Commercialista: ipotesi patronato

messaggio inserito giovedì 28 maggio 2009 da Margot

[post n° 198975]

Commercialista: ipotesi patronato

Ciao e buongiorno a tutti. Qualche tempo fa un amico (architetto) mi aveva ventilato che per la contabilità si affidava ad un ente di patronato (che onestamente non ricordo nemmeno quale). Al tempo avevo altro per la testa, ma adesso, prospettandomi l'idea di cambiare commercialista e, magari, trovarne uno meno caro (!!!!!!), mi è tornata alla mente l'ipotesi patronato. Avete esperienze in merito? Grazie
:
ciao, io ho chiesto alla sede di milano www.safacli.com per il modello unico e loro mi hanno mandato il tariffario. 150€ per il modello sembrano tanti ( ho il regime dei minimi e non ho il commercialista), secondo voi? se è come un commercialista tanto vale che ne cerchi uno vicino casa..
cmq guarda il sito, se gli mandi una mail rispondono in fretta.
:
io più che al risparmio mi guarderei bene dallo scegliere un professionista (patronato o libero professionsita è la stessa) che eserciti con professionalità poichè indipendentemente dal volume di affari e dal regime fiscale quel che importa è non incorrere in accertamenti che sono sempre dolorosi...!
Io mi affido ad un libero professionista, avevo ipotizzato quest'anno di far fare la dichiarazione unico ad un CAF (mi chiedevano 150euri), ma poi sono tornato dal mio commercialista al quale anche durante l'anno mi rivolgo solo per consulenze su fatture e acquisti. Tieni conto che sono in un regime dei minimi quindi non c'è contabilità e mi prende il doppio, cira 300euri! ma credo che 150 in più mi possono garantire anche assistenza durante l'anno, anche per eventuali problemi che possono insorgere con il fisco.
Comuque nulla toglie che al CAF vi siano seri professionsiti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.