Novità sulle P.Iva - riforma lavoro

messaggio inserito venerdì 11 maggio 2012 da pepina

geo :
quindi se ho capito bene NON comprende tutte le p.iva che hanno l'iscrizione ad un albo, ordine o collegio.... o no?!
se è così comprende pochissime p.iva.. è quasi inutile "scervellarsi" sopra a una legge che non farà cambiare nulla...
pepina :
ho capito la stessa cosa geo. era per la cronaca....colpisce ad es. le p.iva da disegnatore
Kia :
io fatalità per 2011 ho fatturato proprio 18mila tondi. Però ho p.iva da architetto quindi sarei stata cmque esclusa. A me basterebbe semplicemente essere pagata di più e avere più autonomia nella gestione della giornata. Comunque se ne inventano delle belle....mi dà l'impressione che non sappiano + che pesci pigliare per riformare.
Ad ogni modo non ci hanno reso un bel servigio. Prima quando pareva che fossero inclusi anche gli iscritti all'albo c'è stato il panico negli studi e rischiavamo di restare a casa direttamente invece di essere + tutelati, adesso dicono che il tetto è 18 mila per essere p.ive vere.....boh,18 mila lordi è meno di quello che prende un operaio, senza offese per l'operaio s'intende.
Inoltre il fatto di mettere nero su bianco che se sei iscritto ad un albo allora sei per forza una vera p.iva e di aver fissato questo tetto dei 18 mila in generale per i possessori di p.iva non iscritti ad albo.....secondo me danneggia chi magari aveva intenzione di denunciare una determinata sua situazione all'ispettorato del lavoro. Adesso, se non vado errato, è tutto legale?bella mossa veramente....almeno prima se uno denunciava, il giudice del lavoro poteva anche dargli ragione, mentre adesso con l'ipotesi di riforma pare che la finta p.iva sia magicamente scomparsa....Ma avete avuto anche voi questa impressione o sono io che ho un attimo di delusione generale e mi sembra una presa per i fondelli continua?
sissi :
Tranquilla Kia, stessa impressione tua, ovvero ci prendono per i fondelli!
Potevano almeno stabilire il tetto a 30 mila euro (come era quello degli ex minimi), ma lo sanno che se uno ha la p.iva e non è iscritto all'albo (per esempio i disegnatori che hanno inps) e un reddito lordo di 18 mila vuol dire che arriva a malapena a 900 euro al mese? Non è difficile da calcolare, visto che sembrano dei geni dell'economia (ovviamente mi riferisco a chi si inventa queste leggi). Loro ci vivrebbero con questa cifra?
Scusate lo sfogo da venerdì pomeriggio...
Kia :
Ma almeno rimettessero il regime dei minimi come era l'anno scorso....cioè si paga il 20% senza limiti di età ma almeno di si salvava un minimo. Adesso è veramente un macello quando si superano i fatidici 35 anni. E non è che i fatidici 18mila del post sopra si raddoppiano magicamente. Anche io ho la depressione da venerdì pomeriggio.....:((((((
pepina :
Concordo nello sconforto generale. Penso che la cosa cambierà ulteriormente....
Ily :
Si vanteranno di aver eliminato le finte partite Iva, MA:
- sono esclusi tutti gli iscritti a un albo: architetti, ingegneri, geometri, avvocati, commercialisti, geologi. Praticamente tutti (TUTTI) i collaboratori degli studi tecnici.
- sono esclusi quelli con reddito SUPERIORE A 18000 euro lordi, cioè ben 1500 euro lordi, che sono 1100 euro netti...
Che dire, una leggiona!!!
Kia :
x ily:
si, le hanno eliminate su carta. E' come quando alzano i livelli di legge massimi consentiti per sostanze nocive....
Ily :
Appunto...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.