idea! Complimenti! ;-))
tes :
Ragazzi un altro colpo basso!!
Sul web si stanno muovendo petizioni di ogni genere e se n'è parlato anche qui in professione architetto fortunatamente.
Sto seguendo un gruppo in fb, federazione Architetti Ingegneri Liberi Professionisti.
Scusate non voglio pubblicizzare (anche perchè non è un gruppo che ho aperto io) ma è utile a mio avviso per capire come muoversi tutti assieme!:-)
aaa :
mi pare che all'ordine degli architetti di roma si stiano interessando alla questione...
Ily :
X Fulser:

Non l'ho inventato io, ma l'ho ripreso da un bellissimo libretto scritto da un arch. che si intitola "gli architetti dovrebbero ammazzarli da piccoli", dedicato al rapporto architetti committenti (il libro è per i committenti), nel quale si analizza l'architetto come specie antropologica (vengono prese in esame le caratteristiche del maschio e della femmina di architetto).
gg :
qui trovate le iniziative in corso
[p+A news: Ancora-sul-DDL-competenze-geometri-le-iniziative]

altre info
[p+A news: DDL-su-competenze-geometri-e-periti-industriali]

un altro post sull'argomento
[post n° 223832]
fulser :
x Ily:
grazie, lo leggerò senz'altro!
Su questo argomento un mio docente mi consigliò, nella notte dei tempi, "Maledetti architetti" di Tom Wolfe.
Poi non so se hai visto il documentario su Gehry fatto da Pollock (Feltrinelli), anche lì c'è Geldof che cita ... accidenti, non so come si scrive il nome, scusa.... il quale diceva che "ogni architetto che si incontra per la strada andrebbe, come prima cosa, picchiato".
luca :
:(
bonaparte :
un ing. che lavora con me dice che nel loro ordine sono combattute perchè c'è chi ritiene che "se gli architetti possono fimare le strutture allora perchè non i geometri"??? ahah... mi viene da ridere a pensare alle ore che ho perso su scienze delle costruzioni!!! e poi piuttosto che queste mezze misure credo sia meglio la LIBERALIZZAZIONE TOTALE, è + corretto nei confronti del committente: che ognuno si scelga il tecnico in base alle competenze, non in base a cosa può fare quello o quell'altro, altrimenti è chiaro che è competenza sleale: il geometra ha x forza prezzi + bassi, non deve ripagarsi 7 anni di studio e gavetta spesso fuori casa!!!
Ily :
X Bonaparte:

Beh, non è del tutto esatto: per legge i giometri, prima di abilitarsi, devono fare due anni di praticantato, cioè di sfruttamento aggratisse. Perfortuna noi architetti no.
Per quel che riguarda gli ingegneri, sul libretto che consigliavo a Fulser c'è una splendida presa in giro degli stessi. In particolare, l'autore fa notare come si può capire a colpo d'occhio se un disegno al cad è stato fatto da un ing. o da un arch:
- l'architetto disegna in metri a approssima a due numeri dopo la virgola (cm).
- l'ingegnere disegna in centrimetri e approssima a 4 numeri dopo la virgola (millesimi di millimetri).
Dite mo se non è vero ;-): personalmente, da brava architetta, disegno in metri e approssimo ai centimetri (e quando l'ho letto mi son fatta talmente tante risate...).
Inoltre, sempre nel libretto, si racconta la bella vicenda di un vecchio ingegnere che aveva imparato a usare il cad dal manuale che insegnò al suo giovane collaboratore (architetto) a "fare" l'esecutivo: il finale non ve lo racconto ;-).
gg :
ci sono novità.
pare che verrà sospeso l'iter parlamentare del DDL competenze geometri.
[p+A news: Garantita-la-sospensione-dell-iter-del-DdL-competenze-geometri]

l'abbiamo appena ricevuta dal Consiglio Nazionale Architetti
dna :
X Bonaparte.
Sono pienamente in accordo sul fatto che il ddl 1865, faccia pietà, ma a parte questo, sarebbe necessario comunque dare una normativa di settore un attimo più sensata alle professioni dell'ambito edile, non metto in dubbio la tua competenza, ma da architetto, ti posso assicurare che i nostri tre esamini (statica, scenze e tecnica) fanno ridere se raffrontati con quello che ha studiato un ingegnere. non mi sembra poi così paradossale che un arch ed un ing possano entrambi firmare strutture, come è altrettanto paradossale che gli ing. possano occuparsi di urbanistica piuttosto che restauro.. altrimenti perchè ci dovrebbe essere una differenza di corso di studi.. è come se un veterinario volesse fare il medico di base.. eppure non hanno studiato entrambi materie mediche?
dina :
La cosa che mi stupisce di più è che evidentemente le ultime frane, crolli, terremoti ecc, non hanno insegnato nulla, anzi una mattina ci si sveglia e si fa una legge che permette di far fare tutto a tutti.
Ma siamo per caso al circo?Scherziamo con le cose serie e con le vite. Questa legge è di per se improponibile soprattutto in un momento come questo.Ci vuole davvero coraggio!!
Adesso comincio ad avere solidarietà per tutti coloro che lasciano l'Italia e vanno a lavorare fuori, perchè qui non si lavora si gioca soltanto.
Ma poi qualche collega può spiegarmi perchè una legge del genere? cosa c'è sotto (perchè qualcosa sotto deve esserci per forza).
Quanto alla "collega", nonchè senatrice, no comment.
Paolo :
x Dina.
Evidentemente il nostro Consiglio Nazionale non svolge un ruolo di peso all'interno del Governo come fa quello dei Geometri,e i nostri delelgati vari (vedi l'aumento ufficiale del 2 al 4% in fattura e l'aumento del contributo annuale di Inarcassa ) quando vanno a Roma è solo per fare una gitarella, e non per tutelare la nostra professione.
Ily :
X Paolo

Una gitarella a spese di noi iscritti agli ordini, provinciali, ovviamente :-(((

X dna

1) Gli ingegneri NON possono occuparsi di restauro.
2) Quando andavo a ripezione di scienza delle costruzioni il mio insegnante (ing.) mi disse che i miei esercizi (architettira v.o.) erano MOLTO PIU' DIFFICILI dell'analogo esame di ingegneria edile della triennale. Ebbene?
Ho diversi alcuni compagni di facoltà che adesso fanno GLI STRUTTURISTI, e un mio amico mi disse che un suo amico, giovane ingegnere edile (abilitato), gli aveva detto che delle crepe sotto il cornicione (ma non alla base dei muri) di una sua vecchia casa in campagna -mura portanti, tetto e solai di legno - era dovuto a un cedimento delle fondazioni: permettimi di dubitarne. Quanto al mio amico, laureando di ingegnerai civile, ammise candidamente non capirne nulla di crepe degli edifici.
Da :
Io mi ricordo che al primo anno ho avuto problemi con statica ed avevo chiesto aiuto ad una mia cara amica geometra, beh quello che noi avevamo fatto ai primi due mesi di lezione loro lo avevano fatto in 5 anni. per il resto buio totale.
io ho fatto due esami ed in coscenza non mi sento cmq pronta ad affrontare certi temi, probabilmente chiederei ad un ingegnere una consulenza.

Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.