Non sprecate tempo e soldi....

messaggio inserito lunedì 20 febbraio 2012 da abilitato!

[post n° 283780]

Non sprecate tempo e soldi....

In italia c'è questa truffa chiamata esame di stato che mi ha tenuto fermo anni. Per questo ecco il mio personale consiglio. ANDATE AD AVERSA. Non sprecate tempo e soldi con altre facoltà come Milano, Venezia o simili che hanno l'ordine di abilitare solo il 10 o il 20% degli esaminandi quando va bene.
Ve lo dico da amico.
:
giustissimo!
:
E' comodo prendere sempre la strada più facile vero?
:
certo che è comodo! che domande...semmai è da sciocchi prendere quella più difficile! a che pro? l'esame di stato non misura la bravura o l'essere pronti a fare l'architetto con tutte le responsabilità che comporta. ciò si vede dopo, nella professione...quindi l'importante è arrivare il prima possibile a questo dopo! io non l'ho fatto ad aversa ma in un'altra sede considerata "facile", ossia ascoli piceno...che poi tanto facile non è stata ultimamente. non mi andava di buttarci tutti quei soldi che chiedevano ad aversa (lo considero ingiusto e uno spreco), ma nemmeno provare in una sede considerata "più difficile" ma solo perché si passa soprattutto se si ha fortuna. io ero preparatissima e sinceramente essere giudicata in base al caso non mi andava proprio!
:
ti dirò secondo me non è sempre sempre il caso per quanto riguarda gli esami di stato.
Cmq contenti voi che vi piace prendere sempre le strade più facili....
:
Perchè, secondo voi c'è meritocrazia? Secondo voi le sedi più difficili sono tali perchè la gente che lo fa in quella sede è più scema o impreparata? No. A prescindere dalla preparazione che ci deve essere (altrimenti finisci in galera alla prima pratica) l'esame di stato è semplicemente un sistema di "controllo delle nascite" per assicurarsi una certo monopolio.
Non è questione di prendere la strada più facile o difficile, è questione di iniziare a lavorare.
:
Dico solo che pagare una certa somma in più rispetto alle altre sedi facilita di molto il successo di abilitarsi in una determinata sede di cui non faccio il nome.
:
Ho speso molto di più in un'altra sede in tentativi falliti perchè "non sono bravo con i colori" che non in un'unica volta lì. A parte la prima volta, nelle altre il progetto era inattaccabile ma, fatalità, non facendo a tempo a colorare venivo bocciato con puntualità. L'esame di Stato è una pagliacciata all'italiana e nient'altro.
:
concordo con abilitato!
:
..e ci risiamo come al solito ad ogni sessione!...l'esame di stato non fa il professionista serio e capace, l'esame di stato è solo un modo per spillarci altri soldini dopo tutti quelli dati durante gli studi e basta...ora se i fatti stanno così perchè non approfittare di una via più semplice anche se più dispendiosa?fino ad un certo punto perchè se lo provi 2 volte a roma hai speso i stessi soldi...mi piace vincere facile?si, assolutamente si!già la vita di suo è difficile perchè non approfittare dove si può?...ma nella professione a chi interessa dove e con quanto uno si è abilitato?...a nessuno...allora GOD SAVE AVERSA!!...
:
Io sono stato fatto fuori all'orale presso la sede della mia provincia di residenza. Congedato con un "Benissimo" dopo una ottima interrogazione. L'unica contestazione rivolta fu sul progetto, verso due tramezzi non ortogonali che a detta del commissario "non si potevano fare". Commissario ridicolo, so benissimo perchè lavora e per chi lavora.

Comunque, chiesti chiarimenti al presidente della commissione mi viene risposto che nelle altre prove non avevo raggiunto la sufficienza piena, e che mi avevano comunque consentito il "passaggio di turno" in maniera bonaria. Ritirato lo statino vedo che invece le votazioni sono altre, molto diverse, e di 2 commissari su 5 che mi avevano interrogato e che erano realmente presenti all'orale mi ritrovo con 5 voti di tutti e 5 i commissari, voti talmente insufficienti che nel totale per 5 punti su 120 non mi consentono l'abilitazione: in sostanza ho preso 115 anzichè 120, minimo per l'abilitazione. Inoltre sul foglio relativo all'orale non ci sono indicazioni sulle domande che mi hanno fatto.

Scappate dalle sedi dove risiedete. Andate in sedi che hanno alte percentuali di abilitazione, possibilmente in regioni non confinanti con la vostra.

La generazione che vi interroga e che giudica se siete idonei o meno è quella che ha distrutto il nostro paese.
:
Preciso che in quella sessione presi:
-Progetto 40
-Relazione 40
-Tema 30
-Orale 5 (1+1+1+1+1)

