Condono edilizio, al Senato ci riprovano

messaggio inserito martedì 30 ottobre 2012 da redazione p+A

redazione p+A : [post n° 302354]

Condono edilizio, al Senato ci riprovano

Mentre nuovi fabbricati crollano sotto le scosse di un terremoto, e centri abitati vengono sommersi da ondate di fango, c'è che si appella ad un principio di "uguaglianza" per giustificare la riapertura dei termini del condono edilizio 2003 per tutto il territorio nazionale.
Leggi la notizia:
[p+A news: Condono-edilizio-al-Senato-ci-riprovano]
laura :
....sembra una barzelletta. speriamo che non ritirino fuori la proposta. che paese...!!!
ponteggiroma :
sono solo gli ultimi colpi di coda di un sistema politico marcio ed incancrenito... Tranquilli saranno tutti spazzati via entro breve...
laura :
speriamo @ponteggiroma.
io penso che in ogni caso non sarà una operazione indolore ma le conseguenze di questa agonia sono rieschiose.

una legge fatta resta operativa se non viene abrogata, e difficilmente avviene per iniziativa parlamentare. speriamo la "bestia" muoia in tempo ;-) poi ci leccheremo le ferite. ciao!!
liberopensiero :
purtroppo sono le solite proposte che trovano consenso verso quei cittadini furbi e disonesti tanto da non spaventarmi se ciò dovesse passare. A tranne beneficio, con l'integrazione del termine ultimo, saranno le amministrazione comunali e lo stesso stato che farebbero cassa........visto il regime fiscale di questi ultimi tempi............
archiiunior :
in sicilia l'abusivismo è una norma a DOC. Il Pdl cerca di recuperare voti attraverso il condono, così gli amici geometri saranno felici.
Edoardo :
archiiunior, pure gli amici architetti che lavorano SOTTO ai geometri, purtroppo, non piangerebbero se questa poco nobile e squallida cosaccia, attualmente, fosse l'unica attività per permettere ad un fior fior di architetto (fuori casta) di lavorare e non venir messo a casa. Ovviamente se quel fior fior può permettersi cose nobili, magari superfinanziato da qualcuno, fa bene a disprezzarle e dedicarsi al Baukunst, esperienzando. Il New Deal per risanare TUTTI i centri storici, mettere in sicurezza il territorio, abbattere le periferie fatiscenti e ricostruirle da capo ...è pura utopia perchè richiede investimenti pubblici diretti, che avrebbero come obiettivo non tanto e non solo il miglioramento delle infrastrutture e della qualità dell'edificato ma soprattutto la possibilità di "far lavorare" la gente, aumentando il PIL e rimettendo in moto l'economia attraverso i consumi e, in un secondo momento, riattivando le aziende private. Roosevelt lo attuò nel 1933 per uscire dalla Grande Depressione: altri mezzi, altri tempi, ed altra politica. (e forse anche altre palle). ;-)
MRBLUE :
...siamo alle solite: premiare il truffaldino che ha fatto abuso!...a mio parere un nuovo condono non servirà neanche a far cassa alle amministrazioni dato che ad oggi almeno al mio paese, ma credo in tutta italia, ci sono da chiudere ancora condoni della 47/85! pratiche di quasi 30 anni fa!...e poi il condono già c'è stato nel 2009, dato che molti tecnici comunali compiacenti hanno fatto passari abusi come piano casa e li hanno sistemati...ovviamente non il povero cristo che ha fatto 5 metri d'abuso nella sua piccola dimora di campagna per farci entrare un nuovo nipote in arrivo, ma il tal costruttore che ha da sanare i vari 18mq di garage diventati misteriosamente soggiorno e angolo cottura del villino di 40 mq da progetto che misteriosamente diventano 80 tra garage trasformato e sottotetto 'non-praticabile' divenuto zona-notte!!...vogliono far cassa? obbligassero chi ha una domanda di condono aperta dal 85 o 94 o 2003 a chiuderla entro 12 mesi, con relativi conguagli versati, e poi vedi come si rimpingua la cassa dell'amministrazione!!...
ponteggiroma :
Non si farà mai un nuovo condono... è solo scena, ricordatevi che siamo in campagna elettorale!
laura :
@ ponteggiroma. proprio perchè siamo in campagna elettorale io temo ;-)
**
@ archiiunior: intendevi ad hoc? DOC vale per i vini. se era una sottogliezza, scura ma non ho capito il nesso. :-)
**
@ Edoardo....abbiamo visto a che progresso portano queste iniziative, no? per un singolo lavoro mandiamo a rotoli un paese insieme massacrandolo e tenendo in piedi sempre "il mercato del lavoro dei furbetti e spudorati"? pensiamoci, se ne vale la pena! ciao!
gio :
Io rimango sbalordito da questi Architetti che si scandalizzano, di fronte ad un condono edilizio che sarebbe sacrosanto, inoltre sempre questi Architetti che non si tirano indietro nel completare, dal punto di vista istruttorio le domande di condono edilizio degli '85, '94 e 2003, dove non si tirano indietro nel progettare e sistemare le case cosiddette "abusive", ed ora che fate gridate allo scandalo come i geologi??!! Quando c'è stato il terremoto in Emilia Romagna dov'eravate cari Signori, mi sembra che li sono caduti fabbricati perfettamente regolari, oppure vogliamo parlare delle progettazioni che fate nei piani di zona 167, dove progettate per le cooperative case di 90 mq, con soffitte "lavatoio" e taverne che poi sotto il vostro consenso vengono trasformate in civile abitazione. Io sono d'accordo nel non condonare le case nelle zone altamente protette, ma ormai la maggior parte degli abusi si fa per necessità. Vi rendete conto che la validità di un piano regolatore sarebbe di 10 anni e in realtà per avere un'approvazione ce ne vogliono 15 anni????!!! ma di cosa parliamo??!!! siamo in un'ITALIA CHE STA CON LE PEZZE!! DOVE I POLITICI NON ESISTONO SONO TUTTI DEI PORTABORSE CHE DAL PUNTO DI VISTA POLITICO NON SONO NULLA!!! A NESSUNO IMPORTA DI QUESTO PAESE ABBIAMO UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CHE PENSA SOLO ALL'INTERESSE DELLE BANCHE, la disoccupazione aumenta in modo pauroso aziende che chiudono perchè non ce lavoro, le famiglie non riescono più a risparmiare e questa specie di politici pensano solo alla poltrona con alleanze strane e pericolose, invece di trovare una soluzione per questo paese e tutti questi ministri a cosa pensano solo alle proprie tasche, nessuno di questi grandi "PROFESSORI" è riuscito a trovare UNA SOLUZIONE per rilanciare questo paese hanno pensato solo a salvare le bache a danno di imprese e famiglie e questi sono ITALIANI QUESTI SONO I DISTRUTTORI DELL'ITALIA INTERA
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.