Riflessione su annunci di lavoro...

messaggio inserito sabato 9 aprile 2011 da archi78

archi78 : [post n° 259577]

Riflessione su annunci di lavoro...

Scusate il "piccolo sfogo"....
attualmente sono alla ricerca di lavoro all'interno di uno studio/società (come penso tanti di noi)...
spesso mi capita di leggere annunci a cui rispondo, e da cui ricevo risposta e richiesta di incontro, che si conclude quasi sempre con "grazie, stiamo facendo le nostre valutazioni e quindi al termine le faremo sapere..."
e fin qui niente da dire, tutto nella norma!!!
poi (regolarmente) non si fanno più sentire, o (pochi) ti dicono che hanno fatto scelte diverse....

e, di nuovo, tutto nella norma!!!

MA POI MI CHIEDO....
perchè dopo pochi giorni si rivedono gli STESSI annunci, delle STESSE società/studi, che ricercano le STESSE figure per cui tu (e probabilmente altre decine di persone) eri stato contattato in precedenza?

Spesso mi viene detto "lei non sa quanti cv abbiamo ricevuto e quante persone stiamo incontrando"... e quindi ritengo impossibile che tra tante candidature non si possa trovare la figura giusta...
sicuramente ci sarà il professionista con esperienza che chiederà un "giusto" compenso, e anche il neo-laureato con meno esperienza e voglia di imparare a costi inferiori....

ma forse.... la figura ricercata è:
il professionista con anni di esperienza a basso costo....

ecco perchè non trovano nessuno!!!

ma rivedere gli annunci mi fa veramente incavolare... sembra una presa in giro... ma hanno così tanto tempo da buttare via???
OPPURE STANNO FACENDO DELLE INDAGINI DI MERCATO su quanto sia disastrato il mondo del lavoro nella categoria???? :)

Ripeto, scusate lo sfogo... ma magari anche alcuni di voi la pensano come me... forse cerco solo un po' di "solidarietà"!!!!!!!
e.c. :
dopo aver inviato il portfolio, a me è capitato di essere contattato solo per...curiosità. Volevano solo sapere chi fossi, per conoscermi. No, no, lavoro non ne avevano. Avrei dovuto ripassare tra 4-5 mesi, quando forse sarebbero entrati dei lavori "grossi", in studio.
Vabbè....
redazione p+A :
strano.
Le offerte di lavoro vengono sottoposte ad un costante (e gratuito) monitoraggio da parte della redazione, per evitare gli annunci ripetuti.

La rubrica offro lavoro su p+A c'è da quasi 10 anni, e ce ne hanno segnalate di cose. Abbiamo una discreta esperienza in merito. Sappiamo bene che purtroppo c'è chi manda avanti lo studio con neolaureati in prova, rinnovati periodicamente. Proprio per questo cerchiamo di fare la massima attenzione perché questo genere di cose non avvenga.

Se vedi annunci ripetuti, forse ti riferisci a qualche altro sito, non al nostro. La regola è che non è possibile inserire più di un annuncio per la stessa mansione, se non a distanza di tempo. Ma possiamo sempre sbagliare, siamo umani. Abbiamo messo un indirizzo apposta su tutte le pagine per segnalare i casi anomali, e quando accade (molto molto di rado) li togliamo prontamente per verificare, e non ripubblichiamo.

Se posso aggiungere però una considerazione, tenendo conto che sentiamo anche il parere di chi inserisce gli annunci, e non solo di chi risponde.

Molti inserzionisti si lamentano dei tanti, a volte troppi, curricula mandati tanto per provarci, non corrispondenti alle richieste, o di quelli incompleti, o dei portfolio inutilmente pesanti. Tutte cose che tolgono tempo e attenzione a coloro che meriterebbero invece una valutazione più approfondita.
Capisco la "disperazione", ma a provarci tanto per provare, si fa solo danno a chi quel lavoro potrebbe prenderlo.

Stiamo cercando di pensare a qualcosa che permetta di fare filtro. Perché non è possibile che si ricevano fino a 900 curricula in 10 giorni. Tutti inerenti? Impossibile. Neanche fosse un posto al Comune.