Fate un po' voi...
:
per questo l'italia va male...sempre a cercare la via più semplice ed arrendersi alla minima difficoltà, forse sono in torto io che la penso così o forse voialtri a cui piace vincere facile, e se non ci fosse stata aversa?se tutte le sedi fossero state uguali come vi sareste messi?
pensateci
:
Ginaluca ...Posso concordare con te che spesso si sceglie la strada più facile, ma per quanto riguarda l'esame di stato è meglio prenderla!è un esame stancante sia fisicamente che mentalmente dopo che lo superi resti ignorante (almeno io) come prima, solo che poi ti servono 700 euro per iscriverti all'ordine, praticamente un mese di stipendio.(quando va bene)

ps:l'ho superato a Roma secondo tentativo, al primo ero preparatissima al secondo il minimo indispensabile ......
:
-Se tutte le sedi univesitarie avessero la stessa difficoltà ed una difficoltà altissima (sempre che si parli di difficoltà, mi sa che si parla di percentuali programmate a monte), ci sarebbero metà architetti. Non gli architetti che lo meritano, ci sarebbero soprattutto quelli figli di....parenti di.... allievi di....
Ci sarebbe anche una piccola percentuale di quelli non raccomandati, ovviamente se c'è posto...
- se tutte le sedi avessero la stessa difficoltà (idem) ed una difficolà semplice non ci sarebbe lavoro per nessuno. Siamo d'accordo.
L'ideale condizione probabilmente è quella di un Paese inesistente dove effettivamente l'esame di stato è come dovrebbe essere, ossia uno strumento a tutela del consumatore ed un viaggio di preparazione del neolaureato. Purtroppo il Paese dove ci troviamo si chiama Italia, un paese diviso in corporazioni, dove la meritocrazia non esiste e i pochi privilegi di qualcuno sono pagati dal doppio lavoro di tutti, in qualsiasi settore.

In questo contesto dove le mie precedenti prove non sono state considerate perchè la commissione "deve correggere 300 compiti in 2 settimane e gli ordini non vogliono abilitare più di 100 persone quest'anno perchè la libera concorrenza ci uccide tutti e quindi vediamo chi ha fatto il disegnino più carino a prescindere dalla correttezza" preferisco che sia il mondo del lavoro stesso a decretare chi merita di farlo, visto che abbiamo la responsabilità PENALE su quello che firmiamo. Che sia il mondo del lavoro a dirmi se sono un buon architetto non una cavolata tutta ipocrisia che esiste solo per tener fuori la gente dal mondo del lavoro e finanziare le università.

P.S. Ad aversa di solito c'è solo un nono-un ottavo del numero di candidati presenti nelle altre sedi, e, guarda caso, il numero degli abilitati è molto simile tra tutte le facoltà. Magari il numero degli abilitati è già deciso a livello nazionale ed è suddiviso in parti uguali per sedi? Magari viaggio troppo con la fantasia ma meditate anche su questo.Non è questione di vincere facile, è questione di mettersi a lavorare che di esami idioti all'università ne ho fatti anche troppi.
:
BRAVISSIMA
:
idem
:
@Fandango anche io due volte a Roma stesso tuo iter prima volta no seconda si.
ps ma perchè 700 euro l'iscrizione?sono comprese le tasse dell'esame?
@abilitato concordo con te per alcune questioni però non credo che il numero di abilitati sia deciso addirittura a livello nazionale, per quanto riguarda la mia esperienza ho potuto vedere che loro nel correggere cercavano due grandi errori (accesso e rialzatura dell'alloggio al PT).
ripeto forse sbaglio io.
Mi piace che ci sia questo dialogo almeno qui, ora vorrei sollevare un ulteriore questione forse fuori dai ranghi per il topic, come mai negli annunci di lavoro c'è gente che si proclama architetto e non lo è?
ovvero senza abilitazione non si è architetti si è dottori in architettura come chi è iscritto alla sez B dovrebbe apporre la dicitura Architetto junior e non semplicemente architetto.
Sono troppo rompiscatole?
:
OT-Sono perfettamente d'accordo, Gian Luca. Architetto è se uno ha l'abilitazione e se è iscritto alla sezione A, altrimenti è architetto junior o "dottore in architettura".
:
Pensavo di essere strano io, perchè credo sia millantato titolo e come tale perseguibile dalla legge.

Un appello:
almeno qui cerchiamo di essere corretti per favore
:
Magari ...700 sono solo per l iscrizione.
:
e dove ti sei iscritta all'ordine di abu dabi?
:
vabbè ho un po aumetato la cifra in realtà sono solo 668 euro...infatti non mi sono iscritta. ordine di viterbo
:
E LA MISERIA! non per direma roma è molto più economica, 260 minchia mi devo ritenere forutnato allora!
:
...viterbo...provincia di abu dabi...ahahah...bellissima....
:
AHAHAHAHAHAHA EH SI
SECONDO ME PERò è IL CONTRARIO
:
e non fa sempre il polemicooooooo :)
:
non è colpa mia, mi progettano così!
:
No, non è neanche Architetto Iunior in quanto anche per quel titolo ci vuole l'esame di stato
:
A Roma, la cosa strana che ho riscontrato è che la percentuale dei bocciati è sempre la stessa.... anzi vi dirò di più, la percentuale dei bocciati all'orale in giorni diversi è sempre la stessa.Stranezza? controllate voi stessi!
A questo punto penso che sia più corretto un quiz a risposta multipla, visto che è un concorso con un determinato numero di posti disponibili, lo gestissero come un concorso, stesse domande per tutti e nessuna raccomandazione.
La cosa più grave che mi(ci) offende è l'ipocrisia di cui si circondano, e poi proprio a noi dopo tutti i sacrifici fatti. Vergogna
:
Secondo me va male perchè c è gente come te!!!!Fare l esame di stato è una truffa....dopo dieci anni che studi non serve!!!!beato te che avevi tempo da perdere a farlo due volte!!!non si tratta di vincere facile si tratta di sbrigarsi e non farsi prendere per il culo!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.