Crisi...

messaggio inserito venerdì 17 settembre 2010 da Paolo

Paolo : [post n° 241177]

Crisi...

Scusate lo sfogo ragazzi ma a voi come va con la crisi? Io purtroppo fra 1 mese probabilmente verrò lasciato a casa dallo studio dove sono....Da due anni i lavori si sono dimezzati e con essi lo stipendio da fame che già recepivo. Ma voi come va? Voi o dove lavorate siete riusciti a mantenere un buon giro di lavori anche con la crisi?
Edoardo :
...io dove lavoro sto facendo da + di 2 anni SOLO pratiche, sanatorie, catasto. Il lavoro da assistente geometra.
"Fortunatamente" ho un contratto a tempo ind. con 14 mensilità e i miei titolari sono persone umane e molto corrette, oltre il fatto che mi hanno apprezzato per i miei progetti e per come ho lavorato quando mi facevo il culo.
Inoltre collaboro con amici professionisti che mi chiamano come consulente, ma molto meno di prima. Ho all'attivo solo con loro una dozzina di progetti, ma adesso non si fà più nulla. (settore turismo, case e servizi).
Mentre scrivo... ...mi gratto i zebedei!
Vichy :
Male malissimo. Da maggio 2009 anche io, dopo 4 mesi in cui prendevo lo stipendio per stare su internet e non fare NIENTE, ho smesso di lavorare a studio. Dall'epoca solo due chiamate di 10 giorni a luglio tramite una conoscenza per collaborare ambito sicurezza (pagamento con fattura a giornata). Poi ho trovato tramite conoscenza lavoro presso ditta edile dove sono stata due mesi non pagavano e li ho diffidati con avvocato a seguito (qualcuno ricorderà questa storia), in tutto questo milioni di cv, di autocandidature, di tutto, dai mobili, agli studi alle imprese alle scuole private ai musei TUTTO di tutto...e ancora oggi mi dicono e ma guarda c'è troppo crisi ecc ecc...quindi io credo, ormai da esterna che vada molto male, soprattutto per chi come me è stata cacciata fuori in questo momento. Finchè sei dentro bene o male...ma se esci fuori, con un licenziamento in questo momento è terribile davvero...(scusa la franchezza ma praticamente cerco costantemente da maggio 2009 e ora per disperazione mi sono messa a studiare a manetta per concorsi pubblici, come campo? risparmi messi da parte mentre lavoravo, aiuto genitori, convivente che lavora un po' come libero professionista....l'arte dell'arrangiarsi...)
Kia :
Io incrocio le dita e spero di nn avere fatto una cazz...a. Ti spiegi meglio....Due anni fa me ne sono andata via da uno studio dove potevo restare vita natural durante perchè aveva clienti danarosi e grossi lavori. Sono andata in uno studio più piccolo ma con un suo giro di tutto rispetto ma di altro livello (cioè clienti nn così danarosi come nel primo caso). Il cambiamento lo ho fatto 2 anni fa quando appunto si sentiva nell'aria il cambiamento (crisi) ma nn se ne avvertivano ancora gli effetti concreti.E adesso per l'appunto incrocio le dita perchè continuino ad entrare lavori nnostante la gente abbia poca voglia di spendere...speremo ben!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.