Questo per dire che, a nostro giudizio, forse anche a causa di questo malcostume, c'è sì la possibilità che non si riesca a trovare la persona adatta. In questi casi, ci viene espressamente richiesto di ripubblicare l'annuncio. Ma capita al massimo un paio di volte l'anno.

Ogni lavoro ha le sue peculiarità. Andrei cauto nel giudicare senza avere elementi sufficienti. Ci sono i casi da condannare, ma non si può fare di tutta un'erba un fascio. Ci vanno di mezzo ingiustamente tanti colleghi, magari anche giovani (e ce ne sono), che hanno solo bisogno di una mano per crescere, in tempi difficili per tutti.

E andrei anche cauto a giudicare il lavoro che la redazione fa quotidianamente sulle offerte di lavoro, una cernita che in gran parte non vedete, per vostra fortuna.
Ily :
Cara Redazione di P+A, potreste rendere obbligatoria l'indicazione negli annunci di lavoro del salario previsto e dell'inquadramento contrattuale?
Questo potrebbe ridurre notevolmente laquantità dei curricula che si mandano, oltre potrebbe forse contribuire a una maggiore trasparenza.
Perchè secondo me "retribuzione in base alle capacità dimostrate" è troppo aleatorio: il capo paga, il capo decide di darmi 1000 euro anche se magari ne valgo 3000... Non so se rendo l'idea...
matteo.s :
Un altro motivo per cui vedi annunci ripetuti e che vengono volutamente ri-sottoposti per essere nuovamente in cima alla lista.

Un domanda, se tu cercassi lavoro e vedessi un annuncio vecchio di 2 mesi, manderesti il curriculum?
Al 90% no, perchè pensi che il periodo di selezione sia già finito. Invece, molto spesso stanno ancora cercando, ecco perchè ripubblicano gli annunci.
redazione p+A :
x matteo s.
no. non è possibile. (sempre a meno di una svista)
gli annunci scadono al massimo dopo due-tre mesi.
e non accettiamo la ripetizione di messaggi entro i 3 mesi.

x Ily
è già così.
nel dettaglio delle offerte è specificato il tipo di contratto e la retribuzione.
archi78 :
non volevo assolutamente mal giudicare la rubrica di questo sito e chiedo scusa se forse sono stata fraintesa.
anzi, spesso questa rubrica è fonte di annunci molto più seri rispetto ad altri siti... e sono sicura che questo è dovuto all'ottimo lavoro di uno staff che prende molto seriamente la cosa.
la mia era solo una considerazione in generale, visto che ultimamente mi è capitato di vedere stessi annunci ripetuti sullo stesso sito (un esempio recente visto sul sito dell'ordine di Milano, che credo non sia proprio l'ultimo arrivato). Oppure ripeturi su siti diversi a distanza di poche settimane.

Capisco che spesso chi pubblica annunci si vede arrivare decine, se non centinaia, di cv, spesso neanche inerenti al tipo di richiesta da loro fatta... ma il mio dubbio è sul fatto che dopo alcune settimane e diversi colloqui (non credo con tutte le centinaia di persone che si sono candidate, ma solo su una selezione fatta da loro) non si riesca a trovare la persona adatta.

Mi fa arrabbiare il fatto che spesso arrivi a fare anche più di un colloquio con lo stesso studio/società (il che vuol dire che ti ritengono degna di essere presa in considerazione) ma poi finisce sempre nel nulla.
Credo che se si cerca una persona qualificata e preparata, che sappia fare bene il proprio lavoro e con l'esperienza giusta, questo debba anche essere riconosciuto.
invece spesso si tende a cercare la persona qualificata, con esperienza, ma disposta ad un rimborso spese....
Se si vuole "spendere poco" ben venga prendere il neo-laureato, (che deve sicuramente fare la sua esperienza come l'abbiamo fatta tutti), con la consapevolezza che questo non sarà autonomo a tutti gli effetti e che bisognerà dedicarci tempo...

