consiglio

messaggio inserito mercoledì 24 settembre 2008 da valy

[post n° 174077]

consiglio

ciao a tutti, sono stata inacaricata del progetto di recupero funzionale di un appartamento.
si tratta di un attico di circa 60 mq, ora i proprietari voglio realizzare 100 mq circa coprendo una parte di terrazza...l appartamento è da ripensare completamente (per Qnt riguarda la divione)... per la tettoia della terrazza pensavo di usare legno e vetro per la zona giorno, metre legno e mattoni a faccia vista per le camere da letto..che dite?
:
nn capisco la richiesta..
vuoi che ti diamo un consiglio stilistico? normativo? procedurale?
in ogni caso con queste due righe di descrizione non so proprio come potremmo aiutarti.
:
come detto si tratta di un adeguamento funzionale, ora vorrei sapere: 1 utilizzando per la tettoia legno, vetro e mattoni a faccia vista rimane sempre struttura precaria o comporta variazione di volume; 2 la normativa di riferimento per le tettoie-chiusura di terrazzo; 3 un sito utile sulle tettoie con particolari costruttivi; 4 l'iter procedurale amministrativo.
grazie
se non sono stata chiara cercherò di formulare meglio le richieste.
ciao a tutti
:
:
ho chiesto un consiglio...grazie lo stesso...il consiglio è sei un architetto...la bacheca è nominata: ho bisogno di un consiglio!!!invece di dir così se hai voglia e tempo mi dai un consiglio, magari smontando quello che ho chiesto, altrimenti non ti preocuppare...
grazie ciao
:
hai solo fatto domande:
la normativa di riferimento?
cose devo fare?
come lo devo fare?
qualcuno ha dei dettagli costruttivi magari già in autocad?
...sarò scortese...ma mi viene qualche dubbio...e non mi preoccupo di certo!
:
mi pare evidente che se chiudi una terrazza aumenti il volume.... e lo confermi anche tu quando dici che l'appartamento diventa di 100 mq contro i 60 mq iniziali! è ovvio che se chiudi una superficie aperta per renderla abitabile, diventa volume 'da pagare'... e questo con qualsiasi materiale decidi di utilizzare....
e sapere se usare vetro-mattoni-alluminio, teak indonesiano o chissa che altro materiale mi pare che sia una scelta che tu devi fare e sulla quale mi pare un po' difficile poterti dare un parere, o un 'consiglio' come tu pretendi.... non conosciamo il contesto, l'edificio esistente, l'ambiente circostante, il clima, l'esposizione... insomma mancano i minimi elementi utili per poter fare una valutazione e/o una qualsiasi ipotesi progettuale! non te la prendere se ti si chiede 'sei un architetto'.... da come poni la domanda il dubbio viene....
per la normativa: come sempre vale il regolamento edilizio e le nta del comune dove andrai a fare l'intervento
per l'iter normativo: il dpr 380/2001 dice tutto quello che serve... basta leggere i primo 25-30 articoli.... se hai qualche dubbio specifico chiedi altrimenti, almeno sapere che è un ampliamento volumetrico mi pare il minimo.... (vedi le definizioni degli interventi edilizi: art. 3 del testo unico) e le possibilità per procedere: PdiC art 10 e seguenti, DIA art. 22 e seguenti
bye bye
:
è vero che questo è un sito per dare consigli ma non si può certo farlo su idee come le tue.
l'uso dei materiali dipende dal contesto e noi non sappiamo neanche in che città vivi.
comunque mi sembra chiaro che stia lavorando su un "abuso edilizio" e un architetto non cadrebbe mai nell'errore di chiedere se fa cubatura o no coprire la terrazza.
per i mattoni a faccia vista spero per te che l'edificio non sia intonacato!
:
Grazie!!!!!

i "consigli" costano non abbiamo studiato per dare consigli, abbiamo studiato per fare gli architetti!!!!

Valy, che lavoro fai?

Se uno venisse da te con questa arroganza non ti arrabbieresti ? io credo proprio di si visto il post!!!

Prendi un bravo architetto (tutti lo sono) e fatti fare un bel progetto e una pratica, sarà CONSIGLIARTI i materiali giusti e l'iter corretto, CHIARAMENTE DIETRO COMPENSO!!!!!
:
e diventa saprà CONSIGLIARTI
:
ma che discorso è? a cosa serve questo sito se non a chiedere consigli ad altri colleghi? se si dovesse chiedere un compenso per ogni consiglio dato, a quest'ora delli o beppe o tanti altri sarebbero milionari. Forse valy se l'è presa un po' troppo ma non mi pare il caso di esagerare!
:
sto solo dicendo che, come giustamente ricordi, è uno scambio di condigli fra colleghi e non tra architetti e committenti.
Io, come altri, ho il dubbio che Valy non sia un architetto tutto qua, per questo provocatoriamente ho richiesto un compenso, in più si è anche adirata sulla domanda "sei architetto?"
:
se Valy è un architetto...
siamo messi proprio male figli miei...........
:
non si tratta di edificio intonacato...
:
l'arroganza andrebbe ignorata...era quello che volevo fare...dopo tutti questi post non ho resistito...inizialmente ho chiesto un consiglio, mi è stato detto che alla fine non chiedevo nulla...mi sta bene ho cercato di riformulare la domanda...non penso che con qualche consiglio esca fuori un progetto!!!
:
da architetto con qualche consiglio non mi ritrovo un progetto in mano, ma del lavoro da fare;
da committente lo stesso, avrò sempre bisogno di un architetto che rediga il mio progetto...
:
eh si, siamo messi proprio male!!!
:
...che se un architetto accetta l'incarico per un lavoro...non è ammissibile che non sappia nemmeno da che parte girarsi!!!!
non conosce la normativa e nemmeno dove recuperarla...non ha idea di cosa fare nè di come farlo...e vien qui a cercare la "pappa pronta"...
in 14 anni di lavoro ho dovuto metter mano tante di quelle volte ai casini fatti dal "giovane architetto alle prime armi" che ha accettato un incarico per un lavoro di cui non sapeva nulla...perchè in qualche modo doveva cominciare..
si comincia dalla gavetta...aiutando chi il lavoro lo sa fare, senza far casini e chiedere a chi ne sa di più nascondendosi sotto l'inesperienza...
...altrimenti poi non lamentiamoci se la gente pensa che gli architetti "non sono gente seria"....
:
mi dispiace x Valy ma sono perfettamente d'accordo con Patty.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.