compenso

messaggio inserito sabato 18 aprile 2009 da sofia

[post n° 195047]

compenso

Sono un giovane architetto con tanto di abilitazione
Alla mia prima esperienza lavorativa dopo 6 mesi di stage mi è stato proposto un compenso di 700 euro mensili!
Scusate ma secondo voi quanto dovrebbe essere un compenso minimo?
:
benvenuto nel vergognoso mondo reale: tu pensa che ci sono architetti abilitati che dopo 8 anni che lavorano non arrivano a 1000 mensili...
:
bè per cominciare non è male, la prima esperienza...stage...dipende pure da che zona ti trovi!Da me in Puglia almeno la prima esperienza è senz'altro gratuita, scherzi??devi ringraziare tu per il disturbo!!se tutto va bene o un panettone o una colomba, dipende dal periodo in cui fai lo stage :) cmq...mi accodo a Fra e ti do il ben venuto!ciao!
:
BENVENUTO !
:
e non dici grazie ancora?? certo che sei fortunato..700 euro dopo sei mesi di stage molti di noi se li possono solo sognare di notte..
:
E ancora chiedi se va bene?! Appena laureata per 3 anni non prendevo nulla e dopo mi davano 300 euro
:
Come al solito sono controcorrente e ti chiedo se la segretaria che sta a studio senza laurea accetterebbe il tuo compenso, ma stiamo scherzando?!??!? smettete di fare offerte al ribasso se volete avere un futuro decoroso. NON SI PUO' LAVORARE GRATIS!!!!! lo dice chi spreme i i vecchi Architetti come i limoni a causa del loro analfabetismo informatico dopo aver lasciato la professione dell'architetto abbracciando quella del disegnatore
:
caro/a archi..non è che siamo noi a fare offerte a ribasso..questa è la situazione reale..sta a noi poi accettare o no..tanto se rifiutiamo noi ci saranno sempre altri che ci potranno sostituire..anche secondo me nonn è giusto lavorare gratis..la nostra dignità è messa davvero sotto i piedi..ma non vedo grossissime possibilità alternative..
:
pensate che fare la libera professione conviene di più...un solo lavoro tuo se pur piccolo ti ripaga di tutto il misero stipendio che ti danno in altri studi....in più ti fai la tua strada.....saluti a tutti
:
Dipende dalle esigenze personali, da dove vivi, da quanti anni hai e dal tempo libero che ti resta dopo il lavoro.
Se vivi da solo non puoi mantenerti con questi soldi,specie se paghi un affitto.
Però credo sia meglio che accetti visti i tempi,la libera professione per ora non ripaga per niente.
Poi se sei agli inizi hai ancora molto da imparare.Non farti però sfruttare,cioè non lavorare oltre gli orari stabiliti e non stare lì troppo a lungo per questa cifra, massimo un anno e poi cerca altri lidi.
ciao
:
concordo con archi e soprattutto con dina: x adesso accettali (sempre che tu nn sia già in grado di essere indipendente nello studio x cui svolgeresti il lavoro da sola senza direttive...in quel caso NON è una cifra accettabile). lavora le tue ore, nn di +, dimostra quanto 6 capace e se nn vedi cambiamenti nell'aria, cerca posti migliori.
ma rimarco il concetto di archi x cui il ragionamento "tanto dopo di me c'è uno che li accetta" DEVE FINIRE!
MA COME MAI NN CI DIAMO SERIAMENTE UNA SCROLLATA?
si PUO' E SI DEVE fare qualcosa: si può lavorare sodo, dimostrare che si vale e PRETENDERE INCONDIZIONATAMENTE di avere quanto ci spetta x vivere in maniera dignitosa, come la nostra COSTITUZIONE ci garantisce di diritto.
i miei nn sono ragionamenti campati in aria.
io ho fatto la mia parte, la faccio tutti i giorni e rappresento giovani colleghi che come me credono nella meritocrazia.
nn dimenticatevi di cosa e quanto valete. mai.
buon lavoro a tutti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.