sono scaduti i 30 giorni....

messaggio inserito martedì 21 aprile 2009 da barti

barti : [post n° 195429]

sono scaduti i 30 giorni....

Ho presentato presso lo sportello unico intercomunale per le attività produttive una dia per ampliamento negozio....sono scaduti i 30 giorni, ormai da circa 10 gionri, ma l' UTC mi ha detto che non ha ancora guardato la pratica!!!! E' un comportamento corretto???? c'è da dire che questo comune è consorziato con un altro comune per l'istruttoria delle pratiche....e secondo loro i 30 giorni dovrebbere valere dal secondo protocollo (fra comune e comune):....
Fra :
dopo 30 giorni dalla presentazione della pratica scatta il silenzio-assenso. se non l'hanno guardata è un problema loro, tu fai la dichiarazione di inizio lavori e ottemperi alle norme.
archi :
seeeee pure il secondo protocollo....................ragionier Fantocci ne presenti anche 10 copie cilostilatate per sicurezza qualora si perdano quelle consegnate, e non si dimentichi di allegare le penne biro per l'istruttore amministrativo. La legge almeno su questo non lascia dubbi 30 giorni e non uno di piu'.
beppe :
sarà anche un problema loro, ma ricordati che se i lavori non sono conformi alla normativa anche se non esaminano la pratica in 30 gg. la responsabilità della conformità rimane cmq. la tua. Fermo restando che l'amministrazione ha poteri di annullamento, anche post 30 giorni, nel caso in cui l'opera non risulta conforme alle disposizioni prescritte.
beppe :
x Fra,
ricordati che in regime di DIA non eiste il silenzio assenso, in quanto la DIA quale forma di titolo abilitativo non è sottoposto a regime autorizzativo, concessorio o di permesso, ma è una semplificazione per accelerare i tempi ed evitare di andare in regime autorizzativo. Il tutto con le reposnabilità del tecnico che firma il progetto.
Fra :
beppe, hai ragione, però in Lombardia -perlomeno- la dia è stata per diverse sentenze equiparata al PC e quindi sottoposta comunque a responsabilità dell'amministrazione che la valuta.
sono d'accordo che con la dia un tecnico dichiara sotto la propria responsabilità di asseverare tutte le norme vigenti, resta il fatto che se la legge dice 30 giorni decorso il quale termine ecc.. (sto copiando l'intestazione del modulo dia) nessun UT può sforare tale termine: facile se no, poi, che tutte le pratiche languiscano mesi e mesi perchè in un UT sono disorganizzati e si appigliano a questo cavillo tendenzioso
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.