ACE per casa di genitori..?!

messaggio inserito venerdì 6 aprile 2012 da Mila

Mila : [post n° 287746]

ACE per casa di genitori..?!

Ciao a tutti abito in Toscana, mia madre mi ha chiesto di farle un ACE per una casa di sua proprietà.
Le ho subito risposto di no, non si può, c'è la dichiarazione di indipendenza del tecnico...

(D.Lgs 115/2008, Allegato III, art. 2: "nel caso di certificazione di edifici esistenti, l'assenza di conflitto di interessi, ovvero di non coinvolgimento diretto o indiretto con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati, nonche' rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente.)

Però scorrendo questa bacheca mi accorgo che non tutti la interpretano allo stesso modo, e certificare per parenti di primo grado viene ritenuto accettabile.
Che faccio? Le faccio spendere 300 euro e sto in pace con la mia coscienza? o evito di essere così pignola?

Datemi esperienze e pareri, grazie!
Dani :
Il certificatore deve essere un soggetto terzo, non deve essere coinvolto nè nella progettazione e DD.LL, nè deve avere vincoli di parentela con la proprietà, (mi è stato confermato anche al corso di certificatore energetico che sto seguendo). Saluti.
DANI :
Ma falla tu e falla firmare da un tecnico di tua conoscenza... è tanto semplice..
gaby :
chiedi al tuo ordine forse ti sanno dare una risposta + precisa
john :
Non so per le regioni che hanno legiferato in materia, ma per chi si attiene alle norme nazionali non sapevo ci fossero problemi. Come al solito sono concetti poco chiari. Posso sapere sulla norma dove è espresso che non si debbano avere i vincoli di parentela?
Mila :
La normativa nazionale non parla, da quello che ho potuto accertare, di parentela. Ma la frase "nonche' rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente" mi sembra che sia abbastanza chiara...Altrimenti potrei fare l'ACE anche per casa mia...Insomma forse mi avete convinto, mi sa che non la faccio...
pasqua :
Ciao!...credo dipenda anche da cosa certifichi io, per esempio, ho fatto un ace per il mio ragazzo e l'appartamento è in classe G credo che da questo non ne abbia tratto nessun vantaggio!un conto è certificare classe A e un conto classe G.
Mila :
Vi ringrazio tutti.
X Dani: beh io non firmerei mai qualcosa non mio, anche se un piccola pratica. Lo so che in molti lo fanno, per mille motivi, ma io non lo farei e non mi sento di chiederlo a nessuno.
X Pasqua: in quel caso si trattava del tuo ragazzo, difficile che si possa accertare il "legame"..mentre nel mio caso è facilmente appurabile che è mia madre! Anche per me sicuramente sarebbe edificio in classe G...E' un vecchio fabbricato, ristrutturato, ma senza alcun intervento sull'involucro o sugli impianti..In effetti penso che, essendo classe G, alla "proprietà" (mia madre) non derivi alcun vantaggio!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.