Post laurea e corsi di specializzazione realmente importanti

messaggio inserito giovedì 11 giugno 2009 da Neo_Ninpo

Neo_Ninpo : [post n° 200335]

Post laurea e corsi di specializzazione realmente importanti

Ciao a tutti :) ,

ai fini lavorativi, per un libero professionista, su quali corsi post laurea e/o di perfezionamento conviene investire?

Nel corso della sicurezza della nuova 81/08? In quello dei vigili del fuoco sulla prevenzione incendi negli edifici? In un master sul paesaggio per riuscir ad entrare in quelle fantomatiche commissioni regionali di tutela paesaggistiche?

Insomma ci sono molti corsi fatti per allargare il curriculum e farsi assumere da grandi studi o aziende, mentre altri sono più indirizzati alla libera professione, infine la maggior parte sono fatti per fare mangiare chi li fa...

I vostri consigli da reali architetti lavoratori quali sono? :)
Ily :
Io ti consiglieri quello che ti piace davvero, perchè così ci metterai l'anima e il cuore.
Neo_Ninpo :
Il cuore c'è sempre in ogni ambito dell'architettura, dalla progettazione architettonica fino al calcolo strutturale, ma ormai non posso più permettermi di farmi false illusioni scegliendo quel che mi piace quando poi non è richiesto dal mercato.

Avrei voluto fare un dottorato di ricerca ma sappiamo tutti come vanno le cose nell'Università italiana e come sia differente il fare esami dall'intraprendere una carriera universitaria lavorativa.

Per questo chiedo cosa realmente sia richiesto dal mercato per lavorare in ambiti particolari, ad esempio un corso sulla computer grafica è assolutamente inutile se si ha la costanza di studiare ed esercitarsi da soli pur essendo richiestissimo dal mercato, per fare il RSPP invece bisogna avere un attestato, per poterlo fare :)
matteo.s :
Io inizierei con un bel corso sulla 81/2008 e già dovrebbe portarti lavoro.
desnip :
dipende se il tuo obiettivo è fare la libera professione o essere assunto da un'azienda o un grande studio.
La scelta cadrà di conseguenza.
Ily :
Adesso è molto attuale la certificazione energetica, per cui suppongo che ci sarà molta concorrenza e conseguente saturazione del mercato... Idem con la sicurezza... Perchè invecenon fai qualcosa di diverso dove avrai meno concorrenza, ad esempio restauro? Il recupero degli immobili storici va forte, e si possono applicare alcune metodologie del restauro anche nella semplice ristrutturazione (scelta dei materiali, corretto trattamento delle preesistente ecc).
desnip :
Va bene il discorso sulla concorrenza, ma secondo me corsi come la sicurezza o la certificazione sono "di base".
Per poter offrire una prestazione completa, dal progetto alla direzione in cantiere sono fondamentali, poi per altre cose si può puntare sulla specializzazione che può distinguerti dagli altri.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.