Non confondete le 2 università: c'è un abisso!

messaggio inserito venerdì 2 aprile 2004 da Napoli Federico II Napoli 2

[post n° 18651]

Non confondete le 2 università: c'è un abisso!

Salve si è sparsa la voce che a Napoli ci sono stati degli esami di stato fcili!!!!Poi ho scoperto che ci si riferiva alla facoltà di Aversa, e tutto è tornato più chiaro e logico!Alla Federico II di Napoli l'eame di stato è durissimo e anche se i Naploetani sono mostri in quanto a preparazione comunque fanno stragi degli innocenti!! Ad Aversa è tutto più semplice, gli esami li fanno con serenità come le facoltà del nord e l'esame di stato è simile ad ingegneria, basta sedersi!!!!A buon intenditor poche parole!
:
e' VERISSIMO QUELLO CHE DICI L' HO CONSTATATO DI PERSONA, SIA IO CHE LA MIA RAGAZZA CON LE SUE AMICHE DOTTORESSE!A NAPOLI FEDERICO II 2 ANNI 4 ESAMI PASSATE AD AVERSA 2 ANNI 10 ESAMI!!!INCREDIBILE è COME AL NORD!!!UNA UNIVERSITà DEL NORD IN PIENO NAPOLETANO, CHE BUFFA LA COSA!BEATI LORO CIUCCETTI E CONTENTI!
:
finitela con questa polemica tra Nord e Sud relativamente alle difficoltà degli esami... ma voi giudicate una facoltà in base alla velocità nel finire gli esami? considerate le facoltà del "nord" solo a numero di esami senza tenerne conto della tradizione di alcune di esse ( ma avete mai seguito una lezione di Gregotti, di Secchi, di Venezia, per non parlare di altri maestri dell'architettura) se amate l'architettura con la A maiuscola non nascondetevi dietro al paravento della preparazione universitaria dimostrate ciò che siete... scusate lo sfogo...
:
sicuramente ci sono facoltà blasonate, il problema è che i professori da te menzionati( e tra questi c'è chi ha fatto le peggiori porcherie nel nome dell'architettura, parlo ad esempio dello zen di palermo, o della tanto enfatizzata bicocca...), ebbene questi bravi professori "curano" per fortuna solo una piccola parte degli studenti...il problema è secondo me nella mancanza di interdisciplinarità tra le materie, nel voler continuare a considerare la laurea in funzione culturale e non lavorativa, la laurea deve insegnare un mestiere e oggi ciò non avviene..nel 90% dei casi il laureato in architettura non ha cultura architettonica , non conosce i piu basilari principi di statica, la tecnologia neanche a parlarne, il plinto, la trave rovescia, la platea, la trave a ginocchio questi sconosciuti...se va in cantiere viene preso per il naso dal manovale,che ne sa piu di lui...l'urbanistica questa sconosciuta, volete l'abilitazione e normalmente non sapete la differenza tra indici densita utilizzazione territoriale e fondiaria...gli standard urbanistici e residenziali chissà cosa sono...tu parli dell'architettura con la A maiuscola ,ma quanti di noi ci arriverà mai e quanti invece finiranno con l'essere gli utili idioti del sistema...lo sai che con la tanto decantata riforma dell'università e degli ordini, l'ordine degli architetti paesaggisti conservatori e pianificatori, oltre allo scandalo degli iunior, di cui non si è ben capito i limiti professionali( definirle nel campo delle tecnologie standardizzate, nel periodo di internet, dove tutto si è velocizzato e le scoperte e innovazioni hanno una velocità che ha dell'incredibile , tali da randere usuali cose considerate eccezionali pochi anni addietro...) si apre previo esame di stato a laureati che di certe materie non ne capiscono un' h ...anche se poi a pensarci bene la panoramica sopra menzionata e cioè che anche i laureati in architettura non sanno gran che , forse giustifica la riforma...andate a leggervi con attenzione il DPR 328/2001 e guardate con che lauree si diventa architetti pianificatori, paesagisti,conservatori..quello è lo scandalo...il mestire dell'architetto, in passato " un muratore che sa il latino" diventerà la cloaca del sapere tutto...e non non saper fare nulla...questo è uno sfogo...da 9 anni sono abilitato e non vedere riconosciuta mai, all'inizio di un lavoro, la propria professionalità...questa è l'offesa peggiore e deriva da tanti troppi colleghi pieni di boria ma totalmente ignoranti...come d'altronde mi sento io ogni qual volta parlo con colleghi con i capelli bianchi, laureati prima di quel periodo disgraziato che è stato il '68...questo è uno sfogo..e se non avete tessere o amicizie altolocate, cari ragazzi... benvenuti all'inferno
:
Scusate, intervengo per riportare la discussione sulle "voci sparse". Sosterrò l'Esame di Stato a Napoli, alla Federico II, consapevole che non sarà un giochetto. Mi sono laureata a Milano senza mai cercare scorciatoie: laddove potevo scegliere i corsi, l'opzione cadeva sempre su quelli più tosti. Studiavo tutto, fino all'ultima nozione, prima di presentarmi agli esami.. Cosa che mi sembra ovvio, naturale, normale! Eppure oggi, sul lavoro (e fortuna che ce l'ho, un lavoro!), trovo giovani colleghi che si VANTANO di aver ottenuto lauree-lampo ed indolori, con tutte le scorciatoie immaginabili, compresa quella del "tentare" gli esami, perchè "tanto poi il lavoro è tutta un'altra cosa".. Non posso negare che, effettivamente, il saper fare si sta rivelando diverso dal sapere.. Ma sono così orgogliosa di non essere ignorante!! Però non provo riconoscenza nei confronti del Politecnico di Milano, poichè ritengo che il merito della mia preparazione sia in parte mio, in parte dei libri che ho studiato, ed in scarsissima parte dei docenti. Di buoni ce ne sono, certo, ma sono così pochi!! Per questo sono profondamente delusa e non voglio più mettere piede in quella facoltà. Andrò a Napoli perchè mi hanno parlato di docenti PREPARATI E UMANI, NON BORIOSI. Sono laureata da un anno, ma non ho ancora nemmeno 'tentato' l'Es. di Stato. Questa sarà la prima volta e nutro grandi speranze. Mi auguro che sarà una bella esperienza. Non smontatemi dicendo che sarà una tortura! Vi prego!
:
ma ancora nn l'avete capito che l'esame di stato è l'ennesima truffa per spillare i soldi, pensate forse che è un'esame importante ai fini della professione? per favore chiedo solo un po' di buon senso, gia' ci fanno fare un'universita' 'teorica' poi ci mettono pure questo esame che sinceramente nn so che senso possa avere e si dovrebbe pure perdere dell'altro tempo per superarlo? l'ho fatto ad aversa perche' trovo che l'esame per l'abilitazione sia inutile e forse anche i professori lo sanno e cercano di nn far perdere altro tempo a delle persone che dovrebbero entrare gia' da tempo nel mondo del lavoro...sono saggi, concreti e unici come tutti i napoletani.
in bocca al lupo a tutti e basta con queste polemiche dell'esame di stato, toglietevelo presto dalle scatole punto.
:
ciao.
anch'io andrò a fare l'esame ad anversa..sono alureata da 1 mese all'univ. di ferrara.
mi sai dire come devo compilare il bollettino della banca di roma perchè nn c'è scritto da nessuna parte e in più non riesco mai a prendere la linea per telefono...

