Se un architetto con cui collabori non paga?

messaggio inserito giovedì 14 agosto 2014 da SPES14

SPES14 : [post n° 346260]

Se un architetto con cui collabori non paga?

Buongiorno. Ho una domanda da porre. Collaboro da un anno e mezzo circa con un architetto, come professionista free lance. Non abbiamo mai formalizzato i singoli incarichi in quanto ad ogni incontro si stabiliva cosa doveva essere fatto e da chi. In base alle cifre che stabilivamo verbalmente poi venivo pagata con fattura. Negli ultimi mesi ho predisposto per conto di questo architetto due DIA per nuove costruzioni all'interno di una lottizzazione, occupandomi sia della realizzazione del modello 3D in base alle indicazioni progettuali sia dell'elaborazione delle tavole per il comune. Per questo incarico ho ricevuto solo un anticipo e a tutte le mie richieste ulteriori l'architetto in questione ha sempre risposto che l'impresa (committente dei lavori) non lo aveva pagato e che lui pertanto non mi anticipava nulla. Premesso che il mio lavoro l'ho svolto per lui e non per l'impresa, che lo stesso architetto mi ha più volte ripetuto che al rogito avrebbe ricevuto un pagamento per cui avrebbe pagato anche me, che il rogito c'è stato ma io non ho ricevuto alcun bonifico, che gli ho più volte chiesto di regolarizzare le competenze economiche tramite una lettera d'incarico che si è sempre rifiutato di firmare, che non risponde più alle mie mail, vi chiedo: come posso procedere per ottenere il pagamento di quanto mi spetta? A qualcuno è già capitata una situazione analoga? Grazie mille
Alle :
segnalazione all'ordine se le dia hanno il tuo nome ha poco da fare il furbo
carrie :
Ho lavorato per diversi anni in uno studio come "dipendente a P.IVA", ad un certo punto ha iniziato a non pagarmi piú trovando ogni volta scuse su scuse. Alla fine ho deciso di andarmene. Premetto che avevamo una specie di contratto/accordo tra le parti sottoscritto da entrambi in cui si stabiliva anche la modalitá di pagamento. Quando me ne sono andata mi sono rivolta ad una mia amica avvocato che ha richiesto una mediazione tra le parti: lui si impegnava a pagarmi quanto dovuto in rate di importo stabilito a partire da una certa data e con scadenze regolari ogni mese. Ha pagato la prima rata e poi basta. Con la mediazione sottoscritta da entrambi il mio avvocato ha potuto procedere direttamente con l'istanza di pignoramento ... ora aspetto la vendita dei beni pignorati per avere i miei soldi.
Purtroppo per ottenere il pagamento che ti spetta, se il soggetto in questione é particolarmente farabutto, puoi fare ben poco, l'Ordine mi ha risposto di rivolgermi ad un legale. Considera che tutte le varie spese, anche se poi in teoria vengono risarcite, le devi anticipare tu. Per questo la maggior parte, in questi casi, lascia perdere il tutto e "regala" i soldi al furbone di turno.
Ti faccio un in bocca al lupo e ti auguro di riuscire a recuperare i tuoi soldi il piú presto possibile!
DR COSTA :
Benvenuta nella giungla!!!!!
ivana :
sì è capitata, gli ho solo potuto augurare di spendere i soldi che mi dovevano come meritavano...
arko :
che puoi fare?
augurarti che abbia delle proprietà.

poi gli mandi una lettera da parte del tuo avvocato, e ti armi di pazienza...
tra 4/5 anni, ottimisticamente, avrai la metà di quanto hai chiesto, di cui una parte andrà via in spese legali.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.