Venerdì 24/5

messaggio inserito venerdì 24 maggio 2013 da pepina

pepina : [post n° 317504]

Venerdì 24/5

ricollegandomi ad Edoardo in un certo qual modo sul tema delle Università vi chiedo...Che tesi di laurea avete discusso? quanto ci avete impiegato a completare l'opera? Vi ha portato sbocchi lavorativi o accademici..?
A voi la parola e buon venerdì!
Vado a fare una vas.
Kia :
Ciclo di studi: 5 anni. Tesi di restauro (progettuale, non compilativa). Tra una cosa e l'altra ci abbiamo messo (eravamo in due) circa 1 anno e mezzo ma dovevamo finire anche gli esami (circa 4 a testa). La commissione ci ha dato, tutto sommato, anche soddisfazione, punteggio alto, ecc.ecc.
Dal punto di vista lavorativo, avendo fatto una tesi di questo tipo, ho trovato lavoro dopo pochi mesi (intanto facevo un altro lavoro non attinente) in uno studio che si occupava principalmente proprio di restauro. Però sono stata fortunata perchè ho avuto l'impressione, che altri studi a cui mandai il curriculum mi avessero scartato proprio perchè avevo fatto una tesi di quel genere.
Tata72 :
Vecchissimo ordinamento. Tesi di restauro sul consolidamento strutturale e restauro lapideo di un cimitero monumentale. Ero da sola e ci ho messo un paio di anni abbondanti. La commissione ha apprezzato, il resto del mondo no. Nel frattempo il bel cimitero se ne sta venendo giù e io, dopo aver disegnato frigoriferi, ora lavoro nelle costruzioni in legno (ma non faccio l'architetto).
Ily :
Vecchio ordinamento.
Tesi compilata in circa un anno. Uno studio completo degli intonaci decorati del centro storico di Siena.
Ottenuto 7 punti su 8 perché (secondo la commissione) "tesi poco progettuale". Ma li possino...
Ily :
Tata... anche i miei intonaci senesi son già venuti giù in buona parte...
pepina :
Tesi di restauro, rilievo, rilievo del degrado, progetto. Un anno di lavoro. Tutti a dire che me l'avrebbero pubblicata e invece....è un mattone che prende polvere!E comunque anche il mio edificio sta marcendo...
DR COSTA :
Nuovo Ordinamento a Firenze, tesi in progettazione architettonica ed urbana; 8 mesi per preparare la tesi + 6 mesi ( prima) per il laboratorio di sintesi finale per la stesura del master plan necessario alla preparazione della tesi.
Alla commissione è piaciuta mi hanno dato 110/110, peccato per la lode.
A cosa mi è servita???? A nulla, per fare SCIA, PdC di bifamiliari, capannoni e docfa, posso tranquillamente affermare che non è servita assolutamente a nulla, solo tempo e soldi sprecati; ma questa è un'altra storia.
franci :
Vecchio ordinamento.
Tesi di progettazione urbana-: iqualificzione dei Victoria Docks a Londra.8/10 mesi (contemporaneamente ho finito anche 2 esami)
Il consiglio d'oro che avevo ricevuto: "prepara la tesi nel più breve tempo possibile...e poi cerca subito un lavoro o un corso da fare."
Confermo che è un ottimo consiglio! Non farsi distrarre da inutili "elucubrazioni mentali"spesso suggerite dai relatori che fanno solo perdere tempo prezioso.Non conosco nessuno a cui la tesi sia servita poi per lavorare!!!!
susa :
