donazioni meditatamente incomplete

messaggio inserito domenica 26 aprile 2009 da mario

mario : [post n° 195911]

donazioni meditatamente incomplete

Vorrei sapere la leggittimità di un atto di donazione espresso in maniera incompleta, riducendo nell'espressione dell'atto stesso parte della proprietà.
mi spiego meglio io padre dono ad un mio figlio all'insaputa degli altri cinque, parte di un immobile situato su un medisimo piano (tipo 20 mq. uso commerciale), mentre la restante parte di quasi altri ottanta metri quadri sarà divisa con atto testamentario(di cui non se ne conoscono i termini)tra gli altri figli.
il problema è questo:
nella donazione vengono citati e già frazionati questi 20 metri quadri, e si dichiara inoltre che tutto il sottosuolo dell'intera proprietà sarà di uso esclusivo di questo figlio, omettendo che nel sottosuolo esiste già un altro locale ad uso deposito e anch'esso accatastato, ma nell'atto di donazione non viene menzionato se non nella generica comprensione " tutto il sotto suolo".
La mia domanda è questa:

E' leggittimo un atto di donazione in cui vengono donati 20 metri quadri uso commerciale mentre non si menziona affatto il locale sottostante già adibito ad uso deposito?
archi :
Ma qui siamo architetti, forse hai sbagliato forum ;))) cmq, poichè sono incastrato in una controversia parentale in famiglia ti consiglio di andare dal "notaro" dire e PRETENDERE che il testo dell'atto sia chiaro e leggibile per evitare dubbie interpretazioni, di questi atti fatti con i piedi ne ho pagato le conseguenze e probabilmente paghero' per altri 20 anni se non cambia qualcosa per una multiproprieta' fittizia (frutto di dichiarazioni contorte) con gli altri eredi, a meno che una calamita' naturale non elimini definitivamente l'oggetto della contesa con la pace di tutti i concorrenti ..............personalmente quando sono andato dal notaio per un mio atto ho portato una bozza scritta da me in italiano corrente per evitare dubbi interpretativi e capriole grammaticali.

Se si dona il sottosuolo del locale commerciale con il locale, che ci sia aria, terra, fuoco, o petrolio cosa cambia? nulla ;) Saluti
beppe :
E' buona norma mensionare il tutto con numero di particella e foglio. In ogni caso se c'è una descrizione dettagliata da potere individuare inequivocabilmente la prorpietà credo che si possa fare lo stesso
A prorpsito di donazione. Ricordati che la donazione non significa che gli altri un domani non possono impugnare il tutto. Mi spiego meglio. Significa che un domani quella donazione viene rimessa in discussione nella divisione del beni che vanno in successione, salvo che quella quota che dona non faccia parte della quota disponibile.
ciao
Questo è regolamentato dall'art.737 del codice civile.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.