Colleghi ruffiani e servili...

messaggio inserito giovedì 23 giugno 2011 da Edoardo

Edoardo : [post n° 266359]

Colleghi ruffiani e servili...

...nonchè atteggiantisi a "draghi" indispensabili allo studio, che spengono le luci e l'aria condizionata per risparmiare, come se fosse loro... ...redarguendo a voce alta.
...COME VI COMPORTERESTE?
P.S. nello specifico del sottoscritto trattasi PURE di soggetto "fidanzato" con una delle figlie di uno dei titolari. Dentro la famiglia.
arcesca :
.....in questo caso, caro Edoardo, bisogna sopportare....sopportare... sopportare....sopportare...sopportare...sopportare...............................................................................
Kia :
fossero questi i problemi della vita. Suvvia. L'aria te la riaccendi. Gli dici che altrimenti da lesso (o cotto al vapore) non sei produttivo per lo studio. Le luci è buona norma spegnerle se non si usano. Su quest'ultima cosa è il mio capo che è uno sprecone perchè col sole alto di mezzogiorno abbiamo lo studio con luminarie da Redentor (nostra festività lagunare) e evidentemente c'ha il dito inganfito (voglia di fare niente) per spegnersele.
Per l'aria condizionata mi viene in mente il vecchio studio dove eravamo noi a nn volerla per paura di prenderci il colera visto che il risparmio era sulla manutenzione (mai puliti i filtri)!!Ah!AH!A!H
Kia :
Buttala in ridere e riaccenditi l'aria!Vediamo cosa ti dice il collega.
Edoardo :
...mmmhhhmmhmhmhmh, il bello è che lecca il cubo anche a me! ...quindi penso che sia una dote naturale, non una malizia sua, mah, misteri della scienza.

HELP! COSA STATE "PROGETTANDO"? ...SIETE ANCORA VIVI o VIVE???
tunas :
Ho a che fare con lecca**** giornalmente, ma devo dire che quando lavoravo a Milano, La leccacu*aggine era a livelli davvero alti. Giovani ragazzi e ragazze che per uno sputo ( e dico sputo) di stipendio, sempre tutti col sorrisino falso e parecchio servizievoli. Se c'è una cosa che odio sono i falsi, coloro che si fingono ciò che non sono solo per apparire. A mio parere sono parecchio facili da scoprire, se fossi uno dei capi la cosa mi darebbe molto fastidio.
Kia :
x Tunas.
alla fin fine tutti i nodi vengono al pettine. Magari all'inizio possono anche piacere al capo ma poi la vera natura emerge. Meglio uno che lavora sodo senza smancerie o uno che parla e basta ma nn conclude?Può durare per un po' ma poi lo eliminano! certo che se è fidanzato con figlia del capo e nonostante le leccate magari il suo lavoro lo fa....., Edoardo se lo deve tenere!!ah!AH!che situazione comica. L'unica è nn pensarci perchè nn è ch facendoti il sangue amaro risolvi la cosa.
Edoardo :
Ma è bravo! SE sei bravo... ...basta! Non è che ti devi inginocchiare a soffiare nel plotter se non va, lo sappiamo.
Poi lui l'ingegnere l'ha sempre fatto, io il mio lavoro è dal 2008 che non lo faccio più! Comunque di figlie ne hanno 6, libere ne restano 2... ...fossi come lui... (P.S. il bello è che lavora di nascosto con le strutture dello studio, anche la notte, ma per un suo amico coetaneo benestante che si è messo in proprio, uno che mentre ci lamentavamo della condizione di noi giovani è venuto fuori che s'è comprato un BMW 325 td - 6 cilindri 190cv - da 40.000 euro e si sta costruendo la casa).
Basta, mi auto-censuro.
carmen :
una delle opzioni sarebbe quella di...mandare tutti a ca....e e.......provare la libera professione (vedi post precedenti) :) :) :)
Edoardo :
Hai ragione carmen... ...ma non ho il BMW pagato da babbo, bensì una Civic pagata da me (anche se tosta), sembra una cavolata ma oggi è una differenza sostanziale.
Edoardo :
Pensa carmen... I genitori di questo giovine ing. (ora un pò meno) gli dissero: "Figlio mio, mettiti in proprio... ...fai tesoro della tua laurea, non puoi mica mortificarti e fare il dipendente a 1200 euro al mese!" ...e intanto gli mandano gli amici, i geometri del loro paese a cui affidano i calcoli ecc ecc..
Beh, io ed il mio collega, anche per rispetto per questo lavoro e per chi non ha avuto la possibilità di essere assunto, per ora ci mortifichiamo.
Poi si vedrà, ma per quanto?
Sento il caldo... ...mi sa che l'accendo.
Buona serata.
Ily :
Oh Edo, ma chi se ne frega della macchina biturbo?!?
Aspettalo al varco quando si lamenterà del bollo, dell'assicurazione, che non trova parcheggio, che ha paura dei ladri, che ha paura che glie la righino, che si lamenta di quanto consuma...
Alla fine una macchina grande e costosissima è una schiavitù, solo a mantenerla...
I genitori di questo fanno bene a fargli pubblicità, se ci riescono...
Edoardo :
Oh Ily, è un diesel... pure se 6 cilindri ...non è mica un M3!
Poi non è biturbo... ...quella sarebbe la GT-R, V6 biturbo benzina, perfetta per andare in cantiere.
Poi le macchine costosissime sono altre.
Poi se posso anch'io, nel mio piccolo, tornare ad avere prospettive dedicandomi assiduamente all'architettura... ...rinuncerei ai miei vizi-rifugio pur di riuscire a venir fuori dalla palude, mettendomi in gioco.
(Quanti poi ho scritto, sono ossessionato dai poi)
Speriamo nella donna di un mio amico... ...di Lugano, dice che... mah, mando il CV? Avranno un tavolo che balla o una sedia?
Per ora non posso che stimare i miei titolari e anche il mio collega, alla fine... ...brava gente, lavoratori, ma anzichè andare avanti siamo andati indietro.
Purtroppo la colpa non è nè loro nè mia e gli anni passano... ...mah.
Kia :
Scusa Edoardo, ma ti rode qualcosa se ogni volta citi gli amici "benestanti" con il macchinine, ecc.ecc.ecc. ma bastaaa!questi soggetti ci sono e ci sono sempre stati. Non è che ci possiamo sparare.
Kia :
in realtà volevo dire "macchinone", ma s'era capito penso.
Edoardo :
Ma sì è per fare un pò di pour parler, sempre che la redazione tolleri il famigerato "Effetto Chat". Sono appassionato pure di auto, purtroppo... ma forse mi sta passando. E' forse un vuoto affettivo, che non trovando appagamento nel lavoro sfocia in acquisti compulsivi e passioni trasversali.
Oggi il protetto non era in ufficio, con un titolare ho detto: "Azz. è in ferie!" ...e il futuro suocero protettore: "No, poverino, è in cantiere".
Il cantiere è roba da uomini, da ingegneri... ...mica da frocette (per loro).
E si va avanti così. Finchè dura.
desnip :
Azz... Edo... hanno 6 figlie!!! E 2 ancora libere! Dovresti darti da fare...;-)
Edoardo :
A me piacciono le cose difficili, desnip... ...poi, malgrado il contratto, posso essere uno pronto a partire dall'oggi al domani, vincolarsi è 'na tristezza, è la morte cerebrale. Secondo te, se la figlia di quello che è anche il tuo padrone (diventeresti un professionista succube di tuo suocero) ti pianta un cornino... ...dici qualcosa o fai il sorrisino?
Come il lecchino? E magari metti pure tu un cornino? ...col sorrisino?
Kia :
spunti interessanti per commedia alla Virzì!!!
Alfonso2 :
Ciao Edoardo! Ogni tanto torno a leggermi il blog. I tuoi post sono sempre quelli che preferisco!
Auto a parte, di cui non sono onestamente appassionato, vorrei farti una domanda: mi sembri uno sveglio, che probabilmente ha capito "come gira il mondo" molto prima della fine dell'università - come sei finito a studiare architettura?
E perchè non hai comunque tentato altre strade?