specialistica, tesi in parte progettuale (fermandomi ad un progetto di massima) e in parte compilativa.. compilata in 3-4 mesi facendo solo quello, voto alto. non mi è servita per niente a trovare un lavoro... ma non mi pare stia servendo molto neanche a chi ci è stato dietro un anno o più, magari con promesse di pubblicazioni o simili.... quindi confermo anche io il "consiglio d'oro" di franci!
d.n.a. :
Ste donne che fanno tutte le restauratrici.. voi che dovreste essere il futuro, pensate sempre al passato.. :-D
Nuovo ordinamento ('93 - 5 anni), durata tesi più di un anno, risultato soddisfacente, almeno ho fatto vedere qualcosa che non si vede spesso..
tesi progettuale architettonica, tensostrutture sulla laguna veneta.. una follia unica, ma mi son divertito troppo..
Ily :
D.n.a. Non esiste futuro senza passato :D
ponteggiroma :
caspita, ma allora non è vero che siete tutti giovani.. ed io che credevo di essere troppo vecchio!. Io progettuale 8 mesi, 6 punti... fatta tutta a mano su tavolo da disegno, ormai completamente dimenticata, incluso il titolo.
kitto :
Vecchio ordinamento. Disegno dell'architettura. Pensavo fosse un modo più veloce per chiudere il discorso università invece mi sono impaludato in rilievo e progetto esageratamente vasto per una persona sola. Tempo impiegato 1 anno e 5 mesi. Il voto di laurea mi ha premiato, ma il mondo del lavoro fino a un mese fa manco lo sapeva che tesi avevo fatto; ultimamente qualcosa si sta muovendo, nel senso che c'è stato l'interessamento di qualcuno con l'intenzione di realizzarci qualcosa, ma ci credo poco. La particolarità della mia tesi? è tutta su cd, non esiste uno straccio di prova di carta. Da una parte ringrazio il professore che mi ha esonerato dalla stampa (a dir la verità, più per essere al passo con la contemporaneità virtuale che per solidarietà economica), ma dall'altra non ho niente da sfogliare :(
pepina :
@Dr Costa, ti facevo più vecchio
@kitto e franci, vi facevo più giovani
@ponteggi, vai in cantina e cerca il titolo della tesi, che siamo curiosi
DR COSTA :
Per Pepina:
Ma sono vecchio ho ormai la veneranda età di 35.anni ....anzi no in Italia chi ha 50 anni è un giovane architetto.....ahahahahahah
ivana :
Sono andata in cantina: recupero e riuso di un edificio industriale, c'era un pò di tutto, restauro progetto urbanistica, un anno e mezzo di felicità fra archivi storici e progetti, ottimo punteggio. Utilità strettamente personale.
Edoardo :
Progettazione Urbana con laboratorio di sintesi a FI, da solo... plastico compreso: 11 punti (per fortuna non dalla patente). Forse a qualcosa è servita, ora è arrotolata nella casa in montagna, credo sopra ad un armadio. Il prof. disse: "Beh quel quartiere di case dei ferrovieri buttiamolo giù, non si può fare una frittata se non si rompono le uova!" Purtroppo dopo furono solo uova, anzi ...gusci vuoti. (ma qualche soddisfazione urbanistica me la sono tolta devo dire).
Edoardo :
Ah, dimenticavo... lab. con Paoli e Del Bono, poi tesi con quest'ultimo.
gianluca :
Ordinamento '94 Quaroni Roma, tesi in prog.ne architettonica e strutturale, ponte della Scienza all'Ostiense, 6 mesi per la preparazione e 11 p.ti... Sboccchi accademici si, ebbi la possibilità del dottorato di ricerca in tecnica delle costruzioni, lavorativi un pò meno...
desnip :
Ma cos'è una tesi "compilativa"?

