abuso edilizio

messaggio inserito giovedì 19 marzo 2009 da manuela

[post n° 192027]

abuso edilizio

ciao a tutti ho un problema per un abuso edilizio: la costriìuzione è stata realizzata circa 20 anni fa con concessione edilizia, oggi dopo una verifica mi ritrovo che rispetto al progetto approvato ci sono delle difformità sui volumi, sulle superfici e sui prospetti. in realtà al momento della realizzazione dell'opera si sarebbe potuto costruire come è stato fatto bastava farsi autorizzare una variante cosa ovviamente non fatta!!!!
oggi mi ritrovo che il fabbricato ricade in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed in base al d.lgs 42/2004 art. 180, o giù di li, non è possibile sanare aumenti di volume e superfici. qualcuno sa dirmi qualcosa a riguardo? conosce qualche sentenza? secondo voi ai sensi dell'art.36 del dpr 380/2001 c'è conformità? per chiarirvi meglio: io già al momento della realizzazione dell'opera avrei potuto farla con le odierne dimensioni e forme ed anche oggi perchè rispetterebbe il PDF di allora e di oggi, ovviamente oggi dovrei chiedere il parere paesaggistico per il quale però non ci dovrebbero essere problemi. tra l'altro le modifiche apportate ricadono tra le variazioni non essenziali secondo quanto previsto dalla mia legge regionale, ma non cè un certificato di agibilità che forse mi avrebbe anato all'epoca la situazione!!!!!!!!

scusate spero di essere stata chiara, è una situazione un po' complicata con una causa in corso;
grazie a chiunque potrà essermi di aiuto
:
se hai la doppia conformità (vedi art 36 TU) puoi fare un PdiC in sanatoria con anche autorizzazione paesaggistica in sanatoria: dovrai pagare la sanzione per l'abuso urbanistico e una sanzione pecuniaria che verrà quantificata dalla commissione del paesaggio.... questa è a discrezione... quindi buona fortuna
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.