abolizione DIA

messaggio inserito martedì 30 marzo 2010 da malù

malù : [post n° 227782]

abolizione DIA

Ciao a tutti, avrei bisogno del vostro aiuto per avere chiarimenti in merito all'abolizione della DIA per i lavori di manutenzione straordinaria. Ho sentito diversi pareri e tutti diversi. La domanda è: per ristrutturare un appartamento, con diversa distribuzione e creazione di un nuovo bagno attualmente si deve ancora presentare la DIA?
Grazie a tutti
mary :
Direi decisamente di si, comunque guarda sul r.e. del tuo comune se hanno adottato normative specifiche in materia
mary :
comunque qui trovi tutto
[p+A news: Niente-DIA-per-la-Manutenzione-Straordinaria]
Inermes :
Non devi presentare la DIA è manutenzione straordinaria.
Solo una comunicazione al comune.
A meno che tu non sia in una regione con legislazione più restrittiva.
dna :
quoto mary... decisamente si DIA, sfido chiunque a dimostrare legge alla mano, che si possano mdoifcare distribuzioni interne, senza D.I.A.
Inermes :
La distribuzione interna rientra nella manutenzione straordinaria. quindi secondo me, niente DIA.
Mondo ci sono modifiche interne non è ristrutturazione edilizia.
Sono pronta a sbagliarmi
mary :
come dice dna per un intervento del genere serve una DIA, anche solo se sposti un tramezzo serve una DIA, poi dipende dalle definizioni date dai comuni e dalle regioni, ma almeno in toscana anche per la manutenzione straordinaria serve la DIA
inermes :
Mi riferivo cmq alle regioni dove non esiste una legislazione più restrittiva. Dove è entrato in vigore il DL 40/2010 che permette la manutenzione straordinaria senza DIA.
Quindi anche se sposto muri nn devo presentare DIA ma semplice comunicazione al comune. V
dna :
senza dia si puo fare, tra l'altro, con le novità introdotte:
il punto b:

b) gli interventi di manutenzione straordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), sempre che non riguardino le parti strutturali dell'edificio, non comportino aumento del numero delle unita' immobiliari e non implichino incremento dei parametri urbanistici;

ora l'art. 3, comma 1, lettera b) recita (dato ch non è stato oggetto di modifica:

b) "interventi di manutenzione straordinaria", le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;

due questioni nascono così a pelle:
1_le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire, non significa spostare un muro, ma semplicemente demolirlo e ricostruirlo dove ersa, o toglierci l'intonaco, bucarlo ecomunque sisttemare l'esistente.
2_sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso, se sposto i muri, a meno di casi eccezzionali, modifico la superficie dei locali, e se modifico la distribuzione interna, anche la destinazione dei locali.
detto questo a mio parere ritengo che sia lecito suggerire ad un eventuale cliente di non esegure modifiche alla distribuzione interna del fabbricato in assenza di D.I.A.
Inermes :
dna, io spero sempre di non essere costretta ad interpretare. Spero sempre che la legge sia semplice e chiara. Sono d'accordo con la tua interpretazione, ma rileggendo l'articolo 3 dice:
"sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;"
Parla di superfici delle singole unità immobiliari, non dei singoli ambienti.

Specifico che non voglio fare polemica, ma solo arrivare ad una "soluzione": ho in ballo due DIA per Man.straordinaria che potrei non presentare.
che ne pensate?
dna :
Non interessa neppure a me la polemica, quello che mi infastidisce è più la manipolazione polita che danno che altro, e sta nella falsa pubblicità che viene data da media e politici, proponenti cotante "riforme" dell'edilizia, che poi altro non sono specchietti per le allodole.. comunque tornando all'inizio..

se è vero che le superfici delle singole unità immobiliari si calcolano come somma delle superfici dei locali, direi che è quasi un caso, che la somma finale sia uguale dopo avere modificato la posizione dei divisori interni.
oltretutto nascono problemi di natura catastale, del tipo che se divido una stanza in due, ottenendo un bagno ed un ripostiglio, modiifco il classamento dei locali, e quindi comunque dovrei riaccatastare, e sulla base di quale autorizzazione..
e poi come possono essere risolti i "problemi" dei parametri igienico sanitari dati dalla nuova conformazione dei locali, progettata da "incapaci" (visto che esistono degli ordini professionali, che richiamano una serie di competenze che gli iscritti hanno e tutti gli altri no)
ed infine, lo so che non è molto corretto.. ma dobbiamo pure mangiare...quindi per noi tecnici non è molto conveniente NON presentare le pratiche..
buon lavoro..!!
mary :
niente polemica niente polemica, secondo me occorre la DIA, perchè supponiamo che si sposti un tramezzo divisorio tra una camera ed un ripostiglio..chi andrà a verificare i rapporti aereolliminanti della camera?il committente?!è anche vero che alla fine sarà solo lui ad assumersi la responsabilità di ciò che fa e non sa in realtà fare..ed è pur vero che mancando una autorizzazione il comune neppure verrà mai a controllare i lavori fatti se conformi a r.e. ..resterà però il problema del catasto come dice dna. alla fine noi architetti ci ridurremo a presentare solo sanatorie!!
Inermes :
Vi riporto una parte di articolo presente su professione architetto:

[p+A news: Niente-DIA-per-la-Manutenzione-Straordinaria]

gli interventi possibili senza DIA sono i seguenti:

la ridistribuzione interna di singole unità immobiliari al fine di razionalizzarne l'uso anche attraverso la demolizione, la ricostruzione o la modifica di pareti interne, quindi di parti non strutturali e che non pregiudichino la statica dell'edificio, e nell'osservanza dei vincoli di intervento concernenti gli edifici soggetti a restauro scientifico e a restauro e risanamento conservativo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.