Architetto o agente immobiliare

messaggio inserito lunedì 27 aprile 2009 da arch.lau

arch.lau : [post n° 195945]

Architetto o agente immobiliare

Salve a ttti, ho un importante quesito da orvi.
Sono un architetto ma viste le difficoltà d'inserimento in una nuova città, ho collaborato con un agenzia immobiliare. Non vi nego che il lavoro mi affascina, anche perchè riesco a fare bene anche il lavoro di tcnico. ora mi chiedo...se volessi apriri un agenzia tutta mia, devo per forza avere il patentino di agente o posso com tecnico aprire un agenzia? E se ci vuole il patentino, devo rinunciare all'iscrizione all'albo?
Grazie a tutti anticipatamente
bonaparte :
Sì, devi x forza avere il patentino, se eserciti come tecnico l'attività di agente potrebbero anche nn riconoscerti alcuna parcella -è accaduto ad un amico che ha peraltro rischiato di essere denunciato-. X l'iscrizione credo che uno debba scegliere una delle due professioni, ma nn ne sono certa!
trilly :
quoto bonaparte e specifico meglio:
l'iscrizione ad un albo esclude automaticamente l'iscrizione agli altri.
o sei iscritto all'albo architetti O a quello degli agenti.
arch.lau :
Ma aprendomi uno studio d'architettura, posso anche dare consulenza immobiliare?
bonaparte :
mi spiego: sì tu puoi fare quello che vuoi, ma se poi il cliente decide di nn pagarti la percentuale sulla compravendita ne ha tutto il diritto poichè tu nn sei agente abilitato, capisci?? può addirittura denunciarti x avergliela chiesta! se per consulenza invece intendi dare consigli e limitarsi ad orientare il committente senza chiedere maggiorazioni rispetto al progetto, allora sì!
inoltre se altri agenti ti beccano chiedere parcelle si accaniscono contro di te, loro si coalizzano veramente x queste cose -giustamente!-, conviene fare attenzione!
trilly :
mah.....
in un forum come questo...bonaparte nn puoi veicolare un tipo di informazione del genere:"un mio amico lo ha fatto...ma sai...lo hanno sgamato e nn gli hanno pagato la parcella!"
per forza il tuo amico ha avuto problemi...stava facendo una cosa illegale! mi pare il minimo!
per occuparsi di compravendita di immobili occorre seguire il corso, ricevere l'attestato abilitante, aprire un'agenzia immobiliare ed iscriversio all'albo preposto.


trilly :
"sì tu puoi fare quello che vuoi"...mi pare proprio fuori luogo.
lau NN PUò FARE quello che vuole.....maaaaaaaaah
saretta77 :
in effetti.. o rimani iscritto all'albo degli architetti.. o prendi il patentino da mediatore...sono nella tua stessa situazione.... ma credo che dopo anni di studio.. convenga tenersi la laurea.. e magari collaborare con qualche agenzia immobiliare.. senza per forza esserne il titolare...
bonaparte :
x trilly: "puoi fare quello che vuoi" è specificato sucessivamente: un conto è dare consigli immobiliari, nessuno ce lo vieta, anzi i committenti ce lo chiedono spesso (del tipo, è meglio questo o quel negozio, lei architetto cosa ne pensa, meglio il terreno a sud o quello ad ovest....) un conto è poi chiedere la parcella sulla trattativa, illegale appunto!!! cmq il mio amico ha poi aperto un'agenzia immobiliare, visto che siamo in argomento!!
arch.lau :
x bonaparte: ma il tuo amico è un architetto?
bonaparte :
sì, è laureato in architettura, ma poi per varie ragioni si è trovato a dover scegliere e si è iscritto solo agli agenti immobiliari, x avere la possibilità di aprire la sua agenzia appunto... cmq deve piacere xchè in effetti so che è un lavoro BEN LONTANO dalla progettazione!
lada :
salve, quindi come si potrebbe risolvere la cosa?
Inoltre l'abilitazione va prese nel luogo di residenza vero? ma poi si puo' operare i tutta l'italia?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.