Quanto è edificabile il mio terreno?

messaggio inserito martedì 3 marzo 2020 da Antigone

[post n° 429761]

Quanto è edificabile il mio terreno?

Sono da poco proprietaria di un'area edificabile e finalmente ho l'opportunità di costruire una casa indipendente. Prima di chiedere una consulenza per il progetto vorrei capire, almeno approssimativamente, quanto si può edificare e se, eventualmente, l'area è idonea alla costruzione di una villetta tipo schiera (aperture solo fronte e retro, per poter costruire in aderenza al confine) su due piani con due unità abitative separate (una per piano di almeno 70 mq ciascuna). L' area è un trapezio rettangolo con fronte strada di 10,5 m, lato più lungo 28,5 m e lato più corto 27 m ed è sita nel comune di Milazzo. Dai dati catastali risulta situata in zona b1c con le seguenti prescrizioni edificatorie:

1. Densità edilizia territoriale max 1,5 mc/mq.;
2. Altezza max m. 7,50;
3. Numero piani max 2;
4. La distanza dai confini di lotto deve essere pari alla metà dell’altezza del fabbricato e, comunque,
non inferiore a m. 5.
E’ consentita l’edificazione sia in aderenza che sul confine.
5. La distanza tra fabbricati deve essere pari a metà dell’altezza del fabbricato più alto con un
minimo assoluto di m. 5.
E’ prescritta, comunque, la distanza minima assoluta di m. 10 tra pareti finestrate e pareti di
edifici antistanti.
6. Le disposizioni inerenti alle distanze dei fabbricati dal ciglio delle strade e quelle relative alla
distanza tra fabbricati con interposte strade destinate al traffico di veicoli, devono essere adeguate
alla normativa vigente in materia (Norma introdotta con il D.A. 434/DRU del
9.6.1993).

Si precisa inoltre che l'area è interclusa tra un'altra area edificabile di superficie simile (poco più grande ma con la stessa misura di fronte strada) e un magazzino artigianale.
Allego il link del regolamento comunale: www.comune.milazzo.me.it/wp-content/uploads/2018/03/Norme-tecniche-d…

Grazie anticipatamente a chi risponderà.
:
Normalmente quanto lei chiede si chiama piano di fattibilità ed è fatto a pagamento. A volte può trovare un architetto che glielo offre gratuitamente per arrivare poi più facilmente ad ottenere il progetto.
:
Non conoscevo questa procedura, la ringrazio ugualmente per la risposta. Buona giornata.
:
Si figuri, quando si rivolgerà al suo tecnico di fiducia, darà questi dati che ha scritto qui e non si dimentichi fin da subito di chiedere info chiare sui costi, esiga una proposta scritta prima di dare il via. Questo le consentirà di non avere alcuna sorpresa al livello di richiesta economica. Buona giornata a lei.
:
Salva Antigone,
in relazione alla Sua richiesta le evidenzio che mancano alcuni dati fondamentali quali ad esempio la superficie lorda edificabile, una immagine dell'area oggetto dell'intervento con le quote planimetriche per capire eventuali pendenze, la presenza eventuale di sottoservizi che servono o attraversano il lotto. Per non parlare delle caratteristiche intrinseche dell'area e del suo sviluppo immobiliare in maniera da eseguire un progetto che sia in armonia con il contesto. Dunque, come diceva Alessandro, Le consiglio di rivolgersi ad un tecnico che possa seguirla e darle tutti i consigli necessari.
:
La ringrazio, Guglielmo. La superficie lorda edificabile e la presenza eventuale di sottoservizi non dovrebbero essere riportati sul contratto o sul regolamento comunale? Non ne ho trovato traccia.
:
Créon.
377.3631371
Parcella calcolata ai sensi del DM 120 del 2014.
:
No Antigone, non sono dati che trovi nel contratto di acquisto. Sono dati che da strumento urbanistico locale si possono determinare con una certa velocità, ma che tuttavia vanno verificati successivamente con tutti gli eventuali piani sovraordinati (carta dei vincoli, piani paesistici,....). Per ogni informazione puoi chiedermi, o scrivermi alla mail: email
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.