Posso fare il mio studio in un abitazione?

messaggio inserito domenica 25 gennaio 2009 da marco

marco : [post n° 186300]

Posso fare il mio studio in un abitazione?

Sono un giovane architetto e vorrei aprire finalmente il mio studio, mio padre è proprietario di una piccola abitazione, (2 vani) che si presterebbe molto bene. Vorrei sapere se è possibile aprire lo studio direttamente, o devo trasformarlo in A/10. Inoltre quali sono le procedure per aprire uno studio? Devo comunicare qualcosa al comune, o all'ordine? Vi ringrazio molto se vorrete aiutarmi... non riesco a trovare informazioni in merito!!!
flw :
io ho lo studio in un'abitazione. non serve comunicare niente a nessuno..tranne che devi avere partita iva e segnare all'agenzia delle entrate il luogo in cui svolgi la tua attività
Paolo :
In teoria dovresti fare anche una comunicazione al Comune, poiche tutte le attività con P Iva devono essere note all'Ente...almeno nel mio Comune è così.Ciao
massimo :
al commercialista come ti ha suggerito flw per la dichiarazione dei redditi e per scaricare le bollette.... se i locali sono abitabili non vedo perchè devi cambiarli in a10..se fossero al piano terreno e su strada allora si al 100%! a10 ti va a reddito e paghi molte molte più tasse. io sposterei addirittura la residenza perchè puoi benissimo lavorare in casa, non ci sono leggi che lo vietino.
commercialista emanuela :
Confermo che va bene lo studio in abitazione. Devi solo fare le pratice all'agenzia delle entrate per aprire partita iva e comunicare l'inizio attività ad ordine e inarcassa (info telefoniche per entrambe in quanto molto carini e disponibili)
Ciao Emanuela
email
delli :
verifica che sulle nta la destinazione studio professioanale sia compatibile con la destinazione di zona
bye bye
marco :
GRAZIE
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.