Le nuove proposte di lavoro nel nostro campo

messaggio inserito lunedì 5 novembre 2012 da Sogliola

Sogliola : [post n° 302680]

Le nuove proposte di lavoro nel nostro campo

Dopo 3 settimane di lavoro in uno studio dalle "belle proposte" senza accenno di retribuzione ma continue richieste di attendere perchè stavano cercando un contratto per inserirmi nell'organico, ecco che la fatidica proposta arriva: iscriversi all'ufficio di collocamento come disoccupata e attivare uno stage non retribuito e senza rimborso spese con quello studio. Io non ho più parole.
Dotting :
Guarda, con la crisi attuale la chiave per riuscire ad ottenere un lavoro discreto è avere un buon c.v., purtroppo per infarcirlo molto spesso bisogna ricorrere anche agli stage non retribuiti (o retribuiti per modo di dire).

Non c'è molto da fare.
luca :
se sono passati 12 mesi dalla laurea glistage non si possono piu' fare, e almeno su questo la Sig.ra Fornero ha azzeccato, perche prima ti proponevano stage anche a 50 anni
Edoardo :
Apro una parentesi: (Penso tuttavia che, dato che la gente fa di tutto per "infarcirsi" il cv, mai come oggi il cv significhi poco o niente. Uno che cerca per trovare una persona di qualità e capace, secondo me, dà un peso molto relativo al Cv e magari valuta cosa questa persona gli porta come suo lavoro, come sa illustrare i lavori e che padronanza ha, quale è la sua intelligenza. Poi c'è tutto l'apparato nozionistico normativo, importante ma secondario. Il figlio di papà che viene raccomandato dal BIG e messo a fare il pollo in batteria ha un CV migliore del mio come di molti di noi. Sicuramente ha "visto" processi più evoluti, tecniche sopraffine... ma pochi di questi "currinculati" generalmente ha una preparazione a 360°, cultura e sensibilità progettuale, data anche dal confronto diretto che solo negli ambiti poco o nulla "curriculanti" si può acquisire).
Chiudo la parentesi per dire a Sogliola che forse si trattava del solito utilizzatore occasionale, purtroppo.
Ily :
Se vai in un piccolo studio tecnico probabilmente il titolare cerca uno che sappia fare tutto, o comunque molte cose, piuttosto che uno sia stato in 5 studi mega archistar abbia disegnato solo bagni (per dire), oppure particolari di porte o fatto solo plastici o rendering.
Dotting :
Per infarcire il c.v. mi riferisco ad avere un po' di esperienza lavorativa, meglio se variegata, sono d'accordo che "si valuta ... come sa illustrare i lavori e che padronanza ha, quale è la sua intelligenza", ma senza un c.v. un minimo decente spesso non si ha neppure l'occasione di farsi valutare.

Non mi riferisco quindi a 6 mesi di stage da una archiStar (che dimostra solo che i tuoi genitori hanno discrete possibilità economiche), ma collaborare (ad esempio) 4 mesi con uno strutturista, 4 mesi con un impresa e altri 4 per un progettista ti fanno "sprecare" un anno ma rendono incredibilmente più pesante il tuo c.v.

Concordo poi con Ily, dipende molto da che tipo di lavoro cerchi.
Ily :
E se invece uno collabora per vari anni in un piccolo studio dove si fa di tutto?
Tipo catasto, perizie, amministrazione condominiale, progettazione, pratiche, ricerche e commento di leggi... E non cambia perchè si trova bene?
Non è la stessa cosa? Anzi, se uno sta per vari anni in uno stesso posto vuol dire che lavorava bene no?
Dotting :
Tutto quello che funziona non si cambia, questo è un fatto incontrovertibile, io mi riferivo ad un altro obbiettivo, quello di formare un tecnico nel miglior modo possibile nel più breve tempo possibile, soprattutto nell'ottica di un c.v. "invitante".

Negli studi piccoli e "generici" si impara (anche bene) ma ci vuole più tempo perché tra un tipo di pratica ed un altra della stessa tipologia passa parecchio tempo, se fai legge 10 non stop per 4 mesi al 5o sarai quasi capace di farne una senza consultare nessuno, se ne fai 3 l'anno ti ci vorrà molto tempo per imparare bene "il mestiere".

Vedere poi 3 modi diversi di applicarsi ad una professione tecnica (parlo del mio esempio 3 studi in 1 anno) ti da una visione di insieme migliore rispetto a quella che ti darebbe un singolo studio professionale, oltre a darti la possibilità di capire qual'è lo sbocco professionale che preferisci.

