Docfa frazionamento

messaggio inserito lunedì 27 luglio 2009 da sasa

[post n° 205491]

Docfa frazionamento

Salve a tutti,
sono alle prime armi e ho bisogno di delucidazioni per docfa.
Ho presentato un docfa per variazione spazi interni di un appartamento...e fin qui tutto ok.
Al momento dell'accettazione in catasto mi è stato detto che la planimentria attuale non coincide con quella precedentemente presentata per il frazionamento.
Ovvero, l'appartamento per cui ho presentato il Docfa ha una porzione in meno rispetto al frazionamento originario.
Cosa devo fare?
Grazie mille per l'aiuto
:
Se fai una variazione di spazi interni, il perimetro esterno della vecchia planimetria deve coincidere, per forma e dimensione, con quello della nuova (e magari anche le aperture, sarebbe meglio).
Altrimenti non è una variazione di spazi interni, ma un'altra causale di variazione.

Prima di tutto devi procurarti l'ultima planimetria accettata e capire che tipo di diversità ci sono rispetto allo stato attuale e perché; in base a quelle devi trovare la giusta causale per cui presenti il docfa (se è ampliamento, suddivisione, ristrutturazione, o che altro).
La porzione in meno perché adesso non c'è più?
E' stata demolita? Non è mai esistita? Fa parte fisicamente di un'altra u.i., ma in planimetria è collegata alla tua?
La risposta a questo quesito è alla base della soluzione al tuo problema.

O magari te la sei solo scordata tu (...scherzo!)
Ciao
:
La porzione in meno fa parte fisicamente dell'altra proprietà.
In pratica è successo questo: il primo professionista ha fatto cambio di destinazione d'uso da negozio ad abitazione ricavando due unità. Il successivo ha fatto il progetto architettonico non rispettando il frazionamento fatto in precedenza.
Quello che non coincide tra le due cose è il muro di divisione delle due proprietà.
I due proprietari, che nel frattempo hanno fatto i lavori interni, si sono già accordati per regolarizzare le cose davanti al notaio. l'ultimo problema è la presentazione del docfa. Cosa suggerisci?
Grazie!
:
Non so se ho capito bene, quindi prendi il tutto con beneficio di inventario.
Il 2° "professionista" ha presentato un Docfa sbagliato?
Se sì, aveva messo come casuale ampliamento o ristrutturazione o simili (e quindi aveva sbagliato solo lui) oppure aveva indicato come causale la variazione interna (e quindi ha sbagliato sia lui che l'ufficio nell'acquisirla)?
Se fosse il secondo caso, io sentirei l'UTE se è possibile presentare un'istanza per rettificare la planimetria errata.

Altrimenti la soluzione migliore è quella che dici tu (anche se è più costosa) e cioè due belle planimetrie nuove per entrambe le unità (con causale opportuna) e un bell'atto di ricognizione catastale dove le parti si danno atto di chi è questo e di chi è quello.
E poi magari una bella segnalazione all'Ordine di competenza del professionista che ha sbagliato, così almeno qualcuno impara a non fare le cose coi piedi!
:
Farò come dici tu, lunedì andrò a chiedere se si può rettificare la planimetria errata o cos'altro.
Grazie per i consigli...ti romperò ancora per tenerti aggiornato sullo sviluppo della faccenda!
Buona giornata!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.