Inarcassa

messaggio inserito domenica 15 febbraio 2009 da Alessandro

Alessandro : [post n° 188564]

Inarcassa

Oltre che obbligatorio è anche conveniente l'iscrizione ad Inarcassa? parlo in termini di contributi annuali e tornaconto finale...grazie quanti mi vorranno rispondere, ale.
trilly :
rispetto alla gestione separata inps...sicuramente.
soprattutto se hai meno di 35 anni.
Alessandro :
e rispetto invece ad un contributo assicurativo di previdenza complementare?
poipoi :
scusa, ma devo dire un'ovvietà:
la previdenza è obbligatoria.
la previdenza "complementare", è ... complementare.
La scelta fra un'assicurazione obbligatoria, come Inarcassa e INPS dipende da tanti fattori, ma non puoi sostituirla con un'assicurazione integrativa.

Provo a spiegarti il meccanismo. Per quanto qualcuno ti possa dire il contrario, quando versi dei contributi a una cassa di previdenza, non stai accantonando soldi per la tua pensione, ma la stai garantendo a qualcun altro. Si chiama "patto di solidarietà fra le generazioni". La nostra unica speranza di ricevere una pensione è legata al fatto che quando toccherà a noi, ci sia qualcun altro che faccia ciò che stiamo facendo ora.
Questo è il motivo per cui tutti i lavoratori pagano (o dovrebbero farlo) per un'assicurazione obbligatoria.
Con i decremento demografico e l'aumento dell'evasione, possiamo solo sperare che molti cittadini, soprattutto extracomunitari (che sono gli unici folli che oggi continuano a fare figli), abbiano voglia di studiare, diventare architetti o ingegneri, ergo pagare i contributi per la mia e la tua pensione. Quindi la prossima volta che vedi un ragazzino scendere da un gommone a Lampedusa, spera che possa studiare nel nostro paese e diventare un ingegnere affermato. Altrimenti siamo nei guai.
:)

Riguardo alle pensioni integrative: non hai fatto caso che dopo il tonfo delle banche di mezzo mondo nessuno ne parla più come la manna per la nostra vecchiaia?
Qualcuno può spiegarmi perché un istituto privato a chiari fini di lucro come una banca dovrebbe darmi una "pensione" migliore di un istituto pubblico o semipubblico il cui unico scopo è quello di ridistribuire i contributi dei lavoratori? Hai mai sentito parlare di una banca o di un'assicurazione che ti regala i soldi?
Se posso darti un consiglio, fai molta molta attenzione con queste pensioni integrative.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.