Solaio intermedio tra due appartamenti

messaggio inserito sabato 3 maggio 2008 da Luke

[post n° 160690]

Solaio intermedio tra due appartamenti

Cari amici, vorrei chiedervi un grosso piacere.
Vorrei chiedervi un consiglio sulla stratigrafia di un solaio intermedio che separa due appartamenti.
Premetto che lavorando in Lombardia ne devo seguire le direttive.
Qui la normativa mi dice 0,33 W/m2k.
Io ho fatto la seguente stratigrafia (dall’alto vs il basso):
1 cm piastrelle
4 cm sabbia/cemento
1 cm feltro
7 cm granulato di sughero o polistirolo (impianti)
20 + 4 soletta
4 cm EPS
1 cm intonaco

Totale: 42 cm di soletta!
Secondo voi è possibile che mi venga un solettone così? Ho sbagliato i calcoli io? … mi sembra strano…
Potreste darmi dei consigli sulla stratigrafia o consigliarmi alcuni siti da visitare?
Si vede che è il mio primo lavoro, vero?
Attendo vs risposte!Ve ne sarei grato!

Grazie infinite.

Achille
:
tra due appartamenti la differenza di temperatura è zero... non devi seguire i limiti di U tra superifci che dividono la zona termica con l'esterno....
il problema di quei solai è l'acustica... cerca materiali che abbiano un abbattimento acustico adeguato... e i 4 cm di EPS non servono
bye bye
:
Oltre a quanto detto da delli considera che il solaio strutturalmente è dato da 16+4 oppure 16+5. Certo lo spessore può essere maggiore se la luce da coprire è ampia, ma in fabbricati per civile abitazione di solito gli spessori sono questi e non 20+4.
Quindi a conti fatti sei a 34cm.
:
Grazie mille delli e beppe! Siete degli amici!
:
ho un dubbio, se il riscaldamento è centralizzato i due appartamenti avranno la stessa t interna, ma se hanno riscaldamento autonomo no ... quindi la soletta è da considerare disperdente.. quindi calcolare la U .. no!?!!?
:
il calcolo delle zone riscaldate si fa con valori standard di Te e Ti.... indipendentemente che uno usi la caldaia e l'altro no...
bye bye
:
sto ragionando in relazione alla certificazione energetica dove la U si calcola anche per i solai che dividono due appartamenti con impianti di riscaldamento autonomi. Forse ho interppretato male la domanda di Achille.... mah
:
se tu fai il singolo appartamento, comunque l'appartamento sotto (o sopra) è un locale riscaldato (che venga usato o meno l'impianto) proprio in considerazione del fatto che vengono applicate delle semplificazione standard....
quella superficie disperdente (solaio) se ha la T uguale dalle due parti... non disperde, giusto?
bye bye
:
se faccio il singolo appartamento ed ho riscaldamento autonomo le pareti in condivisione con altro appartamento servito da diverso impianto si considerano disperdenti, la t interna è di progetto, quella esterna no.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.