passaggio in classe E con caldaia a condensazione?

messaggio inserito martedì 3 gennaio 2012 da Campanellino

[post n° 279641]

passaggio in classe E con caldaia a condensazione?

è possibile che in un condominio degli anni 60 con riscaldamento centralizzato, installando caldaia a condensazine e valvole termostatiche su tutti i termosifoni, si riesca a rientrare in classse E?

Ho fatto diversi ACE per altri condomini della stessa epoca dove, proporzionata sul volume dell'appartamento, avevo più o meno la stessa potenza (6,5 KW)...e per tutti mi veniva una plausibile classe G...non capisco perché qui mi viene E!!

Continuo a ricontrollare ma mi sembra tutto corretto...potrebbe dipendere appunto dalla caldaia a condensazione, quindi rendimento termico utile 107.5?
Inoltre anche le varie perdite sono molto basse, dato che avevo tutti i dati dalla scheda tecnica e quindi non ho dovuto usare i valori di default: a bruciatore acceso 1.2, spento 0.1, mantello 0.3
:
Eph di partenza ed Eph di arrivo?
in sostanza: quanto migliora il tuo valore?
se è solo un appartamento con un S/V basso e stai al limite della classe G il salto di classe è plausibile
bye bye
:
No non c'è un prima e un dopo...c'è solo il mio risultato attuale che è 140. Il confronto non è con un risultato prima del rinnovo dell'impianto ma con appartamenti in condomini con caratteristiche analoghe ma senza caldaia a condensazione. Il mio S/V è 0.28
:
0.28 è valore molto basso quindi puoi anche starci che sia in classe E.... (sei al limite della F, comunque)
quanto ti viene l'efficienza in riscaldamento?
se vuoi provare a fare un confronto ricalcola buttando dentro caldaia tradizionale (stessa potenza - monostadio - e perdite di default... rendimento metti un 90%) e leva le valvole termostatiche: ti renderai conto di quanto pesa la regolazione e la diversa caldaia
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.