Distacchi

messaggio inserito venerdì 10 giugno 2005 da marta

marta : [post n° 52835]

Distacchi

Nelle distanze che bisogna mantenere dai confini in cui non si puo' edificare si possono piantare alberi? destinare queste fasce a parcheggio? costruire una recinzione?
Grazie
Marta
lauraemme :
Dipende dal regolamento edilizio del comune
fra :
voglio sfidare chiunque a non far piantare alberi nelle zone di distacco!!!!! L'importante è che non sia un volume che cuba!!! quindi anche i posti macchina fuori terra vanno bene. salvo specifiche indicazioni che sul testo dovrebbero enunciare. ciao
antO :
ciao a tutti
volevo sapere invece quale distanza bisogna mantenere dai corsi d'acqua di interesse pubblico???
ciao a tutti
marta :
secondo me se capita un tema con un corso d'acqua ti dicono la distanza che devi mantenere (c'era un tema di Palermo con un terreno in riva al mare, e il testo diceva che dovevi rispettare 300 m dalla battigia). Allo scorso appello di Milano c'era una casa in riva al lago e non mi ricordo proprio se ti dicevano quanta distanza dovevi rispettare, ma penso di si'.
L'unica cosa che ho trovato su internet e' stata questa

Regio decreto 8 maggio 1904, n. 368
Regolamento sulle bonificazioni delle paludi e dei terreni paludosi
art. 133
a) le piantagioni di alberi e siepi, le fabbriche, e lo smovimento del terreno dal piede interno ed esterno degli argini e loro accessori o dal ciglio delle sponde dei canali non muniti di argini o dalle scarpate delle strade, a distanza minore di metri 2 pei le piantagioni, di metri 1 a 2 per le siepi e smovimento del terreno, e di metri 4 a 10 per i fabbricati, secondo l'importanza del corso d'acqua;
marta :
leggo adesso che anche le alberature devono rispettare delle distanze minime dal confine:
siepi 0,50 m
alberi medio fusto 1,50
alberi alto fusto 3

quindi si possono piantare alberi nella zona di distacco, basta rispettare queste distanze
lella :
Per la distanza tra FIUMI,LAGNI E MARI bisogna fare riferimento alla legge Galasso.
rita :
Ha ragione Lella. La legge di riferimento è la 431 del 1985 (cioè la legge Galasso) che impone l'obbligo di inedificabilità assoluta, per quanto riguarda i corsi d'acqua(fiumi e torrenti) a 150 metri dalla riva.
anto :
ok
avevo pensato anche io di fare riferimento alla legge galasso, ma nn è di 300 mt la distanza???
ciao anto
rita :
300 metri dalla riva di laghi e mari; 150 da fiumi e torrenti
anto :
ok rita
grazie
rita :
Nel frattempo ripasso le due cose che mi sembra di sapere... ciao e in bocca al lupo
Guido :
pensando ai distacchi dai corsi d'acqua mi viene da ridere pensando alla Casa sulla Cascata...
rita :
Sono contenta che almeno qualcuno di noi abbia ancora il buon umore! Io sto come se mercoledi dovessero togliermi tutti i denti! Sono troppo consapevole dei miei limiti... se per sbaglio dovessi passare l'esame, mi chiedo come avrò il coraggio di esercitare... non so voi, ma io ho paura anche di questo...
barbara :
come ti capisco, come sono d'accordo con te!!!!!
in bocca al lupo, però, forza e coraggio!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.