Ovvio che se dovessi trovare lo studio che ti piace (e al quale piaci) sarebbe sciocco cambiarlo, ma in questo caso verrebbe a mancare l'utilità di avere un buon c.v. :)
Edoardo :
Vieni dove sono io dotting!
Quando si è neolaureati si vede un pò tutto in maniera o bianca o nera. Poi dopo le prime esperienze, dopo qualche anno, si colgono tanti aspetti diversi e il bianco diventa grigio come il nero, seppur di tonalità diversa. ;-) Ovviamente c'è chi sa perfettamente come apparire candido (bianchissimo), non pagando i collaboratori o dipendenti, sorridendo, dicendosi che è un grande architetto. Forse Sogliola è stata proprio vittima di uno di questi.
Sogliola :
Premetto che fino a ieri ho lavorato come libero professionista con lavoretti miei. Questa persona ha bisogno di una consulenza e di una prestazione professionale per cui io ho le competenze e l'esperienza e come pagamento mi ha offerto uno stage non retribuito. Cosa me ne faccio io di uno stage, visto che se trovo altri incarichi, mi pagano senza problemi come hanno sempre fatto tutti fino alle collaborazioni precedenti?
Dotting :
...ehm... ora capisco un pò meno, se sei un libero professionista competente ed esperto prima di arrivare a "3 settimane di lavoro in uno studio" avresti dovuto presentargli un preliminare di incarico relativo alla prestazione che ti è stata richiesta.

Avendo poi una p.iva (essendo libero professionista) non capisco perché attendere di esser inserito nel loro organico, gli fai una fattura relativa alle opere da te svolte e amici come prima.

Poi al massimo dopo esser stato pagato proponi tu uno stage non retribuito a questo simpatico committente.
Ily :
Questa sera il mobiliere mi deve montare uno scaffaletto nel bagno: dite che se dopo il montaggio gli dico "grazie per il campione gratuito" si arrabbia e pretende i suoi €€€? :D
luca :
una persona di recente mi chiedeva consigli, ad un certo punto ho detto che potevo dedicare tutto il tempo che voleva ma a pagamento , mi ha risposto "Ma io chiedo solo dei consigli, per far fare il lavoro ai miei operai" io non ho risposto
Kia :
scusa sogliola, mi associo a dotting.Se hai una partita iva per farti pagare come mai ti propongono uno stage non retribuito?!Mi stupisco a questo punto che tu ti sia fatta 3 settimane là senza il becco di un quattrino. Di solito succede ai neolaureati che sono intimiditi nel parlare di compensi per la loro prima esperienza lavorativa, ma se tu scrivi che già lavoravi e venivi pure pagata....boH! di a quelli dello studio che dopo 3 settimane di lavoro è arrivato il momento di fargli una fattura e basta.
Sogliola :
Ha voluto che collaborassi con il suo studio per via del mio curriculum e perché al momento necessita di una figura come la mia. Dalla collaborazione si è passati ad altri piccoli incarichi di semplice disegno sempre con promesse affidamento di ulteriori incarichi. Adesso, nel momento di firmarmi l'incarico, anziché firmarlo mi ha proposto di pagarmi mediante stage con promessa di inserimento nel suo studio.
Ily :
DILLO CHE E' UN PESCE D'APRILE FUORI STAGIONE!!!
Ily :
Quel tizio è un genio: altro che i film di Bunuel e i racconti di Franz Kafka :D
Edoardo :
@Luca - con-si-gli, anche a me chiesero per una villa da 1 milione di euro (costo costr.) da far realizzare magari all'amico geometra dell'ameno borgo montano. E avrebbe "fatto curriculum" secondo quel caro albergatore, al tempo molto amichevole e cordiale. Gli chiesi un anticipo perchè ebbi un incidente e mi disse: "Per quei due disegnetti!". Ero appena laureato... ma a fancu_o l'ho mandato.
P.S. L'albergatore gira con un SUV Cadillac a benzina.
luca :
che bella allegoria da parte di sogliola, peccato che dopo 360 giorni dal conseguimento della laurea gli stage non si possono piu- fare (riforma Fornero), ma i titolari degli studi sono duri a capire, effettivamente le perversioni umane sono le piu- strane e il film "sodoma, o le 120 giornate di Salo-" è su questo molto chiaro. Il capitolo intitolato "il girone della merda" si adegua al al caso di sogliola

p.s. il film si trova anche su youtube, va capito e non parla di sesso come molti purtroppo credono
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.