Lavoro alternativo per architetto

messaggio inserito giovedì 11 dicembre 2014 da Gaia

[post n° 353203]

Lavoro alternativo per architetto

Sono laureata in architettura, ho 38 anni, dopo una breve esperienza in studio ho iniziato ad insegnare. Vorrei trovare un altro sbocco lavorativo. Non mi interessa la progettazione. Cosa mi consigliate?
:
Per darti un consiglio dovremmo sapere cosa ti piace...
:
Se non ti piace la progettazione, mi sa che va bene quello che stai facendo (insegnare).
Tra l'altro anche se si lamentano sempre (giustamente), gli stessi insegnanti precari hanno pur sempre stipendio sicuro, ferie, malattia, maternità, giornata lavorativa breve e un sacco di giorni di vacanza!
:
quoto desnip..
da quello che scrivi, dovresti essere insegnate da circa una decina d'anni circa giusto? io mi terrei il lavoro da insegnante, che se hai fatto la SSIS probabilmente sei pure nelle GaE.. che di questi tempi è come aver vinto alla lotteria
:
anch'io quoto desnip....
però mi permetto di dire: sarà perchè ho passato un'odissea con gli insegnanti di mia figlia, ma mi/ti auguro che almeno insegni con una certa passione. Non c'è niente di peggio di un insegnante che fa il suo mestiere perchè non ha niente di meglio da fare, ai ragazzi fa un danno colossale.
E, checchè gli insegnanti abbiano una certa ragione di lamentarsi, credimi, fuori dalla scuola è peggio.
Ma molto.
Ho qualche amica insegnante e spesso penso che vivano fuori dalla realtà.


:
scultrice, pittrice, scrittrice, babysitter, commerciante, faccendiera, ecc... Dipende dalle tue attitudini.
:
anche addetto alle pulizie. Lo dico perchè rispetto a quello che sto facendo in studio in questo momento sarebbe più stimolante pulire le scale di un condominio.,...scusate, oggi giornata pessimismo e fastidio
:
quoto anche te Kia.. idem credo che piuttosto che fare quello che sto facendo oggi io andrei a pulire le scale e ci guadagnerei pure... compenso orario netto sarebbe più alto... vabbè sarcasmo mode ON

cmq mi piacerebbe molto sapere per curiosità perchè Gaia non vuole più fare l'insegnante..
:
"Ho qualche amica insegnante e spesso penso che vivano fuori dalla realtà." Identico pensiero, fulser. :-)
Voglio loro un sacco di bene, ma certe volte le strozzerei.
:
concordo desnip, le strozzerei! ....
Tra l'altro in genere hanno un modo di voltare la frittata che quando sono con loro non riesco neanche a ribattere. Io mi accaloro e parto in quarta, anche perchè, ripeto, con gli insegnanti di mia figlia ne abbiamo passate di tutti i colori (parlo anche per gli altri genitori colleghi di sventura) e ho visto cose che noi umani ecc ecc.... ma non so come fanno, alla fine sono sempre loro le martiri, e riescono anche a farsi compatire!
Per non parlare della mia amica medico.
:
Ma come fa una di 38 anni laureata in arch. a non sapere ciò che vuole? Questo significa o arrendersi a contingenze pesanti (ci sta ma non è chiaro dal post iniziale).. oppure avere studiato e dato 50 prove d'esame per qualcun altro in passato.
Mi pare una domanda di una 15enne, senza offesa.
:
eh...mia sorella è insegnate (d'asilo va beh...insegna cmq) ma concordo. vive su un altro pianeta.
e nel mondo dei minipony. è di ruolo, due figli piccoli di cui uno all'asilo, tra una maternità e l'altra ha lavorato forse 6 mesi, subito in gravidanza a rischio, adesso fa part time.
suo marito è dirigente in banca a alle 17 è a casa.
hanno il coraggio di lamentarsi davanti a me (che va beh, sono dipendente quindi mi va pure bene) architetto e mio marito architetto che però a differenza mia è praticamente disoccupato.

credo che mi capiate.
:
ah ovviamente ha il coraggio di lamentarsi anche dello stipendio. 800 euro pulite per lavorare, udite udite, 14 ore alla settimana.

