Residenziale/Commerciale

messaggio inserito giovedì 14 giugno 2012 da lety

lety : [post n° 292932]

Residenziale/Commerciale

Ciao a tutti....dubbio semplice e veloce...
Ipotizziamo che ho una cubatura massima e devo realizzare un edificio residenziale e commerciale...come la divido?
Io ho ipotizzato il 70% della cubatura residenziale e il restante 30% commerciale...è corretto!??!?
oppure dovrei destinare l'80% residenziale e20% commerciale...
Grazie a tutti e buono studio
sauro :
Se non ci sono indicazioni/vincoli nella traccia del tema, ragionerei per piani e non per percentuali.
Farei piano terra commerciale (+ residenziale, se vuoi) e piani superiori solo residenziale.

Vero :
si anche io farei come dice Sauro..
lety :
Grazie mille...quindi inutile perdersi in calcoli infiniti....
*M :
il pt può rientrare nella volumetria dei servizi associati alla residenza con destinazione d’uso commerciale-terziaria. Dal D.M. 1444/1968 si stimano 5mq ad ab. di servizi alla residenza (negozi etc) che sono 20 mc lordi. Penso sia più corretto così
lety :
grazie...e per i parcheggi come mi comporto?!?!? Tognoli per entrambi!??!?
sauro :
@M
1. Il messaggio iniziale non lo precisa, ma nel caso di un intervento edilizio su lotto non dovrebbe servire calcolare gli standard. Cosa che si deve fare invece per un piano attuativo (per esempio).
2. Sei sicuro che i negozi rientrino nei servizi?
3. Io calcolerei solo i parcheggi con la tognoli.

In ogni caso io calcolo gli standard in base alla legge regionale veneta, facendo l'esame a venezia.
lety :
Chiarimenti: la traccia dice di progettare un edificio a destinazione mista (residenziale/terziario)al pt prevedere attività commerciali e/o artigianali e per 2 piani residenze il tutto in Zona B di un comune di piccole dimensioni caratterizzato da un'edificazione a blocchi isolati. E' richiesto un'area di parcheggio per personale ed utenti.
*M :
I negozi sono servizi alla residenza e vanno calcolati solo se richiesti dalla traccia. Essendoci dei negozi penso si debba necessariamente far riferimento agli standard urbanistici, perchè altrimenti i parcheggi per il commerciale come li calcoleresti? La tognoli è solo per le residenze
sauro :
Nella tognoli no si fa riferimento solo alla residenza

art.2 "Nelle nuove costruzioni ed anche nelle aree di pertinenza delle costruzioni stesse, debbono essere riservati appositi spazi per parcheggi in misura non inferiore ad un metro quadrato per ogni dieci metri cubi di costruzione".

Infatti così mi hanno insegnato al corso di preparazione. Vale per tutte le destinazioni.
*M :
Appunto la tognoli non serve a calcolare i parcheggi per gli esercizi commerciali sotto le residenze
lety :
anche io penso che IN QUESTO CASO li calcolerò con la Tognoli...proprio facendo riferimento all'art 2 ...grazie
sauro :
Boh...sinceramente non capisco.
Non credo che il tizio che ci ha fatto lezione sia incompetente. Anzi, era proprio un funzionario amministrativo che si occupa di queste cose.
*M :
2 bis. Qualora in una zona di insediamento commerciale o in un immobile che
ospita anche una o più attività di vendita al dettaglio siano presenti, anche
eventualmente con accessi separati e con destinazione d'uso specifica, altre attività
(residenze, uffici, impianti e attrezzature per il tempo libero, artigianato al servizio
delle persone e delle imprese, e simili), la loro superficie utile lorda genera lo
standard specifico stabilito dall'articolo 21 della l.r. 56/1977, come modificato dalla
legge regionale sul commercio, da reperire e da considerare separatamente dal
fabbisogno e dallo standard calcolato per le superfici commerciali ed assimilate. TI FACCIO L'ESEMPIO DELLA L.R. DEL PIEMONTE, MA BASTA CHE LEGGI LA 1444 DEL 68
sauro :
Nella 1444/68 c'è scritto rispetto al commerciale:

comma 2 dell'art. 5
"nei nuovi insediamenti di carattere commerciale e direzionale, a 100 mq di superficie lorda di pavimento di edifici previsti, deve corrispondere la quantità minima di 80 mq di spazio, escluse le sedi viarie, di cui almeno la metà destinata a parcheggi (in aggiunta a quelli di cui all'art. 18 della legge n. 765); tale quantità, per le zone A) e B) è ridotta alla metà, purché siano previste adeguate attrezzature integrative."

Ma riguarda solo gli insediamenti commerciali e direzionali (monofunzionali)
L'art. 3 invece riguarda gli standard per insediamenti residenziali, senza fare riferimento ad altre destinazioni

In nessun paragrafo c'è scritto qualcosa sulle destinazioni miste, come invece è presente nella L.R. del Piemonte, che hai citato.

Tu fai riferimento alla Legge regionale del Piemonte, mentre io seguo quella del Veneto (visto che faccio l'esame a Venezia).
Anche nella normativa veneta (come nella 1444/68) non c'è un paragrafo che tratti le destinazioni miste.
sauro :
Aggiungo al post precedente una domanda:
ho visto spesso scritto che la Tognoli vale solo per le residenze.
Questa precisazione dove è scritta?

*M :
SEGUI LA L.R. DEL VENETO
arch es :
strutture commerciali 1 mq ogni mc di parcheggio
legger bersani
[post n° 155988]
sauro :
Spero che il mio scopo non sia sembrato confutare post altrui. In questo caso mi scuso.
L'unico mio scopo è avere le idee chiare e non arrivare all'esame con dubbi e confusione, perchè già in quel giorno è facile che vengano.
lety :
ragazzi....scusatemi,ma alla fine che legge dovrei seguire secondo voi ...sto in confusione totale...e l'esame si avvicina....
*M :
100 mq destinati a parcheggio ogni 100 mq di slp nel caso di negozi al piano terra. I 100 mq di Slp sono relativi al commerciale giusto?
lety :
e penso proprio di si
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.