DUBBI SU CERTIFICAZIONE ENERGETICA

messaggio inserito lunedì 9 maggio 2011 da vale

vale : [post n° 262027]

DUBBI SU CERTIFICAZIONE ENERGETICA

Salve, ho dei dubbi sulla certificazione energetica, spero qualcuno mi possa aiutare.
Per quanto riguarda la certificazione di un edificio esistente occorre avere una strumentazione per ottenere i dati necessari? Altrimenti come si fa?
In caso di vendita di un immobile la certificazione è obbligatoria? Chi deve pagare la certificazione? Chi vende oppure chi acquista?
Quale software bisogna utilizzare nelle regioni senza albo dei certificatori?
Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
dp :
1) strumentazione per verificare di preciso cosa? verificare se esiste la l. 10/91 ex 3 ex 373/76
2) si parte da zero se necessario averla;
3) va verificato punatulmante il decreto attuativo e la legge;
4) di norma chi la commissiona;
5) vedi 4)
6) indipendenemtne dalla regione uno che sia accreditato e dimostrabile il risultato

cordialmente
vale :
grazie per la risposta. ma non ho capito come si procede in caso di edificio esistente. come si fa ad esempio ad ottenere la trasmittanta delle pareti esterne di un edificio esistente? per questo pensavo ad un qualche tipo di strumento.
Francesca D :
La differenza di temperatura interno-esterno parte da presupposti oggettivi: Te= 0° C Ti=20° C in ambienti riscaldati.
Per le caratteristiche del materiale, se il database del tuo programma non le riporta, è possibile ricrearlo tramite inserimento manuale dei dati. Io quando ho "certificato" l'ampliamento di un ex cantina ho fatto così per avere i muri in blocchi di tufo.
Sull'esistente comunque è difficile avere almeno una classe C
Ante e Post :
Gianni, vorrei metterti al corrente che - nonostante io abbia controllato e non ci sia alcuna norma al riguardo - molti notai non stanno più accettando le autocertificazioni per un motivo a me ignoto.
Poi, non credi che sia uno sperpero di denaro fare un corso in una regione che ancora non ha legiferato (nell'ottica in cui questa regione presto ci darà una regolamentazione e fioriranno corsi ad hoc)? Io non credo sia utile farmi un corso ora, in cui spolverano le nozioni di fisica tecnica e mi complicano le idee con una legislazione farragginosa e applicata a metà per poi ritrovarmiforse con un attestato non valido!
gianni :
certo dipende da enti ed enti... una collega mia amica ha speso 1200 euro per un corso e non ha imparato nulla, mi diceva che passavano le ore a leggere le norme uni.
e poi ti racconto velocemente: mi affidano l'incarico di riqualificazione di un'abitazione rurale, costruita negli anni 70 e venduta al mio cliente un anno fa con tanto di ace in classe D. dopo le mie analisi ho valutato che la casa in questione sarebbe da demolire visti gli sprechi e che non e' affatto in classe D. Il risultato e' una bella causa ai danni del povero collega neolaureato che ha redatto un ace in una regione senza albo, chissa' forse era venuto su professionearchitetto a chiedere come fare.
vale :
forse non sono stata abbastanza chiara, mi spiego meglio.
a te gianni e al resto dei frequentatori del forum non deve interessare CHI sia ad aver bisogno di un aiuto/parere/consiglio e l'uso che poi ne farà delle informazioni raccolte.
io ho posto una domanda, se a te scoccia così tanto condividere il tuo sapere con gli altri (a questo serve un forum), allora non rispondere. ma ti rendi conto di aver scritto che non perdoni l'ignoranza di un collega, ma chi ti credi di essere (tu e tutti gli altri che si comportano come te)? tu sai tutto di tutto di tutto del mondo architettura, non posso crederci perché è impossibile. e mi chiedo: la volta che servirà a te qualcosa, cosa pretenderai? di essere aiutato? e perché? chi sa quella cosa potrebbe averci messo anni per impararla, perché dovrebbe condividerla con te, o peggio con tutti in un forum? quindi questo spazio non ha motivo di esistere, se tutti la pensassero come te. mi dispiace notare che sono proprio in tanti quelli come te, che aggrediscono invece di aiutare qualcuno che ha bisogno.
per me ogni domanda è lecita (ognuno può ignorare un qualcosa senza che per questo debba essere aggredito o giudicato), poi se ho tempo, voglia e competenza allora rispondo oppure no. tutto qui. solo agli architetti bisogna spiegare come utilizzare un forum, non mi era mai capitata altrove questa cosa. si vede che c'è tanta rabbia repressa nella categoria, ma non te la prendere con i colleghi o presunti tali. mi sembra assurdo arrabbiarsi, al massimo si può rimanere stupiti perché uno non sappia una cosa. la tua reazione è stata fuori luogo e soprattutto esagerata, per questo anche preoccupante. vi rendete conto che su questo forum uno non può dire di essere un architetto alle prime armi che viene aggredito a prescindere? solo perché ha commesso il delitto di ignorare qualcosa che per un altro è ovvia. è forse una questione di invidia verso chi ha ottenuto un lavoro? su questo spazio le aggressioni verbali sono all'ordine del giorno, non si può porre una domanda! mi ripeto, a cosa serve un forum dove un qualcuno non può porre una domanda?
spero di essere riuscita a spiegare il mio punto di vista, è una cosa così ovvia che mi sembra assurdo essere qui a discuterne.

riguardo la certificazione energetica, è probabile che molti notai non vogliano l'autocertificazione perché in alcune regioni l'autocertificazione non si può produrre. dipende tutto dalle singole leggi regionali. in tanti autocertificano per risparmiare i soldi da dare al tecnico e poi nei censimenti le regioni si ritrovano tutti gli edifici nella classe peggiore.

accidenti, ci ho messo due giorni di ricerche su internet per scovare questa info e voi solo due minuti per leggere il post. sarà giusto? oggi però mi sento magnanima e ho deciso di condividere questa info con voi e il resto del forum... ma veramente gli architetti (non tutti ovviamente) ragionano così? anzi no, un architetto (non tutti ovviamente) non avrebbe condiviso. ma che tristezza!!
SR :
"Per quanto riguarda la certificazione di un edificio esistente occorre avere una strumentazione per ottenere i dati necessari?
Altrimenti come si fa? "

Non necessariamente... si può fare una buona certificazione facendo un buon sopralluogo dell'immobile con tutti gli elementi presenti: materiali, stratigrafia delle frontiere opache e trasparenti, il tipo di impianto, ecc.

"In caso di vendita di un immobile la certificazione è obbligatoria? "

Si lo è. Dal 1 Luglio 2010.
www.studiotecnicorossoni.com/obbligatorio.htm

"Chi deve pagare la certificazione? Chi vende oppure chi acquista? "

Di solito è chi vende...

"Quale software bisogna utilizzare nelle regioni senza albo dei certificatori?"

Molti usano il Docet/Pro per un calcolo semplificato e solo per edifici/immobili esistenti... di software ce ne sono tanti, importante è capire se può servire anche in caso di nuove edificazioni o ristrutturazioni, per cui occorrono calcoli più analitici.

Spero di esser stato d'aiuto. :)
vale :
Sì che sei stato d'aiuto. Grazie mille SR!! :)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.