Venerdì 31/5

messaggio inserito venerdì 31 maggio 2013 da pepina

pepina : [post n° 318263]

Venerdì 31/5

Sbagliando si impara?
Qual'è l'errore professionale più grande che avete commesso? Siete riusciti a risolverlo? A posteriori, vi è servito commetterlo?
Buon venerdì!
scettico :
Iscrivermi ad architettura
Purtroppo no
Direi proprio di NO
pepina :
:)
DR COSTA :
Fare l'Architetto, non ho ancora risolto il problema ma ci sto lavorando.
Edoardo :
Aver sparlato in pizzeria con un amico circa il delegato locale (ed amico) di un miliardario emiliano, per il quale avaevo fatto un progettone insieme ad un mio amico geometra firmante. Avevo la cognata seduta di fianco e non lo sapevo. Figurone di mer_a io ...ed il geometra che mi telefona inviperito, essendo stato chiamato dal delegato divenuto poi un boss locale.
Il progetto è stato costruito, ci sono forse stati chiarimenti... ...ma ogni volta che incrocio quel tizio nel paese ho un brivido gelido.
Lezione: mai parlare in pubblico, soprattutto in un paese, e mai far passare un cliente coi soldi per stupido od incompetente... anche a costo di fingere.
kitto :
Sì.
L'architetto non commette errori, al massimo delle sbavature.
Sì grattando con una lametta e un po' di pazienza.
Sì, sono passato al computer (anche se ogni volta che andavo a stampare era peggio che una trasfusione!).
pepina :
L'architetto commette errori eccome! E poi gli operai lo benedicono in cantiere
Arch. Ir :
L'architetto non sbaglia, ma talvolta agisce per vie trasversali molto originali che gli altri non riconoscno, sbagliando, come tali.
:-)
ponteggiroma :
errori volontari ed involontari se ne possono commettere eccome...
Unica cosa che posso dire e consigliare è fate moooolta attenzione alle asseverazioni....
Arch. Ir :
In effetti asseverando per vie traverse, le conseguenze arrivano in line retta......
Martina :
io credo fortemente che debba essere integrata nei corsi di diritto urbanistico una buona parte di diritto civile e penale che interessa la nostra professione . Questo non manderebbe allo sbaraglio quei giovani professionisti che dopo il tirocinio prendono da soli il volo e si trovano come giovani fringuelli tra gli avvoltoi ! Perche' l universita' non colma questa lacuna formativa ? ... forse perche gli avvoltoi hanno fame ? he he he he
Arch. Ir :
Perchè i docenti, in buona parte il volo non lo hanno mai preso :-)
ArchiFra :
l'errore madornale? iscrivermi ad architettura e/o non buttarmi subito a fare concorsi pubblici appena laureata
Mila :
Concordo!!!! Viene propinata molta, molta e ancora molta, se pur necessaria, teoria. Pratica solo relativamente a progettazione, modelli, ecc. Zero informazioni sulla pratica della professione, sui rischi insiti in essa, sulle conseguenze civili e penali che possono derivare, sui canteri, sugli sbocchi professionali (chi spiega all'univeristà cos'è una CTU, che fare l'architetto non è praticamente quasi mai, in Italia, progettare ma molta burocrazia, che si può fare l'architetto anche scrivendo relazioni come consulente in vari campi e non progettando niente?).
Edoardo :
In effetti Mila se me lo avessero spiegato all'inizio avrei fatto ingegneria. Ed il pittore.
ponteggiroma :
si ma così edoardo non avresti potuto più "aspirare" a fare i progetti
Ily :
Io non mi pentirò mai di aver fatto architettura.
Mai!!!
Edoardo :
Meglio "aspirare" che "espirare" in efetti. Ed ancora "Meglio una donna giovane, bella, ricca e intelligente che una vecchia, brutta, povera e stupida" come affermava il buon Catalano.
ivana :
sono contentissima di essere architetto, ma ultimamente mi pento di non aver sposato un bravo geometra ;-)
ponteggiroma :
o un assessore....
Ily :
Meglio un miliardario (donne) o un'ereditiera (uomini).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.