Realizzazione di un bagno

messaggio inserito mercoledì 30 luglio 2008 da Claudio

Claudio : [post n° 169915]

Realizzazione di un bagno

Buongiorno a tutti i colleghi. Ho bisogno di un parere.

In un immobile vincolato sede degli uffici di una pubblica amministrazione si vuole realizzare un bagno, cambiando la destinazione di un vecchio ripostiglio. Oltre a questo verrà realizzata ex novo una fossa biologica a servizio del bagno nel giardino dell'immobile. Sull'immobile insiste un vincolo storico architettonico, come dicevo all'inizio.

Ora, non sono molto pratico di cosa dovrebbe fare una pubblica amministrazione in tal caso, ovvero non so se dovrebbe comportarsi esattamente come un privato, ma quali sono i passi procedurali da compiere? E' obbligatoria o consigliabile una DIA? Serve il nulla osta della Sovrintendenza?

I miei dubbi derivano proprio dal non conoscere se una PA può operare secondo qualche deroga.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che potranno aiutarmi.
gigi :
la pa dovrebbe procedere come fanno i privati per dare il buon esempio, ma nella realta' visto che nessuno controlla il controllore.................
marte :
si, devi richiedere il n.o. alla soprintendenza competente. se l'intervento necessita di dia, questa va presentata. se necessario va richiesta l'autorizzazione all'ecologia per la fossa. non c'entra che l'edificio sia proprietà o sede di una p.a.
delli :
non dite cose che non conoscete.....
per una PA quello rientra nella categoria lavori pubblici.... come opere di manutenzione straordinaria su immobile di proprietà
a questo punto, premesso che se c'è il vincolo deve chiedere parere alla soprintendenza come un privato, poi ovviamente non presenta una DIA a se stessa!!!!!!!!!!
a seconda dell'importo dei lavori dovrà fare una gara o affidare a una impresa... per il progetto potrà usare l'ufficio tecnico oppure affidare l'incarico a un esterno (con proceura sempre secondo importo lavori... vale, un ogni caso, il codice degli appalti)
bye bye
gigi :
perche molti progetti di manutenzione straordinaria nella p.a. non hanno nemmeno gli elaborati grafici, si imposta l'appalto si manda l'impresa e si fanno i lavori
delli :
ovviamente dipende dal tipo di lavori da fare.... se devo sistemare un bagno come manutenzione straordinaria affido l'incarico (come da procedura per determinati lavori) e punto...
ad ogni modo, di certo non faccio una DIA perchè sono la PA e devo dare il buone esempio oppure perchè devo comportarmi come un privato...... le procedure e le norme sono diverse e lo sono non perchè vige una qualche misteriosa deroga alle procedure dei comuni mortali ma, semplicemente, perchè le norme sono diverse....
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.