locali non abitabili nelle certificazioni

messaggio inserito giovedì 12 aprile 2012 da franci

franci : [post n° 287990]

locali non abitabili nelle certificazioni

Come vi comportate nel caso di sottotetti non abitabili in realtà utlizzati come locali di abitazione o magazzini ?
Mi confermate che non devono essere considerati nei conteggi per le certificazioni?
Come riconoscete, in maniera sicura, che un locale non è abitabile?E'necessario per forza fare riferimento al regolamento di una cera zona? Se si hasolo la planimetria catastale?Grazie a tutti
Cristina :
ciao! se la superficie è riscaldata va calcolata per ottenere il valore di efficienza energetica!
franci :
Sì sono anche locali riscaldati anche se in realtà corpi scaldanti ecc sono stati aggiunti dopo l'abitabilità.A tutti gli effetti risultano però locali non abitabili e quindi non riscladati.
Sei sicura che debbano essere considerati nella certificazione?
cybercarota :
anche io ho lo stesso dubbio! per un corretto calcolo termico dovrebbero essere considerati, però ufficialmente nel mio caso risultano locali uso mansarda non riscaldati e non sono sicura di come debba comportarmi...
Cristina :
Io li inserirei per un calcolo corretto dal punto di vista termico, anche onde evitare che ti contestino il risultato...Meglio stare "larghi" che al limite...Lo so che in Italia funziona un po' così ma noi tecnici non dobbiamo farci influenzare dalla burocrazia...
franci :
Ciao Cristina,io utlizzo come software 2k 888 e in una delle pagine compare la superficie oltre che il volume su cui si è effettuato il calcolo.
Inserire la superficie anche dei locali non abitabili credo creerebbe grande confusione perchè sarebbe in contrasto con quanto accatastato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.