(ponteggi, mi sa che sono io la più vecchia...:-( )
daaada :
Università Sapienza di Roma
Tesi progettuale: Masterplan - quartiere per 10000 abitanti
Numero tavole: 6 - niente plastico
Revisioni: principalemente via mail
Durata tesi: 4 mesi più o meno. Ultimo esame dato a fine Novembre 2009, tesi discusssa Gennaio 2010. Durante la discussione si visionava anche il lavoro del laboratorio di sintesi.
Durata della discussione: non più di 15-20 minuti immagino
Punteggio: 7 punti ma non so su che totale, visto che si vocifera che il punteggio massimo è deciso di volta in volta dalla commissione, cmq è stato il punteggio necessario a raggiungere 110/110.

Atteggiamento della relatrice poco più che trentenne: SBRIGATI!

Sbocchi: ovviamente nessuno, ma ho imparato a .. sbrigarmi!
kitto :
Eh? 4 mesi?!!! io non ci facevo nemmeno un esame in 4 mesi...
Pepina forse mi sono espresso male perxhè ormai nn si sa più quale sia il vecchio e il nuovo ordinamento quindi per farla breve diciamo che sono dell'80 cmq anche io ce lo facevo più vecchio il DR COSTA.
desnip una tesi compilativa è quella che si basa sullo studio di un argomento noto che tu approfondisci (solitamente copia e incolla) e che alla fine si traduce in un libro più o meno spesso. In alternativa alla compilativa c'è la sperimentale (che secondo me è l'autentico significato di fare una tesi) in cui tu sostieni una tua tesi, sperimentale per l'appunto.
desnip :
Ho fatto una ricerca su google ed ho capito cos'è una tesi compilativa: in pratica la mia! :-)
Infatti ho fatto la tesi in storia dell'architettura su un noto monumento di Napoli, anche se oltre alle fonti bibliografiche esistenti ho usato soprattutto un documento inedito d'archivio.
Naturalmente non mi è servita a niente per il lavoro (glielo dicevo già allora al mio relatore che volevo fare la libera professione), ma è stata un'esperienza bellissima dal punto di vista umano e culturale.
Non ho nessun rimpianto.
ponteggiroma :
oltre a tanti vecchi (maturi) noto che ci sono anche tanti romani e noto anche che ora le revisioni si fanno via mail, fighissimo!
@pepina, ovviamente se scendo in cantina l'ultima cosa che cerco è la tesi ... nelle cantine si conserva altro :-)
@desnip a proposito ...di che annata sei? io 70
Arch. Ir :
Beh per una tesi puramente progettuale, 4 mesi mattina e pomeriggio mi sembra che sia abbastanza :-)
Dipende molto anche dal relatore e dal numero di elaborati ammessi, io avevo il limite di 6 tavole e ne ho fatte 5....(tesi triennale).
E' anche vero che per certi esami ci vogliono anni....in effetti è iun pò sbilanciata la cosa.....
kitto :
Ma allora c'è il trucco! Pensavo che daaada stesse parlando di una tesi quinquennale...
daaada :
@kitto lo so sembra assurdo, ma ci ho impiegato pochissimo e sì, si tratta di una tesi quinquennale. Anche io ho impiegato molto più per fare altre esami, progettuali e non. In effetti la tesi non è uno dei lavori di cui vado più fiera, sviluppato veramente solo per terminare finalmente l'università. Ma come ho detto prima non è servita ad avere alcuno sbocco professionale.
Pensa che all'inizio volevo fare anche io la tesi in Rappresentazione (il tuo Disegno dell'Architettura), poi ho fatto i conti con le tempistiche e con la voglia di rimpinguare le casse di una facoltà che, a mio avviso, non rendeva in termini formativi quanto chiedeva in termini economici.

@ponteggiroma beh ovviamente le revisioni non si svolgevano solo via mail, ci mancherebbe, ma il costante supporto on line per chi, per una revisione di pochi minuti tra treno e altri mezzi, doveva farsi quasi un'ora e mezzo di andata e altrettanto al ritorno, era ed è stato un grosso vantaggio.
Siamo poi nell'era in cui con internet puoi veramente annullare le distanze e lavorare fianco a fianco ad un tuo collega che si trova a km di distanza (esperienza appena passata ed anche egregiamente!).

Arch. Ir :
Ma anche quinquennale, l'argomento di tesi si sceglie come il relatore, quindi complimenti a chi si prende 3 anni per fare la tesi ma non è obbligatorio, è in molti casi una scelta personale.....soprattutto come dicevo per una tesi puramente progettuale.