Edoardo :
Ciao Alfonso2! (non mi dire che una bella Subaru STI non ti interessa....)
Provo a risponderti.
In realtà avrei dovuto fare il madonnaro, o comunque l'artista... ...nel senso che "si dice" avessi un talento artistico notevole.
L'incu_ata, che alla fine tale non è, l'ho presa perchè mi sono illuso di trovare un compromesso tra la presentabilità tecnica, auspicata da mio padre che mi voleva ingegnere/finanziere/cadetto, e l'espressività personale che ero sicuro di possedere e che non volevo far morire.
Il problema è che allo scientifico ero pure capace nelle materie scientifiche, mah.
Quindi, tra uno zio pittore di Roma e un padre ossessionato dagli ingegneri E DAI SOLDI ho detto: "Why not Architettura?"
Poi ho cominciato a vedere questi: ($$$) e sono diventato schiavo di quei pochi soldi, comunque considerati in ambito famigliare l'unico valore lavorativo, soldi che mi hanno costretto a ripiegare nella Provincia, illudendomi che sarebbe stata una prima tappa verso una carriera altrove.
Purtroppo, vuoi per la crisi vuoi per altro... ...così non è stato.
Pentitomi ora di non essermi proposto a suo tempo a chi non mi avrebbe pagato ma mi avrebbe FORSE dato l'opportunità di emergere dalla melma, navigo a vista in un limbo grigio, lontano dal mondo che conta, totalmente sfiduciato... ...come penso molti di noi.
Edoardo :
P.S. ...ancora adesso temo di no aver capito come gira il mondo, Alfonso!
Alfonso2 :
Credo che la tua esperienza sia comune a molti di noi.
Un po’ è capitato anche a me, cercavo la mezza via tra l’ingegneria, la tecnica e la libera professione = imprenditore di me stesso. Resomi conto dell’errore verso la fine degli studi ho corretto il tiro.

In realtà dai tuoi post invece mi sembra di capire che hai le idee chiare. Forse la sfortuna ti ha giocato la possibilità di emergere dal limbo come dici tu. E ti tieni il posto che hai, visto anche il periodo.
Comunque hai le idee molto più chiare di molti nostri colleghi.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.