i musei del cuore

messaggio inserito venerdì 31 ottobre 2014 da pepina

[post n° 350522]

i musei del cuore

per contenuto e contenitore...
:
Atipico e molto suggestivo.. ..il museo Doria Pamphilii di Roma, in via del Corso. Mi ci sono imbattuto per caso l'1 maggio (era tutto chiuso) e sembrava di entrare nel '700 dal momento che le opere sono disposte nel Palazzo così come furono collocate dai proprietari quando le acquisirono. Questo rapporto simbiotico e confidenziale in ambienti ad hoc, artificiosi e prepotenti (come il MAXXI) è assolutamente impossibile. Mi colpì, ero con la fidanzata ed eravamo quasi soli a scorazzare lì dentro.
:
Contentenuto e contenitore: il Muse a Trento di Piano.
per i contenuti i musei Capitolini
:
a me è venuta in mente una cosa più terra terra: le case museo fatte dentro i mulini che si trovano in olanda. Ne ho visitate un paio ormai tanti anni fa ma erano fantastiche sia per contenitore che per contenuto.
:
Pompidou a Parigi x contenitore e contenuto (sempre diverso e sempre divertente).
A grande sorpresa, il museo archeologico di Melfi. Bellissimo il contenitore (castello federiciano) ma ancora meglio il contenuto (nonostante io non sia un patito di archeologia). Una vera sorpresa, ci ritornerei ora (ha anche un costo ridicolo per quanto è bello). Da consigliare, magari con un tour Basilicata coast to coast
:
Carlo Scarpa, tutta la produzione...
Concordo con pepina sui contenuti dei musei Capitolini.
Oh... ma voi gira che ti rigira tutti a Roma venite? Ecco perché c'è tanto traffico...
:
Neue Nationalgalerie di Mies, vista tantissimissimi anni fa, ai primi anni di architettura. Vedendola ho capito quanto fosse sublime e quanto poco avessi capito di architettura vedendola in foto e planimetrie. Ricordo con piacere la collezione di sculture surrealiste. Sempre a Berlino il Pergamonmuseum, più che il contenitore il contenuto è emozionante, mai visto tanto marmo fremere di vita propria! E avanzare verso la porta di Babilonia, pur sapendo che di tutta la ricostruzione la parte originale era minimissima, mi ha affascinato! E Castelvecchio a Verona....
:
@ponteggi e ivana...Carletto era uno che ci sapeva fare...oltre a Castelvecchio, la Querini Stampalia e il Museo Correr a Venezia...oppure la piccola biglietteria dei Giardini della Biennale. Quando vedo gli intarsi mi commuovo ogni volta....http://winckelmann.wordpress.com/2013/07/09/alla-biennale-nel-1951/
Non ho visitato Palazzo Abatellis
:
Le Corderie dell'Arsenale di Venezia utilizzate dalla Biennale. Il contenitore è stupendo....il contenuto a volte è così e così. Però mi ricordo una esposizione "Ashes and Snow" di tanti anni fa particolarmente suggestiva.
:
Museo etnografico di Teodone (BZ) in Sudtirol.
Il "contenitore" è una villa di campagna del '600 con le facciate tutte affrescate.
Contiene la ricostruzione della cucina, la ricostruzione della bottega di un "guaritore" locale, la cantina e il granaio con mostra di arnesi agricoli.
Ci sono anche vere stanze di masi smontate e riallestine nel museo con tanto di mobili e suppellettili. Il Museo è allestito per sezioni (agricoltura, alimentazione, religione, feste, alpeggio...)
Il parco della villa è stata trasformata in una vera fattoria didattica con tanto di orti, animali e anziani contadini che danno dimostrazione della riparazione degli attrezzi, della fabbricazione di corde e ceste, di filatura e tessitura... Sono stati anche comprati tre veri masi in legno che sarebbero stati demoliti: sono stati rimontati con tanto di mobili e suppellettili.
C'è anche il ristorante dove si mangiano prodotti tipici.
Insomma si passa una giornata bellissima e si imparano molte cose sulla vita dei contadini di montagna e la cultura tirolese.
Splendido allestimento e splendide raccolte.
:
Kia io ho visitato la casa di Rembrandt ad Amsterdam! Mi fanno impazzire queste cose e infatti ho inserito un museo etnografico, dove la cosa più bella a mio parere sono le case contadine in mostra: masi in legno completi di mobili e oggetti d'uso (giusto per farti capire: letti fatti e tavolo apparecchiato)... E tutto vero (o comunque ricostruito fedelmente nei minimi dettagli con oggetti d'epoca).
:
@ily
concordo
:
@Ily conosco bene quel museo!!se ti piace il genere ti suggerisco Graz www.stuebing.at/it/, dalle parti di Colmar c'è questo www.ecomusee-alsace.fr/...Ma quello che preferisco è in Inghilterra, vicino Londra. Appena trovo il nome te lo dico
:
complimenti!! scelte memorabili, fra capolavori assoluti e "gioiellini" fuori dai tour
io propongo Hans Scharoun Biblioteca Nazionale di Berlino, che non è fuori tema perché ha diverse sale di esposizione per mostre temporanee e permanenti, x ivana a berlino anch'io ci sono stato ai primi anni dell'università, (ma era l'estate del 1989) e c'era il muro, ho varcato il Checkpoint Charlie con l'incredibile sensazione di fare trenta metri di strada e trenta anni nel tempo e poi il museo del muro!! ma non posso perdere l'occasione: Musée d'Orsay - Parigi (Gae Aulenti) con incredibili capolavori dell'impressionismo.
:
Se restiamo a Berlino sicuramente il Museo Ebraico nell'edificio progettato mi pare da Liebskind. Molto interessante e rientra nei musei etnografici. Il rotolo di stelle gialle da ritagliare in modo che gli ebrei si comprassero la singola stella in merceria è orripilante, colpisce come un pugno allo stomaco.
:
Comunque, el mejor... ...(dal mio punto di vista e forse non solo) è quello dedicato alle forme di vita che prosperano in Patatagonia.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.