sessione invernale Genova - per Silvana

messaggio inserito mercoledì 25 maggio 2005 da simmelnait

simmelnait : [post n° 51489]

sessione invernale Genova - per Silvana

TEMA n. 1
Un capannone in struttura prefabbricata in c.a., già adibito a magazzino e ricovero automezzi, viene destinato a residenze e servizi a scala di quartiere (pubblici o privati).
Il candidato progetti non meno di quattro alloggi di pezzatura a piacere ed utilizzi la parte residua per locali ad uso comune con finalità ricreative, culturali e/o commerciali, quali ad esempio: palestra, spazi per conferenze e incontri, botteghe artigianali…
La superficie utile lorda ed il volume potranno essere ridotti ma non incrementati.
E’ richiesta la integrale sostituzione delle chiuse esterne ed è ammessa la parziale o totale demolizione delle coperture.
Gli elaborati, anche a mano libera, saranno redatti in scala 1:200 (piante e sezioni) e 1:400 (prospetti); una porzione significativa sarà sviluppata in scala 1:100.

TEMA n. 2
L’area oggetto dell’intervento progettuale è compresa tra l’argine del torrente Bisagno e via Molassana ed ha una superficie di circa 14.500mq.. E’ pianeggiante, parzialmente edificata in modo casuale ed occupata da poche attività marginali.
Il P.U.C. in vigore prevede che lungo l’argine sia realizzata una tramvia in sede propria e destina l’ambito a zona mista per servizi, verde, parcheggi.
La soluzione progettuale deve comprendere:
la definizione di uno schema di assetto planimetrico del comparto indicato, in scala 1:1000, definendo l’accessibilità e i percorsi veicolari e pedonali, il tracciato della tramvia comprensivo della localizzazione di una fermata ed eventualmente affiancato da una pista ciclabile, l’organizzazione dello spazio aperto.
In particolare dovranno essere previsti:
a) la sistemazione a verde di una parte significativa dell’intera area e la realizzazione di parcheggi pubblici alberati in superficie per almeno 100 posti auto;
b) la realizzazione di una piazza in aderenza all’edificio teatrale indicato con la lettera “T”, in scala 1:500, corredata da schizzi e vedute prospettiche e dall’indicazione dei materiali utilizzati;
c) la realizzazione di un parcheggio privato interrato per almeno 100 posti auto.
Il parcheggio interrato dovrà essere progettato in scala 1:500 e completato con le sezioni necessarie.
Dovranno essere indicati: gli accessi veicolari e pedonali, la sistemazione dei posti auto con conseguente calcolo della capienza massima, le altre attrezzature o servitù necessarie.
Nota: Si assume che non sussistano problematiche relative al piano di bacino in vigore, purché sia salvaguardata l’attuale sezione del torrente, e che per gli edifici compresi nel perimetro del comparto sia consentita la demolizione con l’esclusione di quelli contrassegnati con l’asterisco.

TEMAn.3
Il candidato progetti uno spazio organizzato per accogliere una piccola fiera temporanea ciclica per piccoli espositori.
Si richiede di prevedere:
1. un sistema o più unità per il riparo dei banchi espositivi e di vendita;
2. uno spazio comune e chiuso da adibire a deposito con annessi servizi igienici;
3. altre attrezzature e servizi per gli espositori e per il pubblico (piccolo punto di ristoro, spazi per sosta, ecc.) secondo il giudizio del candidato.
Tutto l’insieme deve tener conto del contesto in cui la fiera deve essere inserita.
La sistemazione complessiva deve prevedere anche pavimentazione, percorsi, illuminazione, vegetazione eventuale e tutto ciò che può completare l’allestimento.
Gli elaborati grafici, piante, sezioni, dettagli, saranno redatti nella scala ritenuta opportuna dal candidato.



Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.