Beppe Grillo e i nuovi architetti

messaggio inserito lunedì 14 luglio 2008 da DNA

DNA : [post n° 168321]

Beppe Grillo e i nuovi architetti

Salve. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di Beppe Grillo e della sua critica agli architetti fatta all'ultimo Vday. Sembra che ci abbia mandati a fanculo a tutti quanti! Sdrammatizzare o incazzarsi? vorrei sapere una vostra opinione sul blog, dove ho inserito il video in questione.
http://nicodemodellaquila.blogattivo.com/DNA-b1.htm
PINKk :
e pensare che c'era gente che rideva. alcuni progetti sono discutibili , ma quello che fa più rabbia e che per fare ridere la gente ha sparato a zero sulla nostra professione. perchè nn ha raccontato come cerchiamo di sopravvivere...noi laureati!!!
nico :
tutti i progetti estremi degli architetti moderni sono discutibili. peccato che il monologo di Grillo verta sui problemi strutturali che notoriamente sono campo degli ingegneri.
questo denota ancora di più la forte ignoranza verso l'architettura da parte di una parte di popolazione che si ritiene "colta".
non sanno neanche distinguere il lavoro di un ingegnere da quello di un architetto!
figuriamoci che avrebbe detto della torre Eiffel in costruzione. in fondo non ha una funzione di utilità!
purtroppo anche questa è l'Italia.
bonaparte :
che bello, che soddisfazione vedere che ci sono osservatori critici, mi complimento sinceramente con te xchè hai denunciato una diffamazione di categoria bella e buona! DISINFORMAZIONE E ANTICULTURA, questo è l'atteggiamento di quel giullare che sbraita per riempirsi le tasche, ma l'avete vista la sua dichiarazione dei redditi?? ecco xchè io STIMO chi osserva e critica! io non riesco a prenderla sul ridere, io mi indigno, anche xchè x colpa di questi discorsi "da bar" la gente si fida poco della nostra categoria e si rivolge a noi solo quando strettamente necessario od inevitabile e quindi genera carenza di lavoro!
nico :
innanzitutto se il bravo è per me ti ringrazio; se è ironia per Grillo ti ringrazio lo stesso.
volevo aggiungere che l'Italia, come è ormai noto, ha visto crescere a dismisura le sue città dal dopoguerra.
ne risulta che oggi l'immagine che abbiamo di qualunque città è nettamente divisa in due:
1. quella storica e bellissima fatta dagli architetti.
2. quella speculativa.....la periferia fatta dagli ingegneri.

sfido chiunque a dissentire.
purtroppo queste "cagate" di edifici che vediamo oggi sono patrimonio degli ingegneri che forti di un programma di calcolo e totalmente privi di cultura architettonica alzano palazzoni di cemento armato con un solo abiettivo: fare soldi per loro e per le imprese a cui si vendono.
un grazie a chi evade ogni giorno dal suo campo d'azione!
ogni giorno ci regalate un panorama sempre peggiore quando non si collabora con un architetto. grazie ingegneri
elena :
cos'è questa cosa dei buoni e cattivi.
Conosco degli architetti che farebbero meglio a cambiar mestiere e che invece purtroppo realizzano. Anche la nostra categoria ha firmato, firma, e contuinerà a firmare parte delle brutture presenti in tutto il territorio. Nico non ti fa onore questa generalizzazione, parola di architetto :-)
nico :
esistono le eccezioni (non posso stare sempre a ricordarlo) ma questo è frutto dell'invasioni dei campi.
per rendersi competitivi alcuni architetti devono fare gli speculatori, altri lo fanno perchè lo sono.
così come ci sono ingegneri degni di costruire edifici da soli.
la mia è una considerazione di carattere generale e se guardi i numeri trova conferma.
nella mia città (60000 abitanti) in 10 anni hanno costruito edifici per 20000 persone. ti do per certo che solo per il 5% di queste costruzioni si sono adoperati degli architetti
Luigi :
Non parla di giovani architetti o di chi cerca di guadagnarsi la pagnotta a 600 euro al mese...!
Il discorso è sottinteso... è rivolto a quelli che realmente POSSONO progettare quelle cose....e combinano di tutto...! Ormai con la tecnologia non ci sono più limiti nel campo delle costruzioni. Ma appunto, in quello delle costruzioni, non in quello dell'architettura!!! Oggi sembra che tutto sia permesso, tutto è consentito, cose storte, cose dritte, cose piegate e cose rovesciate!!!! Ma ache pro? Con quale scopo? Ve lo dico io..... CON IL SOLO SCOPO DI APPORRE LA PROPRIA FIRMA A TUTI I COSTI.
E credetemi, se continuiamo ad osannare gli architetti anzicchè l'architettura ne vedremo sempre di peggio!!!
DNA :
A me sembrerebbe una critica gratuita e superficiale. Quello che dice Grillo, e in parte tu, ele , è da attribuire ai politici, agli amministratori, costruttori , geometri, Ingegneri, università, ordini professionali, e non per ultimo... al malcostume di tanti cittadini con scarso interesse sociale.

Latita in tutto questo l'architetto , che ha la colpa di non essere mai decisivo e autorevole, mai in grado di programmare , di progettare o indirizzare( e qui la critica agli ordini professionali e alle università). Ci si affida sempre alla voce di qualche singolo professionista , star del momento.
L'architetto ,l'ultimo anello di una catena, che tornando a Grillo, troppo facile da attaccare e criticare. Comodo infierire.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.