COLLABORATORE...MA COME?

messaggio inserito giovedì 15 gennaio 2004 da M a U R o

M a U R o : [post n° 14134]

COLLABORATORE...MA COME?

LAVORO IN UN STUDIO DI INGEGNERIA E SONO UN aRCH ABILITATO NON ANCORA ISCRITTO ALL'ALBO. NON HO INTENZIONE DI APRIRE LA PARTITA IVA MA SOLO DI ISCRIVERMI ALL'ALBO.
MI DANNO 900 LORDE AL MESE.
COME POSSO FATTURE SENZA P.IVA, CHE APRENDOLA PER QUELLO CHE MI DANNO SAREBBE UN SUICIDIO?

-LA PRESTAZIONE OCCASIONALE SEMBRA CHE NON SI POSSA FARE DA CHI E' ISCRITTO ALL'ALBO E COMUNQUE LO STUDIO NON VUOLE ASSUMERE CON CONTRATTO MA SPINGE PERCHE' APRI LA P.IVA , AGEVOLANDO LORO PRENDENDOLA IO IN QUEL POSTO.
VOI CHE SIETE NELLE MIE CONDIZIONI SAPETE CONSIGLIARMI?
picchio :
Le tue perplessità sono più che giustificate.
Vorrei capire meglio.
Sei sicuro che la prestazione occasionale non sia percorribile per chi è iscritto all'albo ? Ne hai parlato con un commercialista ?
A me non risulta ma non posso giurarci.
In ogni caso ammesso che si possa fare, la tua non può essere ritenuta una prestazione occasionale, perchè sei regolarmente pagato ogni mese, quindi per quello che ne so io, diventa una prestazione professionale privata a carattere continuativo, quindi con tutti gli oneri fiscali previsti.
Certamente la p.iva con questa retribuzione non ti conviene, ma ha di positivo che puoi esercitare anche con altre persone.
In ogni caso ti consiglio di consultarti con un commercialista, e secondo il mio punto di vista tu potresti emettere fattura come prestazione occasionale, purche non sia mensile, e cioè dovresti accordarti con chi ti da lavoro attualmente, di farti pagare mensilmente, ma di emettere una fattura ad esmpio trimestrale.
In questo caso con 3 o 4 fatture l'anno con motivazione di prestazioni diverse la cosa appare effettivamente occasionale e non sistematica.
Spero tu risolva il problema.
Ciao
M a U R o :
Questa infatti è la soluzione migliore.
In effeti mi sono consultato con un consulento del lavoro e mi ha detto che il 9/01/04 è uscita una circolare che diceva proprio che un iscritto all'abo non puo' eseguire contratti a progetto o continuativi (che hanno tolto imponendo l'assunzione).
Non specificando pero' il tipo di prestazione (potrei per es inserire dati al pc) posso "raggirare" la cosa ma ovviamente ci deve essere il consenso dei "capi".
Comunque non si deve superare il tetto dei 7000 annui.
Il problema pero' rimane perchè anche tre prestazioni occasionali all'anno non sono piu' occasionali ma continuative.
Emanuele :
Ma se apri la partita iva digli di pagarti 900+IVA tanto loro la scaricano.
Per i primi 3 anni non ti devono neanche pagare la ritenuta d'acconto.
Fammi sapere, ciao
soppy :
Mi spieghi meglio questa storia dei tre anni senza che ti devono pagare la ritenuta?Grazie.Ciao.
Emanuele :
Ho appena aperto la P. IVA e il commercialista mi ha detto che se faccio una fattura a chiunque non abbia una partita IVA non devo addebitare la ritenuta d'acconto.
Per le fatture agli enti pubblici il discorso è diverso perchè loro (non so il motivo) emettone sempre la ritenuta.
Se ti servono altre informazioni chiedo al commercialista.
Ciao
soppy :
Questa cosa è davvero interessante.Grazie 1000 per aver messo in "condivisione" il tuo commercialista...se ho bisogno ti faccio un fischio.Ciao!
alberto fabio :
la prestazione occasionale è possibile fino ad un tetto di 5000,00 euro l'anno...la proposta che puoi fare allo studio è che loro tipaghino anche la cassa a fine anno, molti fanno cosi...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.