ARCHILEAKS

messaggio inserito mercoledì 25 marzo 2020 da Ark

[post n° 430364]

ARCHILEAKS

Buonasera a tutti,
volevo proporre, come già scritto alla redazione ma ahimè non ho avuto una risposta, una sezione come il mitico sito Archileaks che girava qualche anno fa: una sezione in cui si danno recensioni riguardo agli studi, all'ambiente di lavoro, al modo di lavorare ecc ecc... a mio avviso uno STRUMENTO UTILISSIMO, che ovviamente qualcuno ha deciso di far fuori perchè veniva sputtanato davanti a tutti. Io propongo di aprire una sezione nella bacheca o qualcosa del genere, perchè con il passaparola e le recensioni si ha un feedback diretto sulla vita nei vari studi di architettura.
Che ne pensate?

ES.: Nello studio X mi trovo bene
:
Caro Ark, come te anche io anni fa trovai questo uno strumento utilissimo, però purtroppo devi valutare quanto segue:
Perché professionearchitetto dovrebbe prendersi questo carico? Che cosa succede se 30 50 o 100 studi italiani vengono attaccati da utenti di questa piattaforma? Se vengono pubblicati post aggressivi? Se arrivano denunce di sfruttamento o peggio comportamenti aggrassivi dei datori di lavoro e poi i nostri colleghi datori di lavoro denunciano il sito e chi scrive i commenti?
Non credo che questo sito sia interessato alla tutela dei diritti dei giovani (...) colleghi.
Ti faccio allora io una proposta, perché non provi tu a creare questa piattaforma? Puoi aprire un Blog oppure un gruppo su fb? Ma attenzione poi ai contenuti! Se vuoi mi offro di aiutarti.
:
La diffamazione a mezzo stampa (il web è compreso) è considerata reato penale. Dove stia il limite della diffamazione lo decide un giudice e se anche, ogni volta venisse esposta una querela, lo stesso decidesse che non sussistono ragioni per procedere, ci sarebbe comunque da contattare un avvocato, pagarlo, ecc, ecc. (nella migliore delle ipotesi). Se poi, il tutto, dovesse finire in tribunale, credo siate abbastanza grandi e vaccinati per sapere come funziona la giustizia e quanto costa (anche a chi ha ragione).
Tanto per chi si espone recensendo, quanto per il sito che verrebbe ritenuto corresponsabile, il gioco varrebbe la candela?

PS
Qualora vi sfugga, al cospetto della Polizia Postale, non c'è forma di riservatezza o anonimato giustificato/ammissibile.
:
Oltretutto il reato di diffamazione per come funziona oggi il nostro diritto mette bene al riparo chi denuncia e a grave rischi chi si deve difendere.
:
Ark ci sei ancora? Che ne pensi della mia proposta?
:
Si ci sono, la proposta è buona ma la voglia di prendere una denuncia in questo paese è poca!
:
Tutto sta a prendere delle corrette misure di sicurezza, per esempio mai lasciare liberamente pubblicare un post senza aver prima autorizzato, su facebook questo per esempio é possibile. Inoltre un gruppo chiuso non é pubblico.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.