Stato di demolizione

messaggio inserito martedì 10 giugno 2008 da MARYAM

[post n° 164463]

Stato di demolizione

Sto facendo il progetto di ristrutturazione di una casa Vecchia in cui la scala viene completamente demolita e parzialmente sostituita con la scala nuova. Vorrei sapere come devo rappresentare lo stato di confronto (il disegno con giallo e rosso che va consegnato al comune) tenedo conto che dove c'è la scala diventerà sia giallo che rosso?
Grazie
:
Io di solito disegno la struttura nuova in rosso, e sopra quella da demolire in giallo (le linee gialle si sovrappongono alle rosse, per intenderci).
Sempre di solito, per indicare la demolizione di scale etc coloro in rosso e giallo direttamente le linee, e non metto retini, che possono creare confusione.
:
Grazie per la risposta ma qua siccome la scala viene sostituita dalla nuova scalla leggermente spostata praticamente le linee gialle e rosse quasi si sovrappongono e fanno confusione, in questo caso cosa consigli?
:
io le linee gialle le faccio sempre con sopra una linea sottile nera e tratteggiata.... così quando si sovrappone al rosso la demolizione la si legge dal tratteggio e il nuovo dalla linea rossa
bye bye
:
se si sovrappongono io con il giallo faccio una polilinea con spessore di contorno. con il rosso segno il nuovo. ma a lato metto la dicitura demolizione e ricostruzione di.... x evitare che il tecnico comunale si faccia sue interpretazioni diverse.
:
Faccio sempre 2 tavole, una di stato di fatto con le demolizioni in giallo, una dopo intervento con evidenziato in rosso le nuove opere. Le svrapposizioni in questi casi non mi piacciono.
:
se il rosso e il giallo sono su due tavole diverse...
non è un sovrapposto!
:
dalle mie parti è abbastanza comune (e spesso richiesto dalle procedure) fare una unica tavola 'riassuntiva' con indicato le demolizioni e le nuove opere (giallo e rosso, appunto)
da confronti con altri utenti di qeusto forum, per esempio, mi sono resa conto che non è così ovunque... anzi....
bye bye
:
si lo so che è uso comune e lo insegnano anche al primo anno di università, ma per mia comodità e per evitare molte sovrapposizioni, visto che sono un accanito demolitore delle distribuzioni fatte dagli ingg. e grande sostenitore degli spazi ampi, preferisco farlo come detto sopra. Garantisco che non ho mai avuto richiami in merito.
ciao
:
Io di solito non uso il giallo, ma un arancione chiaro, che si distingue benissimo dal rosso e si vede decisamente meglio (colore 40 di autocad).
:
anche io uso il 40! e l'ho sempre pensato giallo forte, e non arancione chiaro!...a testimonianza di interpretazioni personali
:
qui in provincia di Napoli non si usano i gialli e i rossi, che conosco solo dalle riviste.
E non me l'hanno insegnato neanche all'università...
:
a parte che all'università in linea di massima NON lo insegnano.. :/
cmq NN è POSSIBILE!! ma come? al tuo comune x una qualsiasi pratica edilizia dove ci sia del preesistente da modificare nn è richiesto obbligatoriamente il giallo rosso???
a volte mi sembra di stare in africa invece che in italia..
mah...
:
Perchè cosa hanno in meno di noi gli africani?

guarda che non tutti i R.E lo richedono o lo pretendono. Se è richiesta allora la fai ma se non è richiesta uno può farla per facilitare l'intepretazione del disegno a chi legge. Io in ogni caso cerco sempre di demolire tutto, visto che lavoro principalmente su opere di ingegneri e pur mettendoci tutta la buona volontà non riesco a conservare nulla.

quest'ultima era naturalmente una battuta.
:
ora ...suvvia Beppe...uno come te...che vuole vedere la malizia e il razzismo in un'affermazione del genere...è proprio un abbassarsi terra terra..
gli AFRICANI dal punto di vista umano OVVIAMENTE (ma guarda te se mi tocca spiegare una cosa del genere) nn hanno niente che nn va..
il mio era un riferimento al SISTEMA ITALIA che a volte pare disorganizzato e indietro di secoli come i nostri vicini di continente.
per quanto riguarda il g-r a mio modesto parere è indispensabile per una corretta ed immediata lettura dell'intervento.
:
....chi sa leggere un disegno non ha bisogno di rosso giallo...non lo ritengo indispensabile. In fndo ci sono andato avanti per anni senza.
Nessuna polemica sul discorso Africa, era solo una battuta....ma possibile che debba spiegarmi sempre?
:
ahahah...xchè...al comune sanno leggere un disegno???
:
da 13 anni presento tavole con lo stato di fatto confrontato con il progetto e i tecnici, con tutti i loro difetti, non hanno mai avuto bisogno di gialli e rossi per capire la differenza!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.