grazie
ciao
:
cara giorgia,
mi spiace ma nn ti posso aiutare poiche' io ho fatto tutto direttamente a napoli visto che sono di roma,
insisti magari a chiamare e fatti spiegare bene
sono molto gentili (se riesci a parlarci)
:
non è che ti ricordi qual'era l'intestazione del bollettino..vero..
oppure, hai altri numeri di telefono ai quali chiamare??!!io ho solo quelli del sito che sono sempre occupati..
grazie cmq!!
:
..forse chiedo troppo..ma visto che ho già letto 1000 messaggi e tutti facciamo la stessa domanda "come si fa a pagare" ...non è che se sei di napoli/caserta/anversa puoi andare in univ e dare a tutti noi lontani i dati??!!
forse chiedo troppo, ma ci aiuteresti tutti un casino..
ciaooooo
:
ciao a tutti! ho appena fatto lo scritto alla federico II di napoli, ma sono milanese.. la commissione è questa:
Vincenzo Meo, Vincenzo Manocchio, Pio Crispino, Paola Bovier, Giovanni Rossano.
qualcuno ha previsioni in proposito?
devo rassegnarmi perchè -se passerò lo scritto- sarò fustigata all'orale? e solo perchè non sono di napoli??
mi hanno detto che l'ultima volta i milanesi sono stati bocciati praticamente tutti.. ..non credo che sia solo questione di impreparazione...
aiuto!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.