Poi è normale che si comincia quando non si sono ancora completati tutti gli esami ma prendersi due anni per la sola tesi come fa qualcuno, da un certo punto di vista è un bel lusso eh.
O forse la vedete più come estrema prova di resistenza alla brutale tortura inflitta da sadici docenti?
MATTI :
Nuovo ordinamento. Tesi sul QT8 (Quartiere sperimentale VIII Triennale) a Milano. C'era dentro restauro del moderno, progettazione, urbanistica. Un anno oltre ai due di laboratorio della specialistica. L'obiettivo finale era riuscire a far mettere un vincolo su alcuni edifici del quartiere e trasformarlo in quei bei quartieri europei (pensate a Berlino o Lione) che sono dei "musei a cielo aperto". Parecchi convegni, promesse di pubblicazione, collaborazione con la Soprintendenza... Risultato finale? Tutto sulla carta e forse ora qualcun altro starà facendo le stesse cose illudendosi che possano portare a qualcosa... Evvai!
desnip :
Ponteggi! Non si chiede l'annata a una signora...:-)
Arch. Ir :
Comunque hai un sacco di stelline, ma da qaunti anni esiste questo forum?
Ily :
Io trovo ingiusto che a me (Ferrara) la mia tesi (sperimentale su base compilativa) sia stata considerata "poco progettuale" perchè il progetto riguardava il restauro di alcuni intonaci... Ma se la mia tesi era uno studio sugli intonaci decorati di una città, cosa diavolo avrei dovuto inserire come progetto? Un dirigibile?!?
Che poi parliamone, chi l'ha detto che una tesi di laurea in architettura deve essere per forza "progettuale" e non può essere una tesi sopratutto di analisi, tipo la mia?
Ily :
Sopratutto se la tesi è di restauro: e diciamolo, le tesi di laurea potrebbero essere preziosissime per creare una banca dati e una letteratura tecnica su cui basare l'archeologia dell'architettura!!! Se in italia le facoltà di architettura fossero seriamente interessate al restauro, potrebbero indirizzare gli studenti a creare studi organici (cioè su un'intera città, o porzione di essa) relativamente ad esempio a:
- Mensiocronologia;
- Cronotipologia di portali, finestre, intonaci, coperture...
- Studi di tessuti urbani (nel mio caso ho notato una correlazione tra tipo edilizio e intonaco decorato, ad esempio, basandomi su Caniggia.
La parte forse migliore del mio lavoro (sepolto in un cassetto, purtroppo) è uno studio completo sulle finte finestre: analisi delle tipologie, delle regole compositive del loro uso, delle tecniche di realizzazione e della loro evoluzione nel tempo. E le finte finestre sono un ottimo strumento per capire come erano fatti tipi di infissi ormai perduti o molto rari.
Oltretutto l'unico studio organico (su cui ho basato il mio lavoro) è un articolo sul caso di Roma, risalente agli anni '80...
Perchè una cosa del genere non è considerata "utile"?
ivana :
@Ily, non penso dipenda da quanto fosse progettuale la tua tesi, ma da quante "stelline" aveva il tuo relatore...
Kia :
Ily, mi trovi perfettamente d'accordo.
pepina :
Infatti a causa di una diatriba tra prof. il mio voto di laurea ne ha risentito...lasciamo stare che non l'ho ancora digerita.
ArchiFra :
tesi sia di ricerca che progettuale, un anno. promesso 10 punti, pubblicazione, assistentato, bla bla bla. l'assistente in carica del mio relatore, dottoranda, si fece cogliere dalla gelosia e iniziò a mettermi i bastoni tra le ruote cancellandomi gli appuntamenti )mi chiamava dicendo che era stato disdetto così il prof rimaneva ad aspettarmi incacchiato). quando ho scoperto che era lei a fare tutte queste carinerie, ormai il danno era fatto, il prof era nero con me, a un mese dalla discussione mi ha fatto cambiare TUTTA la tesi col risultato che dovetti presentarmi alla sessione successiva, quando la discussi uscì addirittura dall'aula, quando la commissione si riunì passo il tempo al telefono (cose riferitemi dal correlatpre amareghgiatissimo). presi solo 2 punti per una tesi che ne valeva 8 di più. a distanza di 8 anni sono ancora amereggiata
Ily :
Non pensavo che esistesse così tanta cattiveria a questo mondo, sia da parte della dottoranda che del tuo professore.
Quella della dottoranda è stata perfidia pura, ma anche il tuo professore è stato inqualificabile, perché: 1) Ma il professore prima di incazzarsi con te non ti telefonava magari per chiederti perché avevi saltato la revisione, e se andava tutto bene? 2) Nemmeno provare a crederti no eh? 3) Cacciare a calci la dottoranda no eh?
m :
Rilievo archeologico - ninfeo Imperiale, anche con tecniche fotogrammetriche. Bellissimo! circa un anno...
Sbocchi professionali pochi, sbocchi accademici un pò ...per un paio di anni ho collaborato col mio prof. in progetti di ricerca e con la soprintendenza come volontaria del servizio civile (ma stavo nell'ufficio tecnico) ...tutto bellissimo, ma poi per motivi economici ho dovuto scegliere di cambiare settore!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.