Premi concorsi d'architettura

messaggio inserito mercoledì 12 giugno 2013 da kitto

[post n° 319245]

Premi concorsi d'architettura

Ma per chi c'hanno preso?!
Ogni tanto mi tolgo lo sfizio di fare qualche concorso e stamattina ho fatto un po' di ricerche.
Alcuni premi sono sconcertanti, manco alle elementari:
- ipad
- abbonamento annuale a teatro
- soggiorno settimanale tutto compreso in località x
Quando lo facciamo il VaffaDay?!!!!
:
Sono amenità per figli di papà, come il praticantare gratis da un massone o similia.
:
I concorsi pubblici e privati andrebbero eliminati in maniera radicale . Servono esclusivamente per introitare i soldi delle iscrizioni e premiare gli amici degli amici . due parole : ELIMINARE RADICALMENTE .
Riguardo ai premi , me li immagino gli organizzatori che parlando dei vincitori prima della pubblicazione del bando dicono : Mia nipote avrebbe bisogno di un cellulare nuovo .... invece mia cognata vorrebbe un abbonamento al teatro .... a mia zia farebbe bene una vacanza , ha lavorato tanto per noi , se l'e' meritata ! hahahahhaha ELIMINARE RADICALMENTE i concorsi pubblici di progettazione, siamo gentaglia e non ce li meritiamo !
:
un architetto inglese, Charles Hollande, che, probabilmente oppresso da problematiche comuni a tutta la categoria professionale, ha espresso il suo pensiero in merito ai tanto discussi concorsi di progettazione, spiegando attraverso 10 semplici concetti i motivi per cui ne risulta inutile oltre che dannosa la partecipazione.

Riportiamo, di seguito, la traduzione completa del post.

"Si prega di smettere di partecipare a concorsi di progettazione. È pura follia. Ecco i perché:
È un metodo che spreca tempo e risorse. Riuscite a pensare ad un altro settore simile, o, più pertinentemente, ad un'altra professione, in cui si perde così tanto tempo e denaro per rispondere ad una offerta di lavoro? Avete mai visto i medici intraprendere una serie di operazioni speculative non pagati, al fine di convincere le persone che hanno davvero bisogno di una protesi d'anca? No.
Ti portano via gratis la tua risorsa principale: le tue idee. Dopo di che, il resto è routine.
È altamente improbabile vincere. Questo è solo un dato di fatto. Alcuni sono meglio di altri, ma nessuno riesce a vincerli tutti e la maggior parte perde spesso.
Anche se si dovesse vincere, è improbabile che l'edificio sarà costruito. La maggior parte delle gare sono speculative, non nel senso che il cliente è alla ricerca di architettura sperimentale, ma nel senso che vi sono pochi o nessun finanziamento e nessuno ti informa di tutti gli ostacoli del progetto.
Pertanto, spesso l'unica cosa più deludente del perdere una gara, è vincerla (nel lungo periodo accade quasi sempre).
Si tratta di un modo piuttosto terribile di costruire un edificio. Immaginate un sistema in cui desideri qualcosa, ma non sai esattamente quello che è. Quindi fai una lista delle cose che pensi che vuoi e inviti tutti ad inviare le loro idee per quello che sembra che vuoi. Non hai altra interazione con loro se non per e-mail, e, alla fine, devi sperare per il meglio e scegliere quello che vuoi. Questo è il processo dei concorsi di architettura. È simile agli incontri su Internet, ma meno divertente.
I concorsi inizialmente ti lusingano a pensare che si sta progettando, per esempio, la Oslo Opera House o una Città Nuova fuori Madrid, ma, in realtà, non stai facendo questo. Fino ad arrivare la commissione e ti rendi conto che stavi solo facendo finta.
Nessun altro al mondo capisce perché lo si sta facendo. Tutti si sono abituati a non vederti uscire, a non prenderti una vacanza o vederti non lavare per cinque giorni. Ma continuano a pensare che tu sia matto.
Si potrebbe fare senza stress. Per tutto quel tempo. Tutto questo sforzo. Le nottate e i viaggi a rotta di collo per andare a stampare le tavole. Il tirocinante inviato al più vicino Inverness (corriere) in quanto sei sempre in ritardo con la spedizione! La trepidante attesa per i risultati che non arrivano a volte! Onestamente, si potrebbe fare a meno.
Ricordate: non è il fallimento che ti ucciderà. È la speranza.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.