investimento immobiliare

messaggio inserito mercoledì 17 giugno 2009 da bonaparte

[post n° 201149]

investimento immobiliare

chiedo a chi è in edilizia e conosce l'andamento dei prezzi: la mia vicina di casa si trasferisce e vorrebbe vendermi il mini cosicchè il mio appartamento possa diventare di metratura maggiore. il prezzo che chiede è il medesimo che lei ha pagato 3 anni fa, ma cmq a me costerebbe un ingente sacrificio ed un mutuo aggiuntivo e c'è chi dice che con questa crisi è meglio lasciar perdere xchè tra non molto si troveranno immobili più grandi a poco... io non ci capisco nulla, secondo voi?
:
Per quanto riguarda il discorso commerciale, in parte probabilmente dipende da dove abiti(sia la città che la zona), perchè è vero che i prezzi stanno scendendo, ma nei quartieri migliori, almeno da me, non ci sono grossi cambiamenti. Molto dipende da te, dal motivo per cui compreresti: se vuoi investire, e pensi di sistemare l'appartamento e rivenderlo(anche in tempi migliori) è un conto;se invece stai cercando il "tuo spazio" forse devi semplicemente chiederti dove ti piace stare, e se aumentare la metratura ti darà la possibilità di avere la casa che hai sempre voluto... per motivi diversi ho fatto tanti traslochi, e sono arrivata alla conclusione che la cosa importante è godersi la propria casa, per il tempo che la professione concede. ciao e in bocca al lupo!
:
ciao, come dice mia, dipende molto dalla zona in cui si sta, io sono della provincia di milano e ti posso dire che in provincia i perzzi di tutti gli immobili se non si sono abbassati "ufficialmente", comunque sono diventati molto più trattabili, in provincia a mio parere è molto più trattabile l'usato che il nuovo. a milano invece l'usato ha spesso ancora prezzi alti e poca trattabilità in quanto spesso l'usato rientra in una fascia di pregio, sia tecnicamente, ma + spesso x la posizione. sicuramente bisonga fare dei ragionamenti su chi sta vendendo...c'è chi deve vendere x forza perchè ha acquistato altrove, quindi alla fine è disposto/obbligato a scendere a compromessi e accettare anche offerte + basse. se uno appena appena può permetterselo, aspetta a vendere quando il mercato si sarà ripreso, che ovviamente è difficile da prevedere...o cmq aspetta quando ha un'offerta adeguata alle sue aspettative (c'è da dire che comunque spesso le aspettative di chi vende sono sproporzionate alla realtà-indipendentemente dalla crisi attuale)
:
guarda, per la mia piccola esperienza ti posso dire che i prezzi ora come ora sono fermi, noi come nuovo (abbiamo solo nuovo) non stiamo vendendo nulla, più in là i prezzi sicuramente torneranno a salie, non scenderanno di certo.
Chi oggi propone case a prezzi stracciati è perchè o è con l'acqua alla gola, o perchè la qualità dell'immobile è scarsa e di solito di parla di un vecchio, non di un nuovo.

Se le tue esigenze sono quelle di allargarti per vivere più comoda perchè adesso sei costretta in poco spazio e non ti senti del tutto soddisfatta io lo farei, considerando ovviamente tutti i pro e i contro oltre a mutuo ecc...per allargarti dovrai anche fare lavori ecc...

:
Secondo me dovresti aspettare, trattare ed eventualmente lasciare.

Allora, se il tuo appartamento è già di per sè bello e soddisfa a pieno le tue aspettative e continuerà a farlo nel lungo periodo, potresti tentare una trattativa che non ti faccia fare un "ingente sacrificio".
Sicuramente quell'appartamento non verrà venduto a breve, quindi tra un po' di tempo potresti ritentare con una nuova proposta. Ah, naturalemente per rendere la proposta appetibile, devi essere pronto ad andare a rogito in breve tempo.

Se l'appartamento così come è e come sarà, quando ti allargherai, sai già che non soddisferà le tue aspettative, allora forse è meglio non fare nulla ora e cercare una volta che si presenterà l'occasione.

PS: sono solo ragionamenti puramente generalisti e semplicistici, dipende molto dalla città, dalla zona, dallo stato della casa e molti altri fattori.
:
C'è un elemento ne tuo post, bonaparte, che è da valutare. Immobili più grandi scenderanno di prezzo. Questo è corretto o comunque costeranno sempre meno in proporzione rispetto a un piccolo appartamento. Quindi in teoria sarebbe più conveniente comprare un grande vendendo il tuo mini, invece di comprare un mini per far diventare il tuo grande.
Però sottolineo anch'io che questi sono discorsi teorici.
Dipende da zona e situazioni specifiche.
E poi io sono tendenzialmente contraria ad ammazzarsi per i mutui se non necessario.
:
è un problema di domanda e offerta.
In periodi di crisi ci sono complessivamente meno offerte. Quando le cifre da spendere sono più consistenti (= appartamenti più grandi) le offerte sono ancora meno.

In questi casi il vantaggio del compratore è di poter tentare offerte molto vantaggiose (20-30% in meno) e vedere l'effetto che fa. Se il venditore ha necessità di vendere, prima si arrabbia, ma poi vende.
:
poipoi, forse hai invertito e intendevi dire che ci sono meno domande (compratori che offrono delle cifre a chi vende), l'offerta sono i beni immessi sul mercato
:
giusto inca1996
per "meno offerte" intendevo "meno proposte di acquisto"
:
bonaparte allora? cosa intendi fare?
Ti abbiamo confuso le idee?
:
allora pensavo di fare così: io offre quanto è nelle mie possibilità, cioè quanto riesco a tirar fuori con un mutuo sosteibile... se nn riesco a prenderlo con quella cifra, che è abbastanza più bassa di quella che chiede lei, arrivederci! di fare enormi sacrifici non ne ho voglia (ne faccio già abbastanza) e non mi è strettamente necessario un nuovo spazio... cosa ne pensate? grazie a tutti!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.