abitabilità

messaggio inserito martedì 10 marzo 2009 da chat

[post n° 190964]

abitabilità

salve a tutti!! mi trovo a cominciare dei lavori di ristrutturazione di un villino a schiera. il piano terra è stato condonato e sanato, era pilotì mentre oggi è completamente chiuso come un appartamento normale. insomma, faremo modifiche, dia, docfa ecc,.,.alla fine il proprietario vorrebbe che mi occupassi anche della richiesta di abitabilità. non l'ho mai fatto, in che consiste? soprattutto, quanto devo chiedere per questo??? grazie a todos per l'aiuto!
:
L'agibilità è l'ultima cosa da fare. Intanto inizia con i lavori e poi se ne riparla.
:
scusa ma che risposta è?? so bene che è l'ultima cosa...è che devo presentare una parcella relativa all'intero lavoro... fino allultima cosa...appunto...insomma chiedevo un consiglio...che si fa? ci risentiamo a fine lavori??!
:
Allora visto che rispondi così la prendo in altro modo anch'io. Ma che domanda è? Perchè tu per scrivere una istanza di agibilità, che ne trovi a migliaia su internetdi fax-simili, te la fai pagare?

Se sei il direttore dei lavori sino alla fine dovrà essere un tuo dovere redigere il certificato di collaudo ai sensi del comma 7 art.23 e presentare fine lavori.

La richiesta di agibilità la predisporrai tu ed il cliente dovrà solo firmarla ed è un lavoro che ti impegna più tempo a portarla al comune che scrivere l'istanza.
Quindi, in conclusione, fatti pagare la direzione dei lavori e dirai al tuo committente che anche la pratica per la richiesta della agibilità è inclusa nell'onorario. Così lui è bello e contento, pensando che gli hai fatto lo sconto.

ciao
:
boh...mi sembra di aver scritto chiaramente che chiedevo info su in che consisteva il lavoro da fare , specificando che non me ne sono mai occupata....non intendevo approfittare di nessuno!
rispetto alla domanda ho letto che per ottenere l'abitabilità vanno verificate tutte le documentazioni,sia quelle di costruzione che di conformità degli impianti, fino al sistema fognario (allaccio in fogna) non per ultimo l'aspetto statico ...insomma non mi sembrava la stessa cosa del collaudo di fine lavori.......ma, ripeto, non me ne sono mai occupata...tutto qui. grazie lo stesso.
:
progetti secondo requisiti minimi? ti attieni a tutte le norme del regolamento edilizio e di quello d'igiene nonchè a tutte le altre?
dichiari le varie conformità? esisterà il certificato di collaudo?
se hai risposto sì a tutto, la tua domanda al comune consisterà semplicemente nell'attestare quanto sopra. non è una pratica a sè stante ma una richiesta la cui compilazione ti porterà via sì e no 10 minuti
:
tu come tecnico devi solo firmare. il proprietario fa la richiesta
www.softwareparadiso.it/studio/schedaabitabilita.htm
:
scusa ma non capisco che cosa ti serve... informazioni su come fare le varie pratiche? oppure solo quello che riguarda l'agibilità? (PS: l'abilità non esiste più... con DPR 380/2001 si chiama agibilità)
e comunque l'agibilità è veramente la parte più facile se hai seguito tutti i lavori... si tratta di mettere insieme i documenti (quelli che servono li trovi agli art 24 e 25 del solito testo unico) e consegnare il tutto... esistono una marea di fac-simile per la domanda, forse anche il comune dove stai lavorando ha sua modulistica.... solitamente questi modelli comprendono anche elenco di tutte le carte da allegare
per 'quanto chiedere'..... in genere la si comprende nella progettazione e direzione lavori e, appunto, se hai seguito i lavori e hai raccolto mano a mano i documenti non ci puoi mettere più di mezzza giornata a preparare la domanda e consegnarla... quindi valuta tu
bye bye
:
x chat
spero che adesso tu abbia capito. Forse avevi bisogno che fossi in tanti a dirti la stessa cosa?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.