CALCOLO SUP LEGGE TOGNOLI

messaggio inserito venerdì 12 giugno 2009 da arkyzar

arkyzar : [post n° 200511]

CALCOLO SUP LEGGE TOGNOLI

Salve a tutti. Ho un dubbio e spero che qualcuno possa aiutarmi. in piu' parti e su piu' intereventi in bacheca ho spesso letto che per il calcolo del mq necessario per parcheggi dato dalla legge Tognoli molti affermano che vengono inseriti i mq di P vero e proprio e quelli destinati agli spazi di manovra. La domanda e': qual'e' la norma di riferimento? Sulla Tognoli non vi e' scritto come calcolare la superficie e sembra chiaro che faccia riferiemnto alle aree di P vere e proprie. Ho visto progetti in cui vengono inseriti nel calcolo anche la superficie della rampa. Vi e' una norma precisa in tala senso? Naturalmente se la superficie non viene eplicata nelle NTA.
Grazie a tutti
Alessandro
Arkyfranz :
Ale, molto sinteticamente e, ragionando "all'italiana", presupponendo il fatto che si parla di dotazione minima di parcheggi (in mq) e non di posti auto..., considererei il parcheggio comprensivo di spazio di manovra, che per assurdo individua sempre un'area "vincolata" a tale destinazione che, nel corso del tempo può anche modificare la propria conformazione geometrica degli stalli e delle relative corsie di manovra, rimanendo, di per se sempre della medesima destinazione... E' chiaro che se del parcheggio in essere, paradossalmente ne aumentassi fino al limite la corsia di manovra facendo tendere a zero quella relativa ai posti auto, creando artificiosamente come una prosecuzione di una viabilità e non un parcheggio, avrei aggirato ciò che la legge dirigisticamente voleva perseguire. Cmq ci sono molti casi in cui viene richiesto esplicitamente il "posto auto" con un indicazione di sup min da rispettare (circa 15 mq) ma non è il caso della 122.
Con affetto
Francesco
arkyzar :
Franz! In mancanza di legge chiara, non so tu, ma io protenderei a mettermi in una posizione per me cautelativa e cioe' di considerare come superficie minima quella assegnata ai posti auto senza aree di manovra. Se dovesse esserci un ricorso io starei, di fronte alla legge, in una posizione inattaccabile non credi? Ho sentito quattro tecnici comunali ed ognuno interpreta la cosa in maniera diversa. Il problema e' come, nel caso, interpreterebbe la cosa un giudice. Interessante il discorso della servitu' sulle aree. Forse e' li' l'inghippo.
Ciao
Alessandro
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.