Diritto di abitazione

messaggio inserito venerdì 9 gennaio 2009 da jol

jol : [post n° 184710]

Diritto di abitazione

Premesso che il diritto di abitazione si differenzia dall'usufrutto in quanto diritto più limitato (non può essere ceduto nè dato in locazione), chiedo se qualcuno è in grado di suggerirmi un criterio di calcolo ed argomentarlo, magari con riferimenti alla giurisprudenza. Per l'usufrutto esistono tabelle di calcolo che fanno riferimento all'età dell'usufruttuario, mentre per il diritto di abitazione non ho trovato molto.
Ringrazio anticipatamente!
roby-costa :
perché non prendere come riferimento u valore di mercato di un affitto per immobile equiparabile e poi capitalizzarlo come se fosse una rendita? Dopotutto per abitare un immobile (che non posso ne cedere ne subaffittare) dovrei pagare una quota mensile che invece trattengo. Capitalizzando quella quota, se non ricordo male la matematica finanziaria, dovrebbe risultare il valore del diritto. Con beneficio d'inventario.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.