Ho scritto questo post perchè proprio nei girni scorsi mi è capitato di vedere un annuncio di uno studio con cui avevo già fatto due colloqui, doveva fare le ultime valutazioni (a dire loro eravamo solo in due o tre da valututare prima di decidere) e alla fine mi ha detto che aveva scelto una soluzione diversa... nessun problema, non credo di essere l'unico professionista a Milano degno di lavorare. ma vedere dopo pochi giorni da quella risposta lo STESSO annuncio di quello studio che cercava ancora sempre la stessa figura per cui mi ero candidata mi è sembrata un po' una presa in giro...
Più onesto forse dire che si cercava qualcuno "meno caro"... e che tra tutti quelli con cui avevano parlato (con anni di esperienza alle spalle e completamente autonomi nel loro lavoro) non avevano trovato un accordo economico....

forse è stato un errore di chi cura la pubblicazione degli annunci e forse io sono un po' in malafede...

ma ripeto, non credo che la colpa sia di chi dedica il suo tempo a dare visibilità a questi annunci, ma forse di chi ne richiede la pubblicazione. mi sembra tanto che qui si tenda sempre ad avere la classica botte piena e moglie ubriaca....

Fino a che non si arriva a doversi "proporre per lavoro anche gratis" come quanto segnalato giorni fa in un post visto in bacheca p+A... che non credo abbia bisogni di ulteriori commenti :(
luca :
Condivido con quanto detto dalla redazione ma una azienda come ad esempio la A.P.italia s.r.l. che ogni tanto "riciccia" con la solita selezione forse andrebbe censurata. Io mi sono laureato da 6 anni e quando studiavo al 4 anno sono passato da loro: possibile che in oltre 7 anni non siano riusciti a trovare un collaboratore???? magari mettono l'annuncio ogni 4-5 mesima è vero che vanno avanti con il precariato
redazione p+A :
x luca
abbiamo un inserzione del 31 marzo 2011 di A.P.Italia.
La precedente era dei primi di ottobre 2009. Un anno e 5 mesi.
Non vedo come potremmo vietare la pubblicazione.

Sarebbe opportuno che non faceste nomi nei post.
Scrivete a email
matteo.s :
Infatti io non mi riferivo alla vostra bacheca annunci.

Su altri siti, invece, leggere annunci ripetuti in breve tempo capita molto spesso.
luca :
x redazione avete ragione sul nome, dovevo usare la mail quanto all'annuncio se non era da voi l'ho visto o su architettiroma.it o infojobs, posso giurare che comunque viene riproposto spesso

P.S: potete cancellarmi il post per evitare problemi a tutti grazie, cerchero' di essere piu' cauto
redazione p+A :
x luca
su architettiroma.it ci sono le nostre offerte di lavoro, quelle del Lazio. Hanno una convenzione con noi, come altri Ordini.
Per Infojobs non so dirti.

Però su Internet funziona così: cancelli da una parte e ti ricompare dall'altra. La censura funziona poco, e per fortuna.
e.c. :
La politica di voler assumere esclusivamente personale SPECIALIZZATISSIMO, giovane, neolaureato e disponibile al “proprio (eventuale) ricambio” una volta concluso il periodo di prova…be’, sarà pure brutta, ma è comunque legittima. Di contro, però, provo un enorme piacere nell’intasare l’e-mail di questi studi con il mio insignificante curriculum “a caso”.

Il curriculum “a caso” non crea nessun danno ai miei colleghi. TUTTI abbiamo un qualcosa da dare. TUTTI, seppur minimamente, possiamo dare un contributo positivo all’idea. Alla causa. Allo studio.

Il problema è che questi studi vogliono la tavola già apparecchiata, imbandita a festa, e con la governante pronta a servire il cinghiale cacciato appena qualche ora prima. Se veramente hanno necessità di un elemento esclusivamente TOP, dovranno anche loro sporcarsi le mani, all’interno di quella matassa composta dai 900 e passa curricula che ricevono ogni giorno.

Vogliono un renderista? E allora è ovvio che lo studio non può contrattare una persona che non lo sia. Ma se in studio ci fosse già un renderista, e ne volessero un altro? Gli studi di oggi devono cercare di capire che spendere denaro (non molto) e tempo per la formazione dei propri dipendenti è un VALORE AGGIUNTO. Con la crisi che c’è oggi, non possono chiedere di meglio. E se lo chiedono, allora sono costretti ad entrare nell’ordine di idee che questa è una lotta per la sopravvivenza, dove migliaia di possibili dipendenti e centinaia di piccoli e medi studi fanno di tutto per non affogare. Tutti contro tutti. Il mercato è questo.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.