Rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. 192/05

messaggio inserito mercoledì 29 giugno 2011 da Gian

Gian : [post n° 266672]

Rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. 192/05

Salve,
devo presentare un progetto per la ristrutturazione interna (demolizione di alcuni tramezzi) e per l'apertura di un nuovo vano finestrato da adibire a vetrina espositiva presso un locale commerciale. L'intervento non toccherà gli impianti esistenti.
Adesso mi chiedo, è necessaria la redazione della relazione sulla ex L.10/91 ovvero la "documentazione comprovante il rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. 192/05"?
Attendo consigli costruttivi, ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente
Gian
getix :
Se l'intervento riguarda l'involucro edilizio, e questo mi pare il tuo caso, devi attraverso la relazione ex Legge 10/91, dimostrare che le chiusure rientrino nei parametri previsti per legge . . . . inoltre se segui la legge e tutti gli allegati (ti consiglio di trovare su internet una guida), ti condurrà verso altre verifiche che, valuterai se fare oppure no.
NIO :
inoltre, generalmente, è il progettista dichiara se serve o meno la legge 10 e di conseguenza se ne prende la responsabilità... se poi si pensa che variando la grandezza o il numero delle stanza, varia anche la disposizione o il dimensionamento dei terminali, ne consegue che la legge 10 dovrebbe servire per moltissimi casi... cosa che non avviene per molti motvi (che delinare sarebbe inutile)...
lela :
Se l'intervento non interessa più del 25% della superficie d'isperdente dell'u.i. non vi è necessità di presentare la Legge 10 e neppure ACE.
Gian :
Beh, in effetti l'intervento interessa una superficie ben inferiore al 25% dell'involucro. Per tale motivo mi sembrava superfluo.
Ringrazio tutti per le delucidazioni
Gian
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.