CERTIFICAZIONE -CATASTO DIVERSO DAL REALE

messaggio inserito martedì 30 marzo 2010 da caori

caori : [post n° 227755]

CERTIFICAZIONE -CATASTO DIVERSO DAL REALE

Chiedo urgentemente aiuto in merito ad una certificazione che devo redigere subito: un appartamento è stato frazionato sulla carta ma non realmente; ne consegue che al catasto risultano due immobili con tanto di muro di separazione che attualmente non c'è, perchè i lavori di suddivisione interna verranno svolti iìnetro i tre anni. Il notaio che redige l'atto mi chiede una certificazione energetica: come faccio, visto che devo usare i dati catastali di un solo immobile, che ora catastalmente non c'è più, nè posso "inventarmi" come limite fisico del mio immobile un muro che non c'è?? AIUTO!!
delli :
il notaio è consapevole della difformità tra situazione attuale e catastale?
comunque, in linea di principio devi fare una certificazione per ogni sub (quindi come da catasto adesso) e la parete 'fittizia' (che ci sarà in futuro ma che ora non è eseguita -se ho capito bene) è una parete tra unità riscaldate quindi, di fatto, non la conteresti comunque come superficie disperdente....
certifica come sarà (attenzione se impianto è unico a dividere le potenze) ... al limite aggiungi nelle note del certificatore (ma anche no) che il muro divisorio non è completamente eseguito ma non rientra nelle superfici disperdenti
bye bye
Inermes :
Presumo che il notaio chiederà l'accatastamento reale!
In un'altra situazione con veranda autorizzata ma non accatastata il notaio non ha fatto l'atto senza accatastamento corretto
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.