:
Edoardo, ti assicuro che anni fa avevo delle certezze anch'io, ma adesso, più passa il tempo e meno ne ho.
E non vedo lumi all'orizzonte.
:
Beh, sclerata devi sapere che i miei amici insegnanti (ne ho parecchi, sono praticamente circondata!), hanno il coraggio di affermare che loro lavorano solo mezza giornata, di solito, ed hanno circa 2 mesi di ferie all'anno, perchè il loro è un lavoro "usurante"! Sai, avere a che fare con l'educazione dei ragazzi è una cosa usurante...
Io lo trovo fortemente offensivo per tutti gli altri lavori. Soprattuto per chi, ad esempio, lavora in catena di montaggio. (Perchè non voglio mettermi in mezzo io, con tutti i problemi di "usura" che abbiamo noi architetti...).
:
Notare come la povera Gaia ha battuto in ritirata dopo questo fuoco incrociato!!!!
In effetti con gli insegnanti è come sparare sulla croce rossa... Ho grande ammirazione per loro a causa di alcune esperienze alienanti cui sono sottoposti come consigli di classe, scrutini e ricevimenti generali, ma in effetti le poche ore a settimana e le vacanze giugno-settembre con stipendio pagato sono... cioè, sono... scusate non riesco a finire la frase mi viene da imbracciare il mitra.
:
Le insegnanti non lavorano poche ore a settimana. La mezza giornata del mattino richiede ore pomeridiane di preparazione delle attività da svolgere in classe. Evidentemente chi pensa solo alle 18 ore settimanali di contratto ha una concezione dell'insegnamento basata sull'improvvisazione cosa che on ha niente a che fare con la professionalità.
Per Kitto: nel mio corso di studi ho amato tanto la storia dell'architettura, il restauro, statica, scienza e tecnica delle costruzioni e fisica tecnica.
Grazie a tutti.
:
In effetti Gaia ha ragione... le ore di insegnamento sono 18 (quando hai la cattedra piena) e in aggiunta a quelle ore ci stanno: consigli di classe, collegio docenti, consigli di istituto, colloqui coi genitori, preparazione lezioni, correzione dei compiti. In più, parlo per l'educazione tecnica, se fai 18 ore hai 9 classi quindi anche 270 alunni ogni anno.. Per carità è uno stipendio sicuro e stai sereno, ma non è che bisogna fare di tutta l'erba un fascio... ogni lavoro ha le proprie difficoltà e non tutti gli insegnanti sono scansafatiche, esistono anche insegnanti, magari architetti, che insegnano per passione. Io per esempio sono un giovane architetto di 29 anni, come voi mi faccio un mazzo così per sostenere le spese di irpef, inarcassa, ordine, aggiornamento professionale; lavoro in uno studio come finta partita iva ma è da un anno che mi preparo per superare il TFA per insegnare costruzioni alle scuole superiori (unica strada oggi per abilitarsi all'insegnamento) e sono riuscita a vincerlo senza raccomandazioni. La mia grande passione è insegnare e spero in futuro di riuscire a fare questo e anche l'architetto.
Questa la mia esperienza e solo per dire che non va fatto di tutta l'erba un fascio e c'è anche chi insegna per passione
:
Tutto quello che dici è giustissimo, ix. Massimo rispetto per il lavoro degli insegnanti. Ma vorrei che loro avessero lo stesso rispetto per il lavoro degli altri!
Non possono venirci a dire che fanno un lavoro usurante (anzi IL lavoro usurante), come se quello degli altri non lo fosse!
:
La facilità di andare fuori tema (e tutti gli insegnanti vorrebbero sottolineare tutti i post con matita rossa) in questa bacheca è impressionante!
Per tornare al quesito del post, visto che Gaia era molto impegnata coi suoi alunni (bentornata), direi che sicuramente potresti specializzarti nella efficienza energetica, intesa come diagnosi energetica, correzione ponti termici e cose del genere, magari approfondendo l'argomento con un corso CasaClima.
Oppure potresti provare a cercare negli studi specializzati in restauro, anche se la vedo più complicata. In ultimo, hai mai pensato di inserirti in uno studio di ingegneria, sicuramente troveresti